DB Multiverse

Home Fumetto Minicomic Fan Art Autori FAQ Canali RSS Bonus Eventi Promo Siti Affiliati Tabellone del Torneo Lista degli Universi
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               

Dragon Ball Multiverse: Il Romanzo

Scritto da Loïc Solaris & Arctika

Traduzione e adattamento di Transporter, ValentDs, BK-81, Crix, PGV 2

Riscopri la storia di DBM con più dettagli! Questo romanzo è verificato da Salagir e contiene anche aggiunte di suo pugno mai raccontate sul manga. Ciò rende questa storia un vero e proprio allegato al fumetto!

La prossima pagina verrà rilasciata tra: 15 ore, 13 min

Intro

Parte 0 :0
Parte 1 :12345

Round 1-1

Parte 2 :678910
Parte 3 :1112131415
Parte 4 :1617181920
Parte 5 :2122232425
Parte 6 :2627282930

Lunch

Parte 7 :3132333435

Round 1-2

Parte 8 :3637383940
Parte 9 :4142434445
Parte 10 :4647484950
Parte 11 :5152535455
Parte 12 :5657585960
Parte 13 :6162636465
Parte 14 :6667686970

Night 1

Parte 15 :7172737475
Parte 16 :7677787980
Parte 17 :8182838485
Parte 18 :8687888990

Round 2-1

Parte 19 :9192939495
Parte 20 :96979899100

Round 2-2

Parte 21 :101102103104105
Parte 22 :106107108109110
Parte 23 :111112113114115

Night 2

Parte 24 :116117118119120

Round 3

Parte 25 :121122123124125
Parte 26 :126127128129130
Parte 27 :131132133134135
Parte 28 :136137138139140
Parte 29 :141142143144145
Parte 30 :146147148149150
[Chapter Cover]
Parte 12, Capitolo 56.

PARTE DODICI - IL GUSTO DELLA VENDETTA

Capitolo 56

Dopo la lunga lotta tra i due Goteks degli Universi 16 e 18, vi era stata la vittoria senza confronto tra NekoMajin dell'Universo 2, e un combattente del ritirato Universo 10. Due nuovi guerrieri sarebbero stati chiamati dall'annunciatore Varga. Parlando nel microfono, la sua voce uscì da diversi altoparlanti installati nello stadio, inclusi i venti spazi dedicati ai partecipanti.

"Il prossimo combattimento è tra Xeniloum dell'Universo 19 e Majin Bu dell'Universo 4!".

Senza sorpresa, Bu volò, con le braccia incrociando, raggiungendo il ring, in attesa del suo avversario. Decidendo di fare qualcosa di nuovo, il commentatore aggiunse "L'Universo 19 ha perso uno dei loro combattenti in precedenza, contro un giovane dell'Universo 18. Facciamo tutti un pensiero per Tidar, la prima morte di questo torneo. Senza alcun dubbio, Xeniloum vorrà vendicare il suo compagno, contro il suo avversario!".

"Beh, è il momento di mostrarglielo..." disse Xeniloum, attivando l'armatura da combattimento, forgiata a base di carbonio.

Comparvero le spalline ed una protezione ventrale, dopo la formazione di un triangolo a protezione del cuore del guerriero. Altre protezioni per gomiti e ginocchia fecero la loro comparsa allo stesso tempo. Vicino ai guerrieri dell'Universo 19, il gruppo dell'Universo 18 sembrò stupito.

"Che cosa? Non vi arrendete tutti?" chiese sorpreso Ub, avvicinandosi al muro che delimitava i loro spazi.

"Ehi tu, non prenderci in giro! Se continuate così..." cominciò a gridare Magsuns, uno dei due membri biondi del gruppo.

"Mi dispiace! Mi dispiace per il tuo amico, ma ho vinto" si scusò prontamente il giovane, pensando "Ha tagliato il mio braccio, non dimenticarlo...".

Il combattente dello spazio dell'Universo 19 si calmò e si raddrizzò. Dopo alcuni secondi in cui i due uomini si fissarono, Ub, che non voleva che perdessero un altro membro del loro gruppo, disse "Ma dovete proprio farlo? Non avete visto la potenza degli altri? Le armature sono nuove e tutto il resto, ma non sarà sufficiente per...".

"La nostra armatura? Tu non capisci, tu non hai visto le nostre attrezzature reali!" esclamò Magsuns, guardando i suoi tre amici dietro di lui che lo ascoltavano.

"Non hai visto che abbiamo cambiato le nostre armature?" aggiunse il più grande dei combattenti.

Ub e i suoi amici avevano notato avevano notato che la maggior parte di loro aveva cambiato la corazza. Il più grande aveva scambiato la sua imponente armatura con qualcosa di più semplice e pratico, anche se sembrava meno efficace. Come seconda cosa, Ub notò che ogni combattente aveva lo stesso tipo di corazza: senza personalizzazione; sembravano tutti uguali. Armature fabbricate in serie? Impensabile... al contrario, fabbricare lo stesso tipo di armatura, basato sulla stessa tecnologia, era devastante...

"Non pensavamo di aver bisogno della nostra corazza da guerra per un semplice torneo..." aggiunse uno di loro, prima che l'altro potesse continuare.

"Ma quando abbiamo scoperto che il livello è molto più alto di quello dei Demoni del Freddo, abbiamo chiesto il permesso di utilizzare le nostre armature 'ultra'. I Varga hanno inviato un messaggio alla gerarchia".

"Cosa sono i Demoni del Freddo?" chiese leggermente Goku a Piccolo, di fianco a lui.

"Freezer, Cooler e Re Cold..." disse Vegeta. "Sono gli ultimi rappresentanti della stirpe dei Demoni del Freddo".

"Ah, beh, hanno questi nomi? Non sono molto impressionanti...".

"In ogni caso, abbiamo capito che i loro nomi sono schifosi!" aggiunse Trunks, guardando Goten.

"E il tuo?" replicò Vegeta, ancora una volta esasperato dal comportamento del figlio.

Non c'era dubbio sul fatto che Trunks dell'Universo 12 avrebbe dovuto essere suo figlio "reale"...

"Come fai a sapere che sono stati gli ultimi?" chiese Gohan, tornando al tema principale.

"Ci sono storie che venivano raccontate..." rispose Vegeta, cominciando ad essere stanco di queste spiegazioni. "Ricordo di un libro che parlava del loro popolo... era chiamato Hanasia, credo...".

I guerrieri dell'Universo 19, anche loro stanchi della lezione di storia, ricominciarono le spiegazioni sulla loro armatura.

"I grandi saggi sono sempre lenti a decidere" continuò il grande guerriero, senza preoccuparsi di una piccola discussione che aveva luogo nello stesso momento in cui parlava. "Ma ora ci sarà da divertirsi. Finalmente possiamo combattere".

Gohan intervenne, per trasformare questa discussione.

"Sono felice per te, ma avrai notato che qui la maggior parte delle persone sono più forti di Freezer...".

Questa volta, il terzo uomo del gruppo dello spazio numero 19 decise di intervenire.

"La forza è nulla. Il Broly che vi spaventa così tanto? Con quest'armatura, l'avrei distrutto in un sol colpo".

"Non hai visto che era invincibile? Che nulla può fargli del male?" rispose Gohan, stupito dalla grande fiducia che questi uomini riponevano nelle loro attrezzature.

"Sì, ma è inutile contro la nostra...".

"Basta, Naurb" tagliò corto seccamente il suo amico. "Non rivelare le nostre armi. Guarda la lotta di Xeniloum, invece...".

Xeniloum stava raggiungendo Bu, in paziente attesa sul ring da già due minuti... tuttavia, la lotta non era ancora iniziata. Gli spettatori cominciavano a spazientirsi. Xeniloum aspettava che il suo avversario gli prestasse attenzione. Quando fu stanco che il demonio non sembrasse interessato alla lotta, lo chiamò.

"Ehi! Uh... Bu! Sei pronto?" chiese Xeniloum.

"Mi dispiace..." disse questi, notando il combattente. "Stavo ascoltando l'appassionante discussione laggiù... ma puoi attaccare, se vuoi. La battaglia è cominciata" disse infine il demone rosa, con un sorriso.

Xeniloum sospirò e allungò il braccio sinistro, puntando l'indice verso Bu. Non aveva intenzione di risparmiarsi. Se Bu non voleva fare sul serio, sarebbe stato peggio per lui.

Una luce apparve sulla punta del suo dito. Xeniloum sembrò disegnare rapidamente una "Z", un disegno ora presente sul corpo del demone rosa, diviso in quattro parti principali su tutto il tronco. Il laser invisibile continuò la sua strada forando le gradinate dello stadio, alle spalle dello scudo d'energia, continuando con uno dei pilastri al di sopra della folla.

"Già..." disse Bu, mentre il suo corpo si rigenerava.

"E' proprio come pensavo..." disse Xeniloum. "Hai gli stessi poteri dell'altro Bu!".

Nel centro di controllo, i Varga erano un po' in panico. Qualche calcolo e qualche commento qua e là.

"Ha tagliato lo scudo!" gridò uno dei Varga.

"Il 100% dell'energia è passata attraverso lo scudo!" informò un secondo.

"Se spara un raggio del genere verso la gente, tutti saranno mutilati e uccisi!" disse il primo. "La loro tecnologia è superiore alla nostra?".

Un Namecciano intervenne, per rispondere alla domanda.

"Credo di si. Quando li abbiamo trovati, abbiamo scoperto un popolo avanzato in tutti i settori... era davvero impressionante...".

Molti Varga rimasero sorpresi. Essi credevano di essere i più avanzati in tutti gli universi... ora guardavano la battaglia da una prospettiva diversa.

Xeniloum mantenne la calma, nonostante il fallimento del suo primo attacco. Aveva ancora qualche asso nella manica.

"Che ne dici di questo?" disse nuovamente, tendendo il braccio verso Bu.

Usando il suo braccio destro, attivò un meccanismo di piccole dimensioni che evocò una piccola sfera di luce tremolante, che si avviava lentamente verso Bu. Era un'arma facile da evitare, con un rinculo simile ad un fucile di grandi dimensioni. Una volta lanciata, Xeniloum approfittò del rinculo per compiere un salto all'indietro, allontanandosi. Bu sorrideva, divertito.

"Sei proprio carina! Come ti chiami, piccola?" prese in giro l'attacco, puntando il dito indice destro sulla sfera, che si avvicinò inesorabilmente, toccandolo...

La sfera esplose violentemente. L'esplosione coinvolse Xeniloum, che, tuttavia, riuscì a controllare la sua levitazione, dimostrando una completa padronanza della sua armatura.

Il fumo sul ring si diradò, rivelando che la parte superiore del demone era scomparsa, disintegrata dall'esplosione.

Ancora una volta, i Varga rifletterono su alcuni confronti tecnologici. I due Piccolo degli universi 16 e 18, invece, preferirono tenere per sé i propri pensieri.

"Un esperto può vedere che si tratta di un attacco molto concentrato. Un Super Sayan 2 non sarebbe sopravvissuto.... questi guerrieri non mentono, quest'armatura è davvero molto potente. Con un'attrezzatura del genere, anche quell'idiota di Satan sarebbe in grido di sconfiggere uno come Cell!".

"Si chiama 'Addio Bu'" disse Xeniloum, rivolgendosi al suo avversario come fosse presente sul ring. "Mi dispiace di averti distrutto e ucciso... ma credo non ci fossero alternative".

Mentre si stava dirigendo presso il suo spazio, qualcosa attirò la sua attenzione: appena sopra al ring, qualcosa andava formandosi. In primo luogo, qualcosa di vaporoso cominciò a prender forma, di un colore rosato. A partire dalla testa, prendeva la forma del corpo di Bu. Non ancora completo, disse "Mi hai convinto. La tua armatura è interessante. Da qua!" comandò, schioccando le dita, di far venire a lui l'armatura del suo avversario, ancora sorpreso dal fallimento del secondo attacco.

Ma non successe nulla.

"Huh? Questa è la prima volta che la mia tecnica non funziona!".

Bu, questa volta, era più che sorpreso. Un avversario che lo stupisse con una nuova tecnologia, e che una delle sue tecniche non funzionasse... era davvero tutto nuovo!

"Ah, vedo!" disse Xeniloum, sorridendo, anche se un po' preoccupato. "Volevi che me la togliessi coi tuoi poteri? I nostri sistemi sono protetti contro la telecinesi, mi dispiace...".

"In questo caso...!" rispose Bu dell'Universo 4, lanciandosi sul suo avversario.

Reagendo, e stringendo i denti, Xeniloum si ritirò a tutta velocità, mentre sparava diverse raffiche d'energia dal dispositivo sul suo braccio sinistro. Quei raggi, normalmente fatali per i comuni mortali, trafissero Bu senza provocargli alcun danno. Si era rigenerato quasi subito.

Ora, a due metri da Xeniloum, Bu cambiò improvvisamente forma, diventando una sorta di area che ricopriva grandi dimensioni, grande il doppio del guerriero, ed ampia la metà più di lui.

"Ha intenzione di assorbirlo!" gridò Gohan.

"Ma è permesso?" chiese Goten, confuso.

Bu inghiottì completamente il suo avversario. Piuttosto rapidamente, riguadagnò la sua forma normale. Ma la sua pelle sul fondo della schiena sembrò strapparsi, e il capo di Xeniloum, cosciente e ricolmo di sudore, emerse. Col pugno destro, strappò via la pelle del demone rosa, venendo rilasciato dal suo corpo. Ma aveva addosso solo le mutande! La sua armatura era sparita.

Inizialmente, gli amici di Xeniloum avevano pensato fosse riuscito a tirarsi fuori grazie alla potenza della sua armatura. Ma se era uscito mezzo nudo, c'era una sola spiegazione: Bu aveva compiuto il suo obiettivo, e lui era stato rilasciato di proposito.

Xeniloum cominciò a cadere, e, quando si toccò la fronte, cominciò a rendersi conto che tutto il suo equipaggiamento era scomparso, inghiottito dal suo avversario, che era di fronte a lui, pronto a schernirlo.

"Io mi tengo l'armatura... e me la studio in pace".

Rapidamente, gettò un pesante calcio al volto del guerriero, ora senza la protezione della sua armatura. Xeniloum cadde pesantemente, cedendo sotto il suo peso. L'amico di Xeniloum, Naurb, corse verso di lui, spaventato, mentre il commentatore Varga cominciò a contare. Bu iniziò ad entrare nel suo spazio.

"Trenta secondi svenuto..." contò infine il Varga, consentendo a Naurb di riportare l'amico nel loro spazio. "Il vincitore è Bu dell'Universo 4!".

Due Namecciani si unirono a Naurb e Xeniloum, offrendo il loro sostegno e la loro assistenza. Nello spazio 19, i guerrieri erano improvvisamente in preda al panico.

"Dannazione! Nel momento in cui abbiamo usato l'Ultra, ce l'hanno rubato! Dobbiamo riottenerlo!" gridò il più grande.

"Stai calmo!" intervenne Eleim, che aveva un taglio di capelli simile a quello di Vegeta, ma biondo, quasi fosse un Super Sayan. "Solo le onde cerebrali di Xeniloum possono far funzionare l'armatura... quel Bu non potrà farne nulla...".

"Meglio..." rispose il grande guerriero. "Perché Bu ha appena appreso tu-sai-cosa... ora è estremamente pericoloso!".

Bu aveva appena messo un piede nel suo spazio, sentendo ciò che avevano detto di lui.

"Solo ora? Sei divertente..." disse con dolcezza, divertito e un po' deluso nel non essere stato preso dall'inizio come una persona pericolosa.

"Non sanno che tra tutti quelli che ho assorbito, ci sono esseri molto intelligenti?" pensò. "Qualunque difesa possa avere quest'armatura, io capirò come utilizzarla...".

Nello spazio dell'Universo 18, Vegeta non cercò di evitare umilianti commenti sull'intero universo. Se poteva essere d'aiuto per farli arrendere ed accelerare il torneo, sarebbe stato meglio.

"Infatti con quest'armatura è cambiato proprio tutto! Che vittoria!".

"Sono molto più potenti di quanto si possa immaginare. Sono solo stati sfortunati nel trovarsi di fronte Bu, tutto qui..." pensò Piccolo, non volendo contraddire apertamente Vegeta.

"Le loro armature non sono da prendere alla leggera..." disse Goku, che non aveva problemi nel contraddire il suo rivale. "Perché noi... non possiamo rigenerarci".

Vegeta non rispose. Lui sicuramente sapeva che, in realtà, una tale arma poteva essere letale. Ma non era un problema.

Facendo un piccolo esempio di suo padre, per una volta, Trunks, con Goten ovviamente, si avvicinò allo spazio 19. Fecero finta di parlare tra di loro, per mettere su un po' di spettacolo. Fecero il broncio, imitando l'arroganza di Naurb.

"Tsk! Queste non erano le nostre vere armature da guerra!".

"Sì! aggiunse Goten. "Ora metteremo la nostra Giga-Ultra armatura! Con questa, distruggeremo Bu con un colpo solo!".

"Li uccido!" gridò Magsuns, prima di essere trattenuto da un suo compagno.

Vegeta deviò la sua attenzione dall'Universo 19, che non lo interessava. Voleva che arrivasse il momento della sfida con il suo figlio alternativo, Trunks.

"Quando finirà questo turno? Vorrei combattere" disse Vegeta, con le braccia incrociate, in attesa dell'annuncio del prossimo combattimento, mentre il ring veniva riformato, ancora una volta.

"E' tutt'altro che finito, Vegeta" rispose Gohan, evitando di prenderlo per un idiota nominando il numero di battaglie che mancavano alla fine del primo turno, e di quelle del secondo turno, prima di lui.

"E' troppo lungo! Mi sento come se fossero passati due anni da quando siamo qui...".

Improvvisamente, un commentatore Varga annunciò il prossimo combattimento, una lotta che Son Goku e pochi altri avrebbero seguito da vicino...

Commenti sulla Pagina:

Caricamento dei Commenti in corso...
[it]
EnglishFrançais日本語中文EspañolItalianoPortuguêsDeutschPolskiNederlandsTurcPortuguês Brasileiro
MagyarGalegoCatalàNorskРусскийRomâniaCroatianEuskeraLietuviškaiKoreanБългарскиעִבְרִית
SvenskaΕλληνικάSuomeksiEspañol Latinoاللغة العربيةFilipinoLatineDanskCorsu