DB Multiverse

Home Fumetto Minicomic Fan Art Autori FAQ Canali RSS Bonus Eventi Promo Siti Affiliati Tabellone del Torneo Lista degli Universi
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               

Dragon Ball Multiverse: Il Romanzo

Scritto da Loïc Solaris

Traduzione e adattamento di Transporter, ValentDs, BK-81, Crix

Riscopri la storia di DBM con più dettagli! Questo romanzo è verificato da Salagir e contiene anche aggiunte di suo pugno mai raccontate sul manga. Ciò rende questa storia un vero e proprio allegato al fumetto!

La prossima pagina verrà rilasciata tra: un giorno, 11 ore

Intro

Parte 0 :0
Parte 1 :12345

Round 1-1

Parte 2 :678910
Parte 3 :1112131415
Parte 4 :1617181920
Parte 5 :2122232425
Parte 6 :2627282930

Lunch

Parte 7 :3132333435

Round 1-2

Parte 8 :3637383940
Parte 9 :4142434445
Parte 10 :4647484950
Parte 11 :5152535455
Parte 12 :5657585960
Parte 13 :6162636465
Parte 14 :6667686970

Night 1

Parte 15 :7172737475
Parte 16 :7677787980
Parte 17 :8182838485
Parte 18 :8687888990

Round 2-1

Parte 19 :9192939495
Parte 20 :96979899100

Round 2-2

Parte 21 :101102103104105
Parte 22 :106107108109110
Parte 23 :111112113114115

Night 2

Parte 24 :116117118119120

Round 3

Parte 25 :121122123124125
Parte 26 :126127128129130
Parte 27 :131132133134135
Parte 28 :136137138139
[Chapter Cover]
Parte 7, Capitolo 35.

PARTE SETTE - UNA PAUSA PRANZO TANTO ATTESA!

Capitolo 35

Nello spazio dell'Universo 16, Goten e Trunks avevano tutto il tempo per prevedere ciò che sarebbe accaduto più avanti nel torneo. Con grandi sorrisi, chiacchieravano con i loro familiari e amici, dopo aver finito il pasto.

"La nostra vittoria è assicurata" proclamarono maliziosamente. "Tutto sta andando secondo i nostri piani, il secondo turno è praticamente nostro!".

Piccolo spalancò gli occhi. Ciò che avrebbero continuato a dire sarebbe stato stupido ed illogico, come al solito. Il grande Namecciano, a volte, si chiedeva come uno di loro potesse essere il presidente di una grande società a livello internazionale. Nel loro universo, non avevano mai combattuto con Vegeth e Bra. Eppure pensavano di poter vincere...

"Spiega la tua logica, microbo" disse la sorella a Trunks. "Ho proprio bisogno di una risata in questo momento".

Trunks, spesso chiamato col nome di "germe" da sua sorella, ignorò l'osservazione e proseguì. "Allora, è molto semplice. Papà ti sculaccerà, e tu perderai. Allora, l'unico avversario realmente pericoloso sarà Gotenks. Anche se credo che siamo comunque più forti di te, sorellina. Non è comunque un problema, siccome il destino è contro di te, e tu perderai contro papà".

"Bene, quindi avete parlato con Baba?" disse la ragazza, mentre incrociava le braccia.

"Esatto, e ci è costato un bel po'. Non posso neanche dirti il prezzo di una chiamata inter-universale! Ho dovuto vendere una filiale per pagarla!" scherzò Trunks.

"Assolutamente" aggiunse Goten, serio. "Ma lui avrebbe ugualmente perso soldi. Le fabbriche erano in deficit. Hanno cercato di vendere delle anti-capsule. Capsule giganti che possono contenere soltanto 1 o 2 elementi al loro interno. Un errore clamoroso!".

Gohan riuscì a sorridere, nonostante il suo dolore.

"Quindi, se ho capito bene" disse Vegeth "Sapete di non potermi battere e non avete paura nemmeno di Bu dell'Universo 4, di Broly dell'Universo 20, del Super Namecciano dell'Universo 7 e del vostro doppio del 18? Nessuno vi spaventa?".

"Ah, ah" disse Goten "Posso già vederli sotto la suola della scarpa del grande Gotenks".

"Sicuro... e se vi aspettate di vincere il torneo, come vincerete contro di me?" chiese di nuovo il loro padre, interessato alla risposta.

"Bene. Qui è dove il fato e gli Dei sono intervenuti contro di te. Ci dispiace per te, ma non vincerai. Verrai sconfitto presto, forse nel tuo primo combattimento. Esso sarà contro una delle più belle ragazze dell'Universo 6".

"Si, la rossa" aggiunse Goten.

"No, idiota! La rossa è quella che sta con quel bastardo di Bojack. Non hai notato il colore della sua pelle? Si tratta di qualcun'altro... userà il suo fascino come contro Kakaroth, e ti farà arrendere".

"Si, inizialmente non colpirai la donna, anche se sappiamo che non ti da fastidio..." aggiunse il fratello di Gohan.

L'umore si fece improvvisamente pesante. Goten sapeva di non essere stato molto sottile, e abbassò la testa, fingendo di essere interessato al cibo.

"Comunque" disse Trunks, cercando di cambiare lo stato d'animo "Non perderai per la forza, ma per poteri magici provenienti dalla luna, o qualcosa del genere".

"Ovviamente non hai guardato 'Le avventure di Vegeth' in tv, figlio mio. Sono immune da tutti i tipi di magia, e ho anche schiacciato il mago più potente di tutti, Babibi".

"Io non guardo i cartoni animati. Inoltre, gli alieni 3D non sono compatibili col televisore di casa. E non sono nemmeno nel tuo cartone animato. Fa schifo" rispose Trunks.

"Oh, mi dispiace, lo spettacolo doveva essere riguardante un eroe. Oltre a questo, dal momento che non fai nulla per tutto il giorno, non credo potrai combattere come una versione più giovane di te stesso".

"Il fatto che io sia chiuso in ufficio tutto il giorno, non significa che non faccia nulla..." rispose Trunks.

"Nessun allenamento fisico, comunque. Le tue braccia sono molli come caramelle e Gotenks sarà schiacciato dallo zio Crilin o da uno di quei deficienti della Squadra Ginew" aggiunse Bra, che raramente dava ai suoi fratelli la possibilità di prenderla in giro.

"Comunque, chi è rimasto di quella squadra?" chiese Gohan. Gli sembrava di ricordare... il piccolo uomo che poteva fermare il tempo, e Ginew stesso?

"Non ho visto il resto del loro gruppo. Ho la sensazione che non siano lì" disse il padre.

"Forse qualcuno sarà rimasto a proteggere il loro impero..." concluse Son Gohan.

"Eh-hem" si schiarì la gola Trunks. Si stavano allontanando dalle tematiche più interessati... ovvero loro stessi. "Quando Vegeth avrà perso, la donna incontrerà un bruto insensibile, nel turno successivo. Sarà sconfitta dal ragazzo coi capelli lunghi dell'Universo 13, uno dei pervertiti".

"Si tratta di Radish, il fratello di Go... Kakaroth" specificò il Namecciano.

"Et voilà! Insensibile al fascino, rispetto al fratello, egli vincerà. Poi, nel turno successivo, incontrerà Gotenks, che vendicherà la damigella!".

"Non dovresti vendicare damigelle, dovresti salvarle!" intervenne Videl, che aveva ascoltato solo la metà di ciò che avevano detto.

"Oh sì! Ma poi verrebbe eliminata la persona sbagliata".

"Quindi, vincerete. Quale sarà il vostro desiderio?" chiese Vegeth.

"Uh..." disse Trunks.

"Beh..." esclamò Goten.

"Penso che chiederemo a Shenron di radere la testa a Bra..." rispose il ragazzo dai capelli viola.

"E' Polunga" borbottò Piccolo, senza ascoltare pienamente.

"Calva... per tutta la vita!" specificò Goten.

Bra mantenne la sua calma. Sapeva che quei due buffoni l'avrebbero presa in giro solo in presenza di Vegeth, che li avrebbe protetti da lei. Non rispose, e restò in silenzio.

"No, in realtà... ho un desiderio da chiedere" disse Goten, improvvisamente serio. "A Shenron, chiederò...".

"Polunga!" disse Piccolo tra i denti.

"...chiederò agli organizzatori di ottenere il permesso per fare una passeggiata nell'Universo 6, dopo il torneo".

Gli altri rimasero in silenzio per un momento.

"Non ci resteremo a lungo. Pochi minuti... sì, pochi minuti...".

Goten aveva rotto finalmente l'atmosfera... così, tornarono tutti a mangiare i loro pasti, in silenzio. Vegeth sentì il ki di ogni persona seduta al tavolo aumentare. La rabbia e l'odio aveva causato ciò. Era vero che quella affascinante famiglia, eccetto Gohan, non aveva mai sperimentato gli orrori della guerra, e anche se tutti sapevano che la morte di Pan era temporanea, tutto ciò era difficile da accettare.

Ciò che li faceva impazzire, era la sadica risata di Bojack. Se Pan fosse morta dopo una serie di attacchi, o dopo un gran colpo d'energia, l'avrebbero certamente accettato; ma in questo modo... no, Bojack doveva pagare, in un modo o nell'altro.

Bra sapeva che se si fosse trasformata in Super Sayan avrebbe potuto schiacciare quell'idiota in pochi colpi. Oh, sì. La sua dimensione non poteva competere con la sua rabbia. In quel momento odiava suo fratello e suo padre, che si erano soffermati troppo nel seguire le regole di uno stupido torneo. Chi se ne importava del torneo?

Pensava molte cose "Pensano davvero che un gruppo di uccellacci potrebbe fermare le nostre azioni? Abbiamo Vegeth con noi... ha attraversato intere dimensioni, sconfitto esseri immateriali e malvagie creature. Come può un telecomando contenerlo?". No, se lui avesse voluto, avrebbe potuto schiacciare Bojack, gli organizzatori e gli altri combattenti. Sarebbe stato un servizio gratuito per tutti, ed un bel divertimento! Sarebbe stato veloce e semplice. Altro che aspettare le chiamate dei concorrenti. E poi Bra avrebbe finalmente potuto scaricare la sua rabbia su qualcuno con un elevato livello di potenza, qualcuno di diverso rispetto alla sua famiglia. Se il caso le avesse assegnato un avversario debole, non avrebbe potuto sfogarsi. Non aveva il diritto di uccidere un suo avversario. Ma voleva lasciar andare la sua rabbia.

Gohan percepì l'ostilità di sua sorella. Pensò...

"La tua rabbia è giustificata, ma non dimenticare, Bra, che la rabbia è la tua peggior debolezza... come padre non vorrei mai che accadesse qualcosa di male a mia figlia, ma come insegnate so quanto la sofferenza sia una parte fondamentale dell'apprendimento. Inoltre, ho il sospetto che durante le missioni vostre e di Vegeth, in giro per l'universo, tu abbia dovuto affrontare cose non adatte ad una ragazza da poco entrata nella fase dell'adolescenza. Sento che Pan è come mio padre... so che ti sentirai morire tante volte nella tua vita. Ogni volta che ci sarà un pericolo, forse anche nel corso di questo torneo, dovrai mantenere la calma. Le tue avventure sono soltanto all'inizio".

La tensione andava svanendo, a poco a poco. Piccolo guardò con la coda dell'occhio il Super Namecciano dell'Universo 7 che stava bevendo con la cannuccia. Piccolo aveva superato la potenza di tutti i Namecciani molto tempo fa, ma questo Super Namecciano doveva essere di gran lunga più potente di lui. Silenzioso come una tomba e solido come una roccia, l'ultimo dei Namecciani non era certo venuto per testare le sue capacità. Doveva vincere il torneo. Era veramente molto determinato. Ma aveva la forza necessaria per farlo? Per una volta, Piccolo rimpianse l'idea di non aver preso parte al torneo, desideroso di poter combattere contro quel suo simile. Per quanto riguardava la piccola Pan, la figlia del suo allievo... sentiva una gran tristezza, ma non era il tipo da consolare gli amici con una pacca sulla spalla.

Il pasto continuò. I Varga portarono un vassoio, da riempire con tutti i loro piatti. La frustrazione non durò a lungo.

"Allora, chi pensi che vincerà?".

Questa volta, la domanda di Piccolo era seria.

"Beh... io" disse Vegeth, con la bocca piena.

"Non ti preoccupa nessuno? Nemmeno quel Super Majin Bu?" continuò il Namecciano.

"Oh, lui... lui è sicuramente l'avversario più pericoloso. E' uno dei più forti nemici che abbia mai incontrato: energia illimitata, rigenerazione, poteri magici infiniti... se ci aggiungiamo il fatto che può assorbire tutti i guerrieri che vuole, egli può contare anche su nuove tecniche e una grande intelligenza. Un avversario sorprendente. Ma non può nulla... contro di me...".

La risposta sembrava ovvia... Vegeth era troppo sicuro di sé?

"E Broly?" chiese Bra "Stai facendo una gran confusione su di lui...".

"Uhm... Broly è un caso speciale. Il suo potere è in costante crescita da anni... e il risultato è una potenza terrificante. In forma di Super Sayan Leggendario dovrebbe anche essere insensibile ai colpi. Il ghiaccio potrebbe rompersi a causa della sua elevata energia. Credo che sia colui che ha il potere più grande qui. Un'enorme e brutale forza" disse, mangiando una ciotola ricolma di tagliatelle. "Un mostro indistruttibile, che diventa sempre più pericoloso ogni secondo che passa... ma sarà eliminato e rimandato al suo universo" aggiunse. "Attaccherà il pubblico di sicuro".

"Così, non puoi batterlo?" chiese Goten, che aveva un chicco di riso sull'angolo della bocca, notando che il padre aveva evitato una risposta diretta.

"Certo che posso. Ma a meno che io non sia il suo primo avversario. Sarà inviato nel suo universo prima che il suo nemico possa attirare la sua attenzione. Fossi io il suo avversario, gli correrei subito incontro. Ha ha!".

"Questo sarebbe possibile solo se Bu accettasse di imbrogliare per me..." pensò, mentre veniva dato un annuncio.

"La vostra attenzione per favore, cari combattenti e spettatori! Si prega di terminare il pasto in fretta! Il torneo riprenderà tra dieci minuti... il prossimo incontro sarà tra Vegeth dell'Universo 16 e il partecipante sconosciuto dell'Universo 20!".

Quest'inatteso annuncio fece quasi soffocare tutti i membri dell'Universo 16.

Soprattutto Trunks, che dovette battersi il petto per sbloccare le sue vie aeree. La ciotola di Goten gli era scivolata via, e lui aveva battuto la testa sul tavolo nel tentativo di recuperarla. Gohan sputò tutto quello che aveva in bocca, mentre Bra cadde dalla sedia.

Solo Piccolo, che aveva le braccia incrociate, sembrava non reagire... ma era scioccato quanto gli altri. Capì subito... era il risultato di un piano che Vegeth aveva istituito insieme al Bu dell'Universo 4. Egli aveva acconsentito alla richiesta del Sayan... ma perché? Il Namecciano ci pensò su per un momento... poi il suo sguardo cadde sullo spazio a destra.

Lo spazio riservato all'Universo 17 era il più tranquillo. A differenza degli universi con molti partecipanti e spettatori, come il 2 e l'8 (quello dei Demoni del Freddo), il 16, il 18 o il 10 prima della partenza, l'Universo 17 presentava soltanto due creature. Non si muovevano molto, e non avevano mangiato quasi nulla, a differenza dell'Universo 4, dove il solo partecipante presente si era ingozzato di caramelle.

Cell se ne stava tranquillo e paziente, con le braccia incrociate. Solo i suoi occhi erano attivi, e si muovevano rapidamente per osservare ciò che accadeva intorno a lui. In piedi, accanto a lui, c'era suo figlio, che guardava la gente sugli spalti e si muoveva un po', mantenendo comunque una buona condotta. Lo eccitava il pensiero di un'eventuale lotta. Sperò che suo figlio combattesse con un avversario sconosciuto che sottovalutasse la sua piccola creatura. Il piccolo Cell jr. era molto forte, veloce ed agile e possedeva un potenziale distruttivo, nonostante la sua piccola statura. Avrebbe avuto buone possibilità di vincere il suo prossimo combattimento.

Cell, però, aveva un solo desiderio per sé stesso: vincere il suo prossimo combattimento contro Bojack. L'aveva osservato bene nella battaglia contro Pan, la figlia di Gohan. In principio, non vi era nulla di interessante, ma grazie alla sua trasformazione aveva intrigato Cell. La figlia di Gohan non era abbastanza forte, ovviamente, anche se era un Super Sayan. Bojack l'aveva uccisa con una mano... lei non era stata in grado di sopravvivere. Pertanto, sembrava poter essere una bella lotta. Doveva esser forte almeno quanto Darbula!

In ogni caso, Cell non aveva nessun dubbio riguardo la sua vittoria. E nel terzo turno avrebbe incontrato il vincitore della sfida tra Crilin e Tapion... per il primo non c'era alcun problema, anche se sembrava diverso da quello che lui conosceva, e non solo per l'età. Per quanto riguardava invece Tapion... non sapeva nulla di lui, e siccome non aveva ancora combattuto non c'era nulla da dedurne. Almeno fino al secondo turno. Ma non sembrava molto impressionante... Cell avrebbe sicuramente vinto contro di lui.

Nel turno successivo avrebbe poi sfidato il vincitore tra Trunks dell'Universo 12 e Vegeta dell'Universo 18... o forse anche il Goku dell'Universo 13, chiamato Kakaroth. Trunks aveva avuto 10 anni per aumentare il suo potere, mentre Vegeta ne aveva avuto almeno trenta. Kakaroth era molto differente dal Goku del passato... "Sicuramente più debole di lui" pensò Cell, che avrebbe voluto affrontare la controparte di Son Goku.

Comunque, Cell non vedeva l'ora di osservare nuove lotte, per avere un quadro più chiaro della situazione... e, inoltre, sperava di poter combattere contro Goku in semifinale! Con un po' di fortuna, il suo Cell jr. sarebbe arrivato in finale, eliminando l'altra parte dei partecipanti, il che l'avrebbe facilmente reso il vincitore del torneo. E poi avrebbe potuto esprimere il suo desiderio... sì, perché Cell era diventato molto più forte di prima. Una forza incredibile, che Goku e i suoi amici non avrebbero mai potuto immaginare!

Commenti sulla Pagina:

Caricamento dei Commenti in corso...
[it]
EnglishFrançais日本語中文EspañolItalianoPortuguêsDeutschPolskiNederlandsTurcPortuguês Brasileiro
MagyarGalegoCatalàNorskРусскийRomâniaCroatianEuskeraLietuviškaiKoreanБългарскиעִבְרִית
SvenskaΕλληνικάSuomeksiEspañol Latinoاللغة العربيةFilipinoLatineDanskCorsu