DB Multiverse

Home Fumetto Minicomic Fan Art Autori FAQ Canali RSS Bonus Eventi Promo Siti Affiliati Tabellone del Torneo Lista degli Universi
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               

Dragon Ball Multiverse: Il Romanzo

Scritto da Loïc Solaris

Traduzione e adattamento di Transporter, ValentDs, BK-81, Crix

Riscopri la storia di DBM con più dettagli! Questo romanzo è verificato da Salagir e contiene anche aggiunte di suo pugno mai raccontate sul manga. Ciò rende questa storia un vero e proprio allegato al fumetto!

La prossima pagina verrà rilasciata tra: 6 giorni, 7 ore

Intro

Parte 0 :0
Parte 1 :12345

Round 1-1

Parte 2 :678910
Parte 3 :1112131415
Parte 4 :1617181920
Parte 5 :2122232425
Parte 6 :2627282930

Lunch

Parte 7 :3132333435

Round 1-2

Parte 8 :3637383940
Parte 9 :4142434445
Parte 10 :4647484950
Parte 11 :5152535455
Parte 12 :5657585960
Parte 13 :6162636465
Parte 14 :6667686970

Night 1

Parte 15 :7172737475
Parte 16 :7677787980
Parte 17 :8182838485
Parte 18 :8687888990

Round 2-1

Parte 19 :9192939495
Parte 20 :96979899100

Round 2-2

Parte 21 :101102103104105
Parte 22 :106107108109110
Parte 23 :111112113114115

Night 2

Parte 24 :116117118119120

Round 3

Parte 25 :121122
[Chapter Cover]
Parte 2, Capitolo 8.

PARTE DUE - VECCHIE CONOSCENZE

Capitolo 8

La voce del presentatore risuonò ancora una volta verso il pubblico. "Che la battaglia abbia inizio!".

Proprio come il presentatore ebbe terminato, Nappa caricò subito contro il Namecciano. Quest'ultimo era già in posizione di combattimento, il che gli permise di parare il primo colpo del guerriero Sayan col suo avambraccio sinistro. Il Namecciano, dopo aver bloccato i successivi due colpi del Sayan, provò la risposta con un montante, che non riuscì quando il colosso calvo saltò all'indietro bruscamente.

Riprendendo una posizione stabile, il Namecciano espirò. Il suo avversario proseguì con l'assalto con un calcio orizzontale, che il Namecciano parò col gomito. La parata gettò Nappa fuori equilibrio, e Cargot sperava di trarne vantaggio.

Cargot aveva avanzato l'idea di tornare a colpire, ma rimase sorpreso dalla velocità con cui il suo avversario aveva recuperato l'equilibrio. Nappa attaccò ancora con dei pugni in volo. Il Namecciano, quasi travolto dal suo avversario, iniziò ad indietreggiare sotto l'assalto dei suoi colpi violenti.

"Sai" disse Nappa con calma "Ho ucciso tutti quelli della tua specie, nel mio universo".

Cargot non rispose, anche se Nappa voleva che lo facesse. Il sayan voleva destabilizzarlo mentalmente, ma Cargot non si fece ingannare. Mantenne la sua compostezza per continuare a parare i colpi del suo avversario.

"Questo non mi importa" riuscì a dire tra due attacchi.

Tra gli spalti, il pubblico non sapeva per chi fare il tifo, ma in generale il tifo era per entrambi, per metter su una grande prestazione. Tra l'Universo 10, i Namecciani auguravano buona fortuna al loro compagno, mentre tra l'Universo 13 si sperava che Nappa concludesse il combattimento in fretta, anziché giocare.

"Questo Nappa è molto più forte di quello che conoscevamo" notò Gohan dell'Universo 18.

"Vero" aggiunse il padre "ma è evidente che è anche notevolmente invecchiato. I suoi movimenti sono abbastanza veloci, ma sono un po' rigidi...".

"Anche questo Namecciano è molto forte" specificò Piccolo, che guardava il match con molta attenzione (dopo tutto, lui era stato ucciso da Nappa in passato) "E' un guerriero come Nail e me. La sua forza non sembra così lontana da quella di Nappa ... ma ...".

"Oooh!" disse uno dei presentatori "Il guerriero dell'Universo 13 prende il comando! I suoi colpi sempre più potenti stanno andando a segno su Cargot! Oh, Nappa ha colpito duramente al volto Cargot".

Sputando sangue, Cargot iniziò a perde impulso e quasi attaccò a caso. Non aveva tempo per trovare un'apertura ... "Ecco!" pensò tra sé quando finalmente ne notò una.

Purtroppo per Cargot, Nappa aveva lasciato quest'apertura apposta per ingannare il suo avversario, e lo atterrò con un potente pugno allo stomaco. Cargot indietreggiò, senza fiato. I suoi occhi incontrarono quelli subdoli del suo avversario, poco prima che Nappa lo atterrò con un calcio che lo spinse via di parecchi metri. Nappa guardò il corpo senza vita del suo avversario, ed emise un piccolo sospiro ... il Namecciano non si muoveva.

"Lo ha occupato abbastanza a lungo" ringhiò il Vegeta dell'Universo 13.

"E trenta secondi! Nappa viene dichiarato vincitore!" annunciò entusiasta il telecronista.

"Hahaha, non era niente!" disse Nappa prima di tornare al suo spazio. Due Namecciani arrivarono sul ring per riportare Cargot nel suo spazio.

"Beh" disse il presentatore "è stata una bella lotta, anche se veloce! Senza indugio, annunciamo il secondo incontro del primo turno ... Freezer dell'Universo 8 contro Jeeth dell'Universo 8!".

Jeeth rimase paralizzato e lanciò uno sguardo scioccato verso il suo amico Burter. Una goccia di sudore gli scendeva sulla fronte, lungo i capelli bianchi. L'uomo dalla pelle rossa si chiese ad alta voce "Possiamo combattere anche se siamo dello stesso universo?".

Egli non lo disse che per sé stesso. Aspettava una risposta degli organizzatori, sperando si trattasse di un errore.

"I combattimenti sono scelti a caso fra tutti i combattenti" disse il presentatore al microfono, al fine di chiarire questo punto per tutti.

Freezer, che stava davanti a Jeeth e Burter, voltò lo sguardo per incontrare quello dei suoi scagnozzi. Il ghigno crudele del tiranno diede il coraggio per rispondere a Jeeth.

Vacillò. "I-io ... mi ritiro".

Fu fischiato dagli spettatori, che avevano visto il secondo incontro già terminato senza nemmeno iniziare. Questa volta erano delusi.

Il presentatore non perse tempo nell'annunciare Freezer vincitore per forfait, ed annunciò la prossima battaglia: Son Goku dell'Universo 18 contro Mahissu dell'universo 10.

"Di già? E' stato fortunato!" disse il Sayan della Terra "Andiamo!".

Mentre volava verso il ring, udì l'incoraggiamento di Goten. Sul lato opposto dell'arena, il suo avversario, un "primitivo" Sayan, lo stava già aspettando.

"Questo non è nemmeno un riscaldamento..." criticò Vegeta.

"Vegeta, forse sono più forti di quello che pensi" disse Gohan, cercando di convincerlo che la lotta poteva essere interessante "Forse nascondono il loro potere come facciamo noi".

"Credi seriamente a questo?" rispose Vegeta.

"Beh ... no ... ma ...".

"Sono stato intorno a questi tipi per un lungo periodo. Nascondere una potenza è un talento raro...".

"Entrambi i combattenti sono sul ring!" informò il telecronista ad alta voce "Che la battaglia abbia inizio!".

"Sei un Sayan?" chiese Goku, mettendosi lentamente in posizione.

"Non parlo con un rinnegato senza coda" replicò il suo avversario, in piedi ed immobile.

"Non molto amichevole ... ma come ha indovinato che sono un Sayan? Dai capelli? O forse mi hai sentito parlare con mio padre? Beh ... non c'è bisogno di usare tutta la mia forza ... ma non è nemmeno un umano ... forse un po' di forza!".

Alla velocità della luce, Goku, sorridente, gettò il suo pugno in avanti con forza. Di fronte a lui, Mahissu ebbe appena il tempo di aprire gli occhi prima di sentire una grande forza arrivare verso lo stomaco che lo alzò da terra e lo scaraventò indietro violentemente. Mahissu rimbalzò a terra diverse volte prima di fermarsi, con un rivolo di bava all'angolo della bocca.

Sorpreso, Goku gli si avvicinò e si accovacciò accanto a lui. Il suo avversario non si alzò. "Stai bene?".

"S... Son Goku dell Universo 18 è il vincitore!" balbettò incredulo il presentatore.

Gli arbitri e gli organizzatori si mossero con leggero fastidio. Non avevano previsto tre incontri che si sarebbero svolti così in fretta! Il pubblico iniziava a discutere su ciò che fosse accaduto. Qualcuno notò che si trattava di un tipo di pressione dell'aria, ma brontolarono ancora una volta, perché non avevano ottenuto neanche stavolta una bella lotta.

Nello spazio dell'Universo 19, uno dei combattenti aveva visto chiaramente quello che era successo grazie al casco che aveva sulla testa. Le tecnologia avanzata includeva informazioni ed immagini al rallentatore. L'unica cosa che riuscì a dire in quel momento fu "Che potenza ... !".

Tornando al ring, Goku aveva dato il minimo e si trovava ora con le braccia incrociate. Aveva una sensazione di déjà vu, ma non poteva mettere il dito su di esso. Due organizzatori Namecciani, riportarono Mahissu nel suo spazio, lasciandolo cadere dolcemente a terra. I Namecciani e i Sayan dell'Universo 10, dopo aver assistito ai combattimenti iniziavano a pensare a cosa ci facessero loro in quel torneo. Vegeta dell'universo 13, non mancò dallo sfruttare questa occasione, definendoli "patetici" e "di basso livello".

"Io abbandono" disse un Namecciano dell'Universo 10, prima di essere raggiunto da altri.

"Mah, vigliacchi" li insultò il Re Vegeta dell'Universo 10.

Mentre Goku tornava nel suo spazio, pensando al suo momento di déjà vu, vide Goten avvicinarsi a lui con il pollice all'insù. Dietro di lui, Pan corse verso il nonno, che aveva le braccia tese per prenderla in braccio. Ub si congratulò con il suo maestro per la vittoria. Goku infine fece schioccare le dita ed esclamò "Chichi!".

"Cosa?" chiese Ub, senza capire l'esultanza improvvisa del suo maestro.

Come Goku iniziò a spiegare il suo déjà vu, i quattro Sayan dell'Universo 13 cominciarono ad avvicinarsi al loro spazio.

Il gruppo di Sayan dell'Universo 18, appena li ebbero visti, gli si avvicinarono. Il più piccolo del gruppo prese parola, con le braccia incrociate ed un sorriso arrogante sul volto. Vegeta dell'universo 18 provò anch'egli un senso di déjà vu.

Vegeta trovava quest'universo molto più interessante dell'Universo 10, e, avvicinandosi alla sua controparte, iniziò a spiegare chi fossero "Noi siamo i Super Sayan, e io sono il futuro vincitore di questo torneo" disse, puntando il pollice su sé stesso.

Mentre l'Universo 18 si raggruppava davanti al Sayan, Vegeta continuò "Ignorando i vostri vestiti ridicoli, posso dire che siete il gruppo più vicino a noi, siccome avete anche Kakaroth con voi ... ma ... un Namecciano?! Credo che voi abbiate avuto uno strano combattimento su Nameck con Freezer, giusto?".

"Interessante" pensò Vegeta dell'Universo 18. La sua controparte gli aveva già fornito un sacco di informazioni. In questo universo ha affrontato Freezer ... ma ... .

"Ovviamente ci siamo sviluppati prima di ciò" analizzò Piccolo, cercando uno scenario per spiegare la presenza di Nappa, Radish e soprattutto Goku "Il vostro Kakaroth non è stato inviato sulla Terra da bambino, vero?".

Mentre Goku si trovava a soli due metri dal suo omologo, col solo muretto a separarli, Kakaroth rispose con orgoglio "Sono stato mandato sulla Terra. Ho ucciso tutti gli esseri umani, e gli altri mi hanno raccolto una ventina d'anni più tardi. Insieme siamo poi andati su Nameck alla ricerca delle Sfere del Drago".

"Ha ucciso ... tutti gli esseri umani!" ripeté Goku scioccato.

"E sicuramente anche Dio" disse Piccolo, indovinando il motivo per cui conoscesse le Sfere del Drago.

"Su Nameck abbiamo combattuto e distrutto Freezer ... lì ho scoperto il segreto del Super Sayan! E tu?" chiese Vegeta dell'Universo 13.

"Per farla semplice ..." cominciò Goku, pronto a raccontare la loro storia ... fin dall'inizio!

"Noi siamo stati migliori" tagliò corto Vegeta dell'Universo 18.

Si voltò, interessato maggiormente a questo gruppo. Aveva capito chiaramente come questo gruppo era sopravvissuto così a lungo ... ma prima di abbandonare la conversazione, lanciò un'ultima osservazione "Divertente ... mentre il vostro Kakaroth ha ucciso tutti i terrestri, io ho ucciso Nappa sulla Terra".

"Impossibile ... tu ed io non siamo mai andati sulla Terra, solo Radish è andato là!" rispose Nappa, altrettanto scioccato quanto Goku prima di lui.

Mentre la piccola battaglia psicologica era stata bilanciata dal Vegeta dell'Universo 18, Piccolo si affrettò ad aggiungere "E io ho ucciso Radish quando è giunto sulla Terra. E, inavvertitamente, anche il nostro Kakaroth..."

"Hehehe" sorrise Goku, ricordando il suo sacrificio.

"Tu mi hai ucciso ... come hai potuto, verme!" urlò Radish dopo un momento di leggera esitazione. Sapere che fosse stato ucciso, anche se in un altro universo, non era di certo piacevole.

"Calmati, Radish" gli ordinò il suo capo "Non siamo qui per combattere con loro al di fuori del ring...".

Cadde il silenzio. Tutti cercavano di discernere dal comportamento dell'altro universo. Trunks e Goten sentivano una leggera tensione. Niente di serio, ma il tutto era un po' agghiacciante, in particolare il principe Vegeta ... Trunks cercò di cambiare argomento. "Questi Sayan primitivi saranno maledettamente delusi dai loro risultati".

Il Vegeta dell'Universo 13 mostrò un nuovo sorriso sadico "La cosa divertente sarà Freezer. Non vedo l'ora di ucciderlo di nuovo".

"Penso che sarebbe un piacere per molti universi" intervenne Gohan.

"Hey, sarò il primo a confrontarsi con lui al secondo turno" sottolineò Nappa.

Gohan era attento "Pensi di poterlo battere?" chiese interessato.

"Certo!" replicò seccato Vegeta "Cosa pensi, ragazzo?".

"Non lo so ... nel mio universo, Freezer ti ha ucciso, Vegeta".

"E nel mio sono stato io ad ucciderlo!" rispose il Vegeta dell'Universo 13 "Era il vostro Freezer ad essere più forte? O ero solo più debole?".

Gohan non sapeva cosa dire ... utilizzando l'Universo 8 come confronto, sembrava che Freezer fosse lo stesso in ogni universo. Come poteva questo Vegeta essere più forte di quello dell'Universo 18, se non aveva affrontato Goku sulla Terra per ricevere il potenziamento dello Zenkai Power?

"Non stancarti" disse Vegeta dell'Universo 13, notando lo sguardo perplesso sul volto di Gohan. "Ho un'altra domanda, più semplice: se Freezer mi ha ucciso, chi lo ha eliminato?".

"L'ho sconfitto io" rispose Goku, che si unì finalmente alla conversazione.

"Ah! Questo sono io!" ripeté Kakaroth di fronte a lui piuttosto orgoglioso, lanciando un piccolo e beffardo sorriso verso il suo capo Vegeta, che aveva assunto uno sguardo che incitava Kakaroth a fermare la provocazione.

"Mi sono anche trasformato in Super Sayan contro Freezer" disse Goku.

"Cosa ti ha fatto arrabbiare?" chiese Vegeta, curioso.

"Beh ...".

"Freezer ha ucciso il suo migliore amico, Crilin" tagliò corto Goten, che si sentiva orgoglioso di poter raccontare la storia di suo padre. "Ha quasi ucciso anche Piccolo, ma lui non è così debole ora! Avrebbe potuto schiacciare Freezer facilmente!".

"Uhm, Crilin ..." rifletté Kakaroth, incrociando le braccia. "Era un nano pelato, giusto? E Piccolo era il Namecciano laggiù?".

"Si" disse Goten semplicemente.

"Ebbene, questi due erano sulla Terra e ... eh eh ... li ho uccisi entrambi. Scioccato?".

Con queste parole, Kakaroth sperava di approfittare della battaglia psicologica ... ma fu tutto invano. Gohan e Goten si guardarono. Avevano già capito da tempo che Crilin e Piccolo erano morti nell'Universo 13, rendendo inefficace l'attacco mentale. Tuttavia, i due fratelli avevano avuto la stessa idea.

"Vuoi restare sconvolto?" rise Gohan, con lo stesso sorriso di Kakaroth.

"Sarai sconvolto" disse Goten infine, prendendo la stessa posizione.

"Tu sei mio padre!" gridarono, puntando il dito contro Kakaroth, che si ritrasse, effettivamente scioccato, aprendo di poco i suoi occhi.

Vegeta, Nappa e Radish risero istericamente. Non c'era dubbio che sentissero da lontano, specialmente Nappa.

"Chi avrebbe mai pensato che Kakaroth potesse essere un padre?" disse Vegeta dell'Universo 13 tra le risate. "Immagino, Kakaroth, tu, papà! Haha!".

Bra, che aveva sentito suo padre dell'universo alternativo, avanzò tra Goten e Gohan. Guardò in fretta suo fratello, dicendo "Faresti meglio a tacere anche tu, principe" disse sottolineando l'ultima parte con malizia e sarcasmo.

"Si" disse Trunks "Tu non sei meglio di lui, perché ...".

"Tu sei nostro padre!" dissero i due allo stesso modo di Gohan e Goten, puntando ciascuno il dito verso Vegeta, che aveva smesso di ridere immediatamente.

Vegeta non sapeva come reagire a ciò. Un contrattacco per fermare il loro starnazzare, o anche solo osservarli da un altro universo ... alla fine, cominciò a pensare che se loro quattro non avessero avuto figli, sarebbe stata la fine della razza Sayan nel loro universo...

La voce del presentatore risuonò ancora. "Mi dispiace per l'attesa, gentili signori e signore! L'Universo 10 ha avuto il maggior numero di partecipanti, ed ogni Namecciano salvo quello ritiratosi. Abbiamo dovuto rimuoverli dalla lista, ma finalmente possiamo continuare!".

"Kakaroth, vieni, torniamo al nostro spazio" disse Vegeta, che si era già avviato, seguito da Nappa e Radish.

"Ok" disse Kakaroth, per poi rivolgersi alla sua controparte dell'Universo 18 "Mi chiedo chi di noi due è il più forte ... mi piacerebbe lottare contro di te. Molto più che con questi perdenti".

"Chiamiamo ora sul ring, numero 17 dell'Universo 14 e I'K'L dell'Universo 15!".

"Ah, qualcuno che non conosco!" esclamò Goku, cercando di immaginare le sorprese di questo I'K'L. "Una battaglia interessante!".

Commenti sulla Pagina:

Caricamento dei Commenti in corso...
[it]
EnglishFrançais日本語中文EspañolItalianoPortuguêsDeutschPolskiNederlandsTurcPortuguês Brasileiro
MagyarGalegoCatalàNorskРусскийRomâniaCroatianEuskeraLietuviškaiKoreanБългарскиעִבְרִית
SvenskaΕλληνικάSuomeksiEspañol Latinoاللغة العربيةFilipinoLatineDanskCorsu