DB Multiverse

Home Fumetto Minicomic Fan Art Autori FAQ Canali RSS Bonus Eventi Promo Siti Affiliati Tabellone del Torneo Lista degli Universi
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               

Dragon Ball Multiverse: Il Romanzo

Scritto da Loïc Solaris

Traduzione e adattamento di Transporter, ValentDs, BK-81, Crix

Riscopri la storia di DBM con più dettagli! Questo romanzo è verificato da Salagir e contiene anche aggiunte di suo pugno mai raccontate sul manga. Ciò rende questa storia un vero e proprio allegato al fumetto!

La prossima pagina verrà rilasciata tra: un giorno, 20 ore

Intro

Parte 0 :0
Parte 1 :12345

Round 1-1

Parte 2 :678910
Parte 3 :1112131415
Parte 4 :1617181920
Parte 5 :2122232425
Parte 6 :2627282930

Lunch

Parte 7 :3132333435

Round 1-2

Parte 8 :3637383940
Parte 9 :4142434445
Parte 10 :4647484950
Parte 11 :5152535455
Parte 12 :5657585960
Parte 13 :6162636465
Parte 14 :6667686970

Night 1

Parte 15 :7172737475
Parte 16 :7677787980
Parte 17 :8182838485
Parte 18 :8687888990

Round 2-1

Parte 19 :9192939495
Parte 20 :96979899100

Round 2-2

Parte 21 :101102103104105
Parte 22 :106107108109110
Parte 23 :111112113114115

Night 2

Parte 24 :116117118119120

Round 3

Parte 25 :121122123124125
Parte 26 :126127128129130
Parte 27 :131132133134135
Parte 28 :136137138139
[Chapter Cover]
Parte 10, Capitolo 49.

PARTE DIECI - LE ULTIME RISORSE DI VEGETH

Capitolo 49

Era una pericolosa corsa, in un enorme campo di battaglia. Numerose esplosioni risuonavano intorno a loro. Quattro punti bianchi si muovevano furtivamente, passando inosservati. Stavano per compiere una missione cruciale.

Dopo molti ostacoli, finalmente arrivarono. Avevano attraversato lo scudo di energia che Vegeth aveva creato intorno al corpo privo di sensi di Broly, arrivando sul lato sinistro del petto. Con un movimento veloce, ed un piccolo scoppio, quasi come se un tappo di sughero fosse stato rimosso da una bottiglia di vino, i puntini erano diventati delle dimensioni di un pollice. I mini-Bu sembravano orgogliosi e felici.

"Complimenti, amici miei! Finalmente ce l'abbiamo fatta!" esclamò uno di loro.

"Siamo finalmente entrati in territorio nemico..." disse un altro.

"...a rischio della nostra vita!" concluse un terzo Bu, salutando con la mano come un soldato.

"Sì" pianse un quarto, seguito dai suoi compagni.

Era stato davvero un grande successo. Mentre le altre parti del corpo di Bu combattevano con Vegeth, Gohan e Bra, loro erano riusciti a raggiungere l'obiettivo primario. Restava soltanto una cosa da fare, per ottenere la vittoria!

"Andiamo! Assorbiamolo!"

"Yeah! Yaaaaaay!" risposero gli altri tre, cominciando a trasformarsi in una sorta di gomma da masticare, che poteva allungarsi quasi all'infinito.

Così come avevano iniziato ad espandersi intorno a Broly, esplosero tutti. Non si erano disintegrati, così come li avrebbe resi la tecnica di Vegeth, ma si erano trasformati in uno stato di vapore rosato. E, la loro vaporizzazione, permise a Gohan di spingerli lontano. Era impossibile per quella parte del corpo di Bu riformarsi nello stesso luogo per cercare di assorbire nuovamente Broly.

Per l'Universo 16, c'era un nemico in meno. Per Bu, era disgustoso essere stato fermato proprio quando aveva raggiunto il 99% del suo obiettivo!

"Insolente! C'ero quasi!" gridò una delle teste di Bu accanto a Gohan, che sudava copiosamente... come risultato della gravità zero, il sudore pareva salire, anziché scendere.

"Dobbiamo resiste finché Broly non viene rispedito indietro!" disse il figlio di Vegeth, nel tentativo di rafforzare la sua stessa attenzione.

Non voleva rischiare nuovamente. L'assorbimento di Broly sarebbe stato troppo pericoloso. Bu avrebbe avuto una potenza illimitata, e in continuo aumento...

Gohan non osava immaginare il risultato...

Al centro di comando dei Varga, il tecnico aveva appena riparato il sistema, registrando il nuovo programma. Normalmente, avrebbe funzionato. Per quanto riguardava il Varga che l'aveva osservato, egli gli consegnò il telecomando. Quest'ultimo, piuttosto stupidamente, lo restituì al responsabile Varga e al Namecciano, entrambi presenti.

"Ecco! E' a posto!"

"Beh, invieremo Broly indietro più tardi!" disse semplicemente l'altro Varga.

Che tipo di idea aveva in testa, quando la cosa più importante era semplicemente quella di verificare il funzionamento del pulsante?

"Qual'è il problema? Ormai è lontano" disse semplicemente il Varga, poggiando il telecomando sulla console. "Ora..." continuò "...noi e gli altri partecipanti non siamo più minacciati direttamente da lui...".

Erano passati lunghi minuti da quando Bra aveva iniziato a combattere contro Bu, da sola. Ed era anche abbastanza ovvio che lui era molto più forte di lei! E anche molto più forte di Gohan! Era superiore al Super Sayan di Vegeth.

Ma lei non disperava. All'inizio, sentiva piacere nel battersi contro la leggenda di cui il padre e il fratello gli avevano parlato. Il più potente degli avversari. Ma, a poco a poco, iniziò a vacillare. Non riusciva più a riprendere fiato. Era limitata nella forza e nell'efficienza. E, dopotutto, il Super Sayan non era il suo unico livello...

Dopo aver preso alcuni pugni al volto, senza essere in grado di contrattaccare almeno una volta, il pensiero di Bra fu udito dalla sua famiglia.

"Papà! Lui è troppo forte! Ho bisogno di respirare... io... io non ce la faccio più!"

Improvvisamente, si rese conto che avrebbe potuto morire, lì, se avesse continuato in questo modo. Con questo, i suoi occhi si illuminarono, ampliandosi. Non poteva permettere che ciò succedesse!

"Non voglio morire qui, passo al livello successivo!".

Non le era permesso di farlo, come lei ben sapeva...

"Il livel... NO! Te l'ho proibito!" gridò Vegeth telepaticamente "Non farlo, Bra!".

"Non è il momento di..."

Gohan si fermò. Bra era già fuori di sé dalla forza e dalla rabbia. I suoi due membri della famiglia conoscevano bene questo tipo di potere... sapevano che sarebbe potuto diventare pericoloso!

"D'altra parte, non avrà molto da distruggere qui!" pensò Gohan, ricordando velocemente la prima volta in cui sua sorella era diventata un Super Sayan 2.

Improvvisamente, il corpo di Bra produsse una luce accecante, facendo arrestare tutti. Le teste di Bu rimasero congelate, di fronte a questo nuovo potere. Vegeth e Gohan si prepararono al peggio, rimanendo in guardia per un eventuale attacco di Bu.

"Aaah ..." disse questi, osservando la nuova trasformazione. Bra era più potente di Gohan ora. Ma lei non lo spaventava affatto. Era ben al di sotto del potenziale di Vegeth. Ma suo padre era stanco, così lei era la più forte, al momento.

I codini che le legavano i capelli nella parte posteriore e anteriore si ruppero, permettendo ai capelli di drizzarsi, come sempre accade nel secondo livello del Super Sayan. I suoi muscoli si addensarono, e gli occhi divennero terribili. Il suo sguardo la faceva sembrare pazza, priva di ogni pensiero razionale. O era solo concentrata sul suo avversario?

Quando fu pronta, allungò il braccio verso Bu, lanciando il suo primo attacco. L'intera metà del corpo inferiore di Bu scomparve immediatamente, con sua grande sorpresa.

"La tecnica di Vegeth!" urlò una delle teste verso Bra.

"Anche lei può uccidermi!" gridò un altro, non troppo lontano.

Come se avesse sentito, Bra si voltò, oscillando verso destra, spruzzando una notevole onda d'energia, dello stesso tipo che aveva spazzato via la metà inferiore di Bu. In meno di due microsecondi, tutte le 15 teste esplosero, senza lasciare traccia. Era un attacco efficiente e focalizzato.

Focalizzato su una sola cosa: distruggere tutto intorno a lei, prima che restasse a corto d'energia e d'ossigeno. Con nient'altro che quest'obiettivo in mente, si voltò per vedere un altro gruppo di teste di Bu, tutt'intorno a Gohan e Vegeth. Ma non li vide. La sua visione era oscurata. Tutto ciò che vedeva era una minaccia, una minaccia che attaccava violentemente.

"No! Bra!" la chiamò Gohan. Ma era troppo tardi. Inoltre, non l'avrebbe mai sentito.

L'attacco fu rapido. Non avevano tempo per evitarlo. Insieme a una ventina di teste intorno a loro, Gohan e Vegeth furono colpiti. I loro vestiti erano ridotti a brandelli, e loro erano coperti di ferite, ustioni e tagli. Vegeth, già stanco, fu colpito più duramente di Gohan. Tossì sangue, perdendo la sua trasformazione in Super Sayan.

"Ha ha! Questa ragazza è fantastica!" esclamò una delle teste, dividendosi in due.

"Ma non ci avrete mai!" gridò un'altra, moltiplicandosi anch'essa.

"Gohan! Papà!"

Bra si era resa conto di ciò che aveva fatto. Le sue pupille tornarono alla normalità. Improvvisamente, perse la sua forma di Super Sayan, e i suoi capelli cominciarono a galleggiare liberamente nell'aria, con le lacrime a riempirgli gli occhi. "Io... di nuovo...!"

Bu guardò i suoi tre avversari. Vegeth era privo di sensi, e Gohan era stato gravemente ferito. Poteva ancora combattere, forse, ma cosa poteva fare contro di lui? Quanto a Bra, si era lasciata andare. Non lo guardava più, ma fissava semplicemente il vuoto dello spazio. Per Bu, la lotta era ormai finita. E lui ne era uscito vittorioso. Richiamò le sue parti verso la sua testa, cominciando a ricostruire la sua metà perduta.

"Allora? Non è rimasto nessuno a fermarmi?" disse con un sorriso.

Gohan volò verso Vegeth, cercando di afferrarlo. Non c'era più nessuna minaccia per Bu. Si voltò verso Broly, finalmente pronto a raggiungere il suo obiettivo.

"Quindi Broly è mi...?".

Il sorriso di Bu scomparve immediatamente, quando si rese conto che l'oggetto dei suoi desideri era scomparso.

"Non è più quì!" gridò, quando vide la sfera incandescente d'energia, o meglio l'ultimo residuo dell'attacco di Vegeth che aveva circondato Broly.

Era stato troppo lento... l'Universo 16 l'aveva distratto troppo a lungo... quelle stupide oche erano riuscite a guadagnare abbastanza tempo da far riparare il meccanismo che egli stesso aveva distrutto.

"E' importante" disse il leader dei Namecciani, dopo aver premuto il pulsante. Di fronte a lui, lo stupido Varga stava ancora protestando.

"Nessuno se ne accorgerà, se lui non è più in questo universo..." disse, alzando le spalle.

"E' la cosa giusta" disse un altro Varga accanto a lui. "Non siamo qui per distruggere gli universi. Li manderemo tutti a casa, non importa in quale universo".

Il piccolo idiota alzò nuovamente le spalle. Per lui non importava se Broly apparteneva all'Universo 20, all'Universo 0 o a quello 3.14159...

Per qualcun'altro, però, importava molto...

Bu era infuriato. Ribolliva dentro, mentre il fumo fuoriusciva dal suo corpo.

Gohan afferrò Vegeth, e corse verso Bra. Con loro padre privo di sensi, lei era l'unica in grado di riportarli nell'arena. Erano disperatamente a corto d'ossigeno, e Gohan stava quasi per affondare in uno stato di incoscienza. Un altro po' e avrebbe raggiunto sua sorella...

"Bra! Portaci via! Torniamo indietro!" disse a sua sorella, scuotendola.

Iniziò a riprendersi dallo shock. Guardò Gohan con le lacrime agli occhi, ancora tremante. Poi, lentamente, alzò due dita sulla fronte, ricercando l'energia lontana milioni di chilometri.

Bu, dopo essersi pienamente ripreso, era furioso. Stringendo i denti per la rabbia, si lanciò sul gruppo, alzando il pungo. Ma esso oscillò a vuoto. Si erano teletrasportati...

A poche centinaia di metri dal campo, tra le scogliere rocciose, tre persone apparvero, esauste. Bra era riuscita ad utilizzare il teletrasporto di Kibith per andare in un luogo deserto, e non attirare l'attenzione dei partecipanti.

Bra si piegò in due, appoggiando le braccia sulle ginocchia per evitare di crollare esausta. I capelli le ricadevano sul collo e sulla fronte. Era molto più bella così. Era meno minacciosa. Era il suo look ideale, non importa cosa pensasse. Gohan posò delicatamente il padre a terra, e il Sayan nato dalla fusione iniziò a respirare ossigeno fresco. In pochi istanti aveva ripreso conoscenza, ma non era ancora in grado di stare in piedi.

Dopo aver respirato profondamente, cercando di ignorare le ferite su tutto il corpo causate dall'attacco di Bra, Gohan parlò a Vegeth. "Papà! Stai bene?".

"Sopravviverò" rispose debolmente, quasi sussurrando. "Piccolo... ha i Senzu... ci troverà presto".

Un vento leggero sembrava accarezzarli. Erano stati feriti, ma la loro missione era stata un successo. Bu non aveva assorbito il potere infinito di Broly. La loro piccola avventura, così pericolosa, era finita...

Improvvisamente, udirono un nuovo rumore. Ruotando verso di esso, i tre guerrieri dell'Universo 16 poterono vedere Bu in piedi, illeso, come se non avesse mai combattuto nello spazio. Era chiaramente furioso. Coi denti stretti, e gli occhi ardenti d'odio e di un forte desiderio di vendetta. Il suo sguardo omicida sembrava pronto ad attaccarli, pur essendo molto vicini all'arena.

Bra si trasformò immediatamente in Super Sayan: dovevano difendersi. Lei era completamente spettinata, e i suoi capelli d'oro si erano sollevati in un groviglio disordinato, intorno alla testa. Gohan si risollevò, riaprendo l'occhio destro gonfio. Anche Vegeth ottenne una raffica di coraggio. Ma non aveva forza. Non poteva trasformarsi in Super Sayan. In realtà, riusciva a malapena a stare in piedi: le gambe gli tremavano, e sembrava pronto a crollare da un momento all'altro.

"Posso respirare, ma sento ancora più male. E sono ancora senza energia! Bra e Gohan dovrebbero essere in grado di...".

Vegeth si fermò. La sua preoccupazione si bloccò. Bu stava sorridendo. Era un sorriso sadico, la risata brutale di un cattivo vittorioso, pronto a schiacciare gli insetti che lo avevano ostacolato, senza pietà o rimorso? No, non questa volta. Bu sorrideva perché... era estremamente felice!

"Complimenti per la lotta, è stata meravigliosa! Grazie a tutti voi" disse, voltandosi verso l'arena ed avviandosi a piedi. "Sono impaziente di affrontarvi al meglio delle vostre possibilità!" disse infine, agitando il braccio.

Dall'iniziale sconvolgimento, quasi come un bambino a cui era stato negato un giocattolo, il demone rosa si era finalmente calmato, deciso a soffermarsi sul divertimento di cui aveva goduto. Il Bu che Vegeth e Gohan avevano conosciuto nell'Universo 16 non si sarebbe mai comportato in quel modo.

Bra, ancora Super Sayan, non credeva ai suoi occhi, e restava pronta a tutto. Che si trattasse di qualche strano trucco? Vegeth, ancora ansimante, pensò. "Stava davvero cercando di assorbire Broly ... ?".

Il trio rimase in silenzio per alcuni minuti, volendo essere sicuri che Bu non li avrebbe attaccati. Una volta scomparso nell'arena, Gohan si voltò verso suo padre, aiutandolo a volare nella stessa direzione. Senza attirare l'attenzione, trovarono l'ingresso esterno alla stanza del loro universo, e vi entrarono, camminando. Piccolo, che aveva finalmente individuato le loro energie, si unì a loro nell'ingresso dello spazio. Aveva visto Bu dell'Universo 4 arrivare poco prima, con le braccia incrociate, nel suo spazio. Il demone rosa sorrideva mentre osservava la lotta che si svolgeva sul ring sopra la sua testa.

Il Namecciano non fece domande, offrendo velocemente dei Senzu ai suoi amici. Si sarebbero spiegati abbastanza presto. Gohan prese un Senzu, Bra due e Vegeth ne ingoiò due manciate.

"Grazie Piccolo" disse Vegeth, mentre guardava le sue ferite dissolversi.

"Vi ricostruirò anche i vestiti" rispose tranquillamente il Namecciano, desideroso di sapere cosa fosse successo tra Vegeth, Bu e Broly.

Vegeth gli chiese di raggiungere il loro spazio in silenzio. Superarono Trunks e Goten, che stavano osservando la lotta tra Yamcha e C-18.

Nello spazio dell'Universo 18 in molti si ponevano delle domande, cercando velocemente risposta.

"L'Universo 16 ha svolto una bella gita, a quanto pare..." disse Vegeta, con le braccia eternamente incrociate.

"Riguarda Bu" confermò Goku, osservando l'Universo 4 insieme a Piccolo.

Con Gohan dietro di loro, speravano di poter chiedere cosa fosse successo, anche se avevano una buona idea... nell'Universo 17, Cell capì una cosa.

"Se combattiamo lontano dall'arena, non lo possono notare. Ne prenderò nota. Ma chi è quel tipo dell'Universo 4? E perché stava combattendo per Broly?" si chiese.

Pochi minuti dopo, Vegeth tornò dai suoi alloggi con vestiti nuovi, seguito da Piccolo, Bra e Gohan.

"Cosa mi sono perso?" chiese innocentemente a Goten e Trunks, quasi come se fosse tornato da una pausa per andare in bagno.

"Yamcha è un cyborg!" gridò quasi Trunks, molto eccitato dalla lotta che si stava svolgendo.

"Che forza!" aggiunse Goten, altrettanto felicemente.

"Davvero?" Vegeth era stupito.

Per lui, come per molti altri, la storia dell'Universo 9 era molto intrigante. E vedere Crilin, Yamcha e Tenshinan l'aveva reso ancora più desideroso di parlare con loro.

Guardando il ring, si preparò ad osservare la fine del combattimento...

Commenti sulla Pagina:

Caricamento dei Commenti in corso...
[it]
EnglishFrançais日本語中文EspañolItalianoPortuguêsDeutschPolskiNederlandsTurcPortuguês Brasileiro
MagyarGalegoCatalàNorskРусскийRomâniaCroatianEuskeraLietuviškaiKoreanБългарскиעִבְרִית
SvenskaΕλληνικάSuomeksiEspañol Latinoاللغة العربيةFilipinoLatineDanskCorsu