DB Multiverse

Home Fumetto Minicomic Fan Art Autori FAQ Canali RSS Bonus Eventi Promo Siti Affiliati Tabellone del Torneo Lista degli Universi
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               

Dragon Ball Multiverse: Il Romanzo

Scritto da Loïc Solaris

Traduzione e adattamento di Transporter, ValentDs, BK-81, Crix

Riscopri la storia di DBM con più dettagli! Questo romanzo è verificato da Salagir e contiene anche aggiunte di suo pugno mai raccontate sul manga. Ciò rende questa storia un vero e proprio allegato al fumetto!

La prossima pagina verrà rilasciata tra: 6 giorni, 4 ore

Intro

Parte 0 :0
Parte 1 :12345

Round 1-1

Parte 2 :678910
Parte 3 :1112131415
Parte 4 :1617181920
Parte 5 :2122232425
Parte 6 :2627282930

Lunch

Parte 7 :3132333435

Round 1-2

Parte 8 :3637383940
Parte 9 :4142434445
Parte 10 :4647484950
Parte 11 :5152535455
Parte 12 :5657585960
Parte 13 :6162636465
Parte 14 :6667686970

Night 1

Parte 15 :7172737475
Parte 16 :7677787980
Parte 17 :8182838485
Parte 18 :8687888990

Round 2-1

Parte 19 :9192939495
Parte 20 :96979899100

Round 2-2

Parte 21 :101102103104105
Parte 22 :106107108109110
Parte 23 :111112113114115

Night 2

Parte 24 :116117118119120

Round 3

Parte 25 :121122123124125
Parte 26 :126127128129130
[Chapter Cover]
Parte 4, Capitolo 20.

PARTE QUATTRO - DUE UNIVERSI SFORTUNATI

Capitolo 20

Nappa rise con voce rauca, quando capì che Kakaroth avrebbe combattuto con una delle ragazze dell'Universo 6, che in nessun modo sembrava avere un nesso con un torneo colmo di combattenti potentissimi. Nappa guardò i suoi compagni, che sembravano imbarazzati dalla sua chiassosa risata.

"Questi Varga devono pensare che tu sia un buono a nulla, Kakaroth" disse Nappa. "E' per questo che ti fanno combattere con una ragazza!".

"Solo perché il mio avversario è una ragazza, non significa che non voglia divertirmi" disse l'alter ego di Goku, mentre sorrideva e faceva scrocchiare le nocche.

Kakaroth si spostò verso l'arena sferica, mantenendo l'atteggiamento vigile che lo aveva salvato più di una volta durante le sue esperienze nell'Universo 13.

Nello spazio dell'Universo 6, le amiche di Kat la incoraggiavano. Con lunghi capelli neri fluenti ed un grazioso viso, Kat era molto simile all'esemplare femminile abitante il pianeta Terra, intorno ai 20 anni circa, così come le sue tre amiche.

Mentre si regolava i guanti, Kat sorrise, impaziente di combattere.

Sul suo pianeta, non solo era quella più forte fisicamente, ma aveva imparato le migliori tecniche nel combattimento corpo a corpo.

"Kakaroth! E' il mio tipo!" disse Kat alle amiche, con un sorriso sornione. "Se è come il tizio vestito d'arancione che gli somiglia, sarà molto forte. Ma, come sapete, io so cosa fare".

"Buona fortuna, Kat!" gridarono le sue amiche quasi all'unisono, mentre Kat si inginocchiò, balzando verso l'alto, dove c'era il ring.

In piedi, a circa cinque metri dagli spettatori che si trovavano dalla parte dello spazio dell'Universo 6, i membri della banda di Bojack cominciavano a trovare insopportabile quell'allegro ottimismo.

"Queste idiote sorridenti sono alquanto fastidiose" disse Bojack.

"Vogliono prendere in giro i ragazzi più belli di questo torneo" disse Zangya "Mi disgustano!".

"Dovremmo eliminarle tutte, una volta di ritorno nel nostro universo" disse Bojack.

"Beh, se questa qui sconfigge quel ragazzo, possiamo anche eliminarla nel terzo turno" disse Zangya "Quindi, potresti farle desiderare di non averci mai dato fastidio".

Kat arrivò sul ring, e la sua forza era evidente. Librò nell'aria per qualche istante, per poi realizzare diversi giri attorno al ring, prima di metterci piede, quasi a voler impressionare il pubblico.

"L'atleta dell'Universo 6 rende omaggio a tutti noi, dimostrando una grande forma!" gridò uno dei presentatori negli altoparlanti. "Guardate che grazia, guardate che ... oh no, sta cadendo!".

Con sua grande sorpresa, Kat fu costretta ad accelerare in avanti. Cadde per diversi metri, non riuscendo a controllare la sua discesa.

"Ahi!" gridò, quando urtò col terreno.

"Per fortuna, questo non è un concorso di ginnastica, altrimenti i giudici le avrebbero dato uno zero!" disse divertito l'annunciatore, dopo essersi accertato che Kat non avesse subito danni per la caduta.

"Accidenti" disse Kat, rialzandosi. "Di solito i miei atterraggi, vanno molto meglio e...". Improvvisamente, si rese conto di un dettaglio che in precedenza non aveva ben compreso "...ma, questa gravità è 10 volte superiore alla nostra!" gridò "Nessuno sembrava infastidito minimamente, negli incontri precedenti".

Kat aveva ora compreso il motivo del fallimento della sua entrata. Quella gravità aveva interferito.

Il fatto che nessun altro aveva dimostrato finora di soffrire quella gravità, iniziava però a renderla molto nervosa.

Divenne ancora più nervosa non appena notò che Kakaroth, il suo avversario, non sembrava affatto infastidito.

"Bene... dovrò usare tutte le mie forze..." pensò Kat tra sé e sé, mentre si rialzava e rispolverava la minigonna.

"Non ci vorrà molto" pensò Kakaroth. "Dopo aver sconfitto questa ragazza, dovrò sconfiggere una bambina abbastanza ridicola nel secondo turno. Dopodiché, dovrò vedermela col vincitore tra Trunks e Vegeta. Trunks è un Super Sayan, nonostante il colore normale dei suoi capelli, ma anch'io sono un Super Sayan e potrei sconfiggerlo. Vegeta dell'Universo 18 non ha mostrato tutta la sua forza, questo è certo, ma c'è ancora una possibilità che possa essere più debole del Vegeta del mio universo!".

Kat, attirò poi l'attenzione di Kakaroth, con una strizzatina d'occhio ed un gesto con la mano destra, quasi in modo seducente.

"Ciao!" disse lei, sorridendo, mentre Kakaroth arrossiva.

Il Sayan non si aspettava di trovare un avversario così ... seducente.

"La minigonna... la scollatura... no, aspetta! Non posso farmi distrarre!" pensò Kakaroth. "Chi diavolo si crede di essere? Ci sarà un sacco di tempo per divertirsi più tardi. In questo momento ho solo bisogno di farla finita. Mi limiterò a fare ciò che ha fatto il mio alter-ego dell'Universo 18".

Kakaroth, con forza, mosse il pugno della mano destra in avanti, dritto verso Kat. Proprio come aveva fatto Goku contro Mahissu, il colpo creò una forte pressione dell'aria, che avanzò rapidamente.

Con grande sorpresa di Kakaroth, l'aspetto di Kat iniziò ad offuscarsi, ed il suo attacco passò senza esito nel punto in cui essa si trovava precedentemente.

Il Sayan ebbe soltanto il tempo di alzare il sopracciglio destro, quasi scioccato, prima di rivedere Kat riapparire a circa un metro e mezzo da lui, colpendolo con una ginocchiata in faccia.

L'impatto generò un forte rumore nell'aria, ma, nonostante ciò, Kakaroth era sempre fermo, immobile, apparentemente indenne dopo quell'attacco.

"Niente male" disse Kakaroth, mantenendo il sorriso sul suo volto, mentre Kat abbassava il ginocchio destro.

"Non si è fatto neanche un graffio!" pensò nervosamente, mentre cominciava ad indietreggiare.

Poi gridò, correndo in avanti verso Kakaroth, e preparandosi a sferrare un pugno con la mano destra.

"Sai nascondere la tua energia molto bene..." disse Kakaroth, dopo che Kat si era spostata sulla sua destra, lasciando solo un'immagine residua di sé, riapparendo poi alle sue spalle, venendo però colpita sul volto dal pugno sinistro di Kakaroth.

"...ma la tua energia non è l'unico modo che ho per scovarti" disse lui. "Quel tuo attacco mi ha dimostrato che tu sei più potente di quanto appari. Forse raggiungi un livello di potenza di 10.000. Ma non ha importanza. Come puoi vedere, non sei alla mia altezza".

"Dannazione!" pensò Kat dolorante, mentre indietreggiava, lontano da Kakaroth. "E non sta utilizzando neanche l'1% del suo potere. Non posso vincere in questo modo. Non volevo ricorrere a ciò, ma...".

Subito dopo, asciugandosi il naso, che per fortuna non era rotto, Kat si preparò per il suo prossimo attacco. Chiuse gli occhi per un momento, e Kakaroth non si mosse, in attesa di vedere ciò che aveva intenzione di fare.

Quando Kat li riaprì, Kakaroth vide che le sue pupille avevano cambiato colore dal blu al rosa. Poi guardò verso il cielo, e molti tipi di biancheria intima femminile cominciarono a cadere dall'alto, tra cui mutandine, tanga e costumi da bagno.

"E' incredibile!" gridarono i 12 annunciatori, quasi all'unisono. "Un bel regalo di Kat!".

Kakaroth alzò il braccio destro, afferrando un particolare costume da bagno.

Negli Universi 16 e 18, Trunks e Goten, da burloni maliziosi qual'erano, trovavano la situazione molto divertente.

"Una cosa è certa. Se Oolong fosse stato qui, ne sarebbe stato sicuramente felice!" disse Goten dell'Universo 18, con un sorriso.

"Immagina il Maestro Muten!" disse Trunks dell'Universo 18, poco prima di scoppiare a ridere.

Kat si era resa conto che Kakaroth era rimasto abbastanza distratto da ciò, che non era altro che un'illusione elaborata, e sapeva che aveva bisogno di sfruttare nuovamente l'occasione, se voleva vincere.

Si precipitò in avanti, afferrando la testa di Kakaroth, mentre lui era distratto dalla biancheria intima, con l'intenzione di rompergli il collo.

Provò con tutte le sue forze... ma il Sayan non si mosse di un centimetro.

Kakaroth, comprese poi ciò che stava cercando di fare, e la sbatté via, facendola cadere nuovamente col naso a terra.

L'illusione si era dissipata, ed alcuni commentatori, arrossiti a causa di essa, tornarono al loro normale colorito della pelle.

"Kat è a terra!" balbettò uno dei presentatori, osservando intensamente la lotta e chiedendosi cosa fosse accaduto dopo.

"Merda, non voglio ritirarmi, ed ho bisogno di arrivare lontano" disse Kat, che sapeva che se voleva avere qualche possibilità di arrivare al secondo turno, doveva giocarsi tutte le sue carte.

"Questa tecnica funzionerà" pensò tra sé e sé, iniziando a girare in modo sexy, emettendo ondate d'essenza femminile.

"Attacco di ferormone!" gridò Kat, continuando a girare, attirando lo sguardo di Kakaroth. Tutt'intorno a Kat, una foschia di colore rosa chiaro, stava iniziando a diffondersi.

Dopo che la foschia si diffuse per quasi tutta l'arena, coprendo gran parte del campo visivo di Kakaroth, Kat smise di girare, ed essa scomparì.

"E quello cos..." cominciò a chiedersi Kakaroth, interrompendosi, una volta che la vide chiaramente.

Egli rimase immediatamente affascinato da quella bellezza. Il suo fascino e la sua sensualità erano senza pari.

La mano destra di Kat si posò sulla sua coscia, in una posizione provocatoria, mentre la mano sinistra era appoggiato sul suo viso, facendone risaltare lo splendore.

"Mio bel guerriero..." disse verso Kakaroth, con occhi accattivanti.

"E'... è bellissima!" disse Kakaroth, mentre la sua bellezza gli aveva completamente offuscato i sensi.

"Perdi quest'incontro, fallo per il mio piacere" disse Kat, con voce sexy, all'orecchio del Sayan.

Kakaroth aveva udito la parola "piacere", trovandola assai di suo gradimento. Notò le sue labbra lucide e meravigliose.

Avvicinandosi in modo suggestivo, Kat accarezzò teneramente il Sayan, cercando di sfruttarlo nuovamente.

"Mio bel stallone" esordì Kat, mentre muoveva la mano sinistra nella parte posteriore dei capelli di Kakaroth. "...arrenditi".

Poi, strofinò il naso contro la guancia sinistra di Kakaroth, che rimase immobile.

Senza preavviso, il Sayan afferrò i polsi di Kat, che notò un'espressione infuocata in lui.

"Io... io ti amo!" disse Kakaroth. "Dammi un bambino!"

"Che cosa?" gridò Kat, allarmata.

Kat era scioccata!

Aveva davvero affermato di essere innamorato di lei?

Sapeva che il suo attacco di ferormone era molto efficace, ma fino a questo punto? Non era mai successo prima! E per di più, non sembrava nemmeno obbedirla, volendo quasi che fosse lei a dare ascolto a lui! Nonostante i tentativi di liberarsi dalla sua presa, non poteva sfuggirgli.

"Tu verrai con me nel mio universo" disse Kakaroth, con tono autoritario "Ora, entra nello spazio dell'Universo 13!".

Kat intuì che la situazione le stava rapidamente sfuggendo di mano, ed in preda alla disperazione cercò di far funzionare ancora il suo piano, in qualche modo.

"Ehm... va bene, ma in primo luogo, ritirati" disse lei, insicura della reazione di Kakaroth.

"Silenzio!" gridò il Sayan, mollandole uno schiaffo. "Fa ciò che ti dico, donna!".

Kat cadde a terra, rialzandosi poco dopo, mentre si strofinava la guancia arrossata con la mano destra.

Poi, alzò il dito medio della mano destra in modo che Kakaroth potesse vedere chiaramente.

"Va all'inferno!" gridò. "Cosa credi di fare?".

Kakaroth le si avvicinò rapidamente, colpendola con un calcio al mento, facendola volare indietro.

"Ho detto silenzio!" gridò Kakaroth, che prima che Kat ricadesse sul pavimento, la colpì nuovamente col pugno sinistro sul volto.

Kat, ora, aveva molti graffi sul corpo, i capelli arruffati e la giacca strappata, con un solo filo che gliela teneva ancora sul petto.

"E' completamente pazzo!" urlò Kat. "Mi arrendo! Mi arrendo!".

"Ho detto..." gridò Kakaroth, mentre muoveva nuovamente il pugno della mano destra, facendo distogliere lo sguardo della ragazza dalla paura.

Stava piangendo per la paura. La paura di essere colpita nuovamente.

Si aspettava di essere colpita, senza neanche poter difendere il viso con le mani, sapendo che non sarebbe stato comunque sufficiente.

Tuttavia, proprio mentre Kakaroth stava per attaccare, qualcuno intervenne.

Kat aprì gli occhi.

Vide un uomo più basso di Kakaroth, con indosso un'armatura simile ed un mantello rosso, con i capelli rivolti verso l'alto.

Vegeta dell'Universo 13 aveva afferrato il polso destro di Kakaroth, soffocando il suo movimento.

"Colpiscila di nuovo, e sei fuori dal torneo" disse Vegeta "O peggio, lo saremo tutti quanti noi. Saremo rispediti nel nostro universo senza aver la possibilità di utilizzare le sfere del drago".

"Ve-Vegeta ... !" disse Kakaroth, sorpreso dell'improvvisa apparizione del Principe dei Sayan.

In realtà si sentiva molto strano, quasi come se non fosse stato completamente consapevole di sé, negli ultimi minuti.

Vegeta si voltò verso Kat, con disprezzo, mentre lei era ancora in ginocchio sul pavimento, esausta.

"Quanto a te, la prossima volta ci penserai due volte prima di eccitare un maniaco!" disse Vegeta.

"Un ... maniaco!" gridò Kat, realizzando quando terrificante era stato il suo calvario.

"Con l'abbandono di Kat, Kakaroth vince l'incontro!" disse un annunciatore, mentre Vegeta e Kakaroth tornavano nel loro spazio.

Kat era in piedi, laddove era stata in ginocchio, ed ora stava tremando.

Dopo un po' di dolore causato dalla gravità intensificata, le sue amiche erano ora di fronte a lei.

"Era ... terrificante" disse Kat alle sue amiche.

"Dovrebbe vergognarsi per ciò che ha fatto" disse una di loro. "Sono sorpresa, però, che la tua tecnica non abbia funzionato su di lui".

"Il suo potere è troppo elevato" disse Kat "Dobbiamo andarcene da questo posto!".

Due delle sue amiche erano d'accordo col suo suggerimento, ma una di loro, Syd, voleva fermamente restare, in modo da poter sostenere il proprio incontro.

Kat si aggrappò al braccio di una delle sue amiche, mentre altre iniziavano a tornare nello spazio dell'Universo 6. Mentre sapeva che avrebbe fatto il tifo per Syd, quando sarebbe stato il suo turno, l'unica cosa che Kat voleva davvero fare, dopo quel trauma, era tornare a casa.

Nello spazio dell'Universo 16, erano nel bel mezzo dell'analisi di ciò che era accaduto.

"La decisione di Vegeta è stata molto veloce" disse Bra.

"Dal momento in cui ha sentito Kat gridare che voleva arrendersi, Vegeta ha capito che doveva agire con la massima prudenza" disse Vegeth. "Ho l'impressione che Kakaroth non sia come il Goku a cui devo metà della mia esistenza. Lui è molto più violento. Vegeta sapeva che doveva fermarlo prima che colpisse nuovamente Kat".

Mentre Bra sembrava relativamente d'accordo con la valutazione della situazione da parte del padre, da un lato si sentiva ancora un po' incerta.

I commenti di Vegeth gli avevano suggerito che lui era stato in grado di sentire l'escalation interna della psicologia di Vegeta, oltre alla sua energia. Ciò è accaduto sul serio, oppure è stato suo padre a fare qualche interferenza?

Come con storie simili, si chiese se suo padre aveva "abbellito" ciò...

Commenti sulla Pagina:

Caricamento dei Commenti in corso...
[it]
EnglishFrançais日本語中文EspañolItalianoPortuguêsDeutschPolskiNederlandsTurcPortuguês Brasileiro
MagyarGalegoCatalàNorskРусскийRomâniaCroatianEuskeraLietuviškaiKoreanБългарскиעִבְרִית
SvenskaΕλληνικάSuomeksiEspañol Latinoاللغة العربيةFilipinoLatineDanskCorsu