DB Multiverse

Home Fumetto Minicomic Fan Art Autori FAQ Canali RSS Bonus Eventi Promo Siti Affiliati Tabellone del Torneo Lista degli Universi
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               

Dragon Ball Multiverse: Il Romanzo

Scritto da Loïc Solaris

Traduzione e adattamento di Transporter, ValentDs, BK-81, Crix

Riscopri la storia di DBM con più dettagli! Questo romanzo è verificato da Salagir e contiene anche aggiunte di suo pugno mai raccontate sul manga. Ciò rende questa storia un vero e proprio allegato al fumetto!

La prossima pagina verrà rilasciata tra: 2 giorni, 5 ore

Intro

Parte 0 :0
Parte 1 :12345

Round 1-1

Parte 2 :678910
Parte 3 :1112131415
Parte 4 :1617181920
Parte 5 :2122232425
Parte 6 :2627282930

Lunch

Parte 7 :3132333435

Round 1-2

Parte 8 :3637383940
Parte 9 :4142434445
Parte 10 :4647484950
Parte 11 :5152535455
Parte 12 :5657585960
Parte 13 :6162636465
Parte 14 :6667686970

Night 1

Parte 15 :7172737475
Parte 16 :7677787980
Parte 17 :8182838485
Parte 18 :8687888990

Round 2-1

Parte 19 :9192939495
Parte 20 :96979899100

Round 2-2

Parte 21 :101102103104105
Parte 22 :106107108109110
Parte 23 :111112113114115

Night 2

Parte 24 :116117118119120

Round 3

Parte 25 :121122123124125
Parte 26 :126127128129130
Parte 27 :131132133134135
Parte 28 :136137138139140
Parte 29 :141142143
[Chapter Cover]
Parte 27, Capitolo 134.

Capitolo 134

Traduzione e adattamento di Crix

Gotenks rispose alla provocazione del suo avversario aumentando l'aura al massimo delle sue potenzialità, sprigionando in quel momento il 100% del suo potere. Bu abbozzò un ghigno, consapevole di non essere poi così tanto superiore. Il guerriero fuso, con serietà, si gettò su di lui scagliando una cascata di colpi furiosi che fendevano l'aria. Bu rimase fermo, permettendo ad ogni colpo di raggiungere il suo corpo. Il Saiyan imprecò a voce alta, calciando la testa di Bu con tutta la sua forza, ma quest'ultima incassò il colpo come un pancake. Con il contraccolpo creato, Gotenks mise velocemente la sua mano sul collo di Bu e scaricò un colpo energetico su di lui, disintegrando il suo corpo in gelatina. Immediatamente realizzò quanto quella mossa fosse stata futile.

"Maledetto," fece Gotenks girandosi. "Affrontami, codardo!"

Dall'altra parte del ring, il Djinn era coricato e rilassato mentre sorseggiava un cocktail e leggeva una rivista, come nella stessa scena della stanza dello Spirito e del Tempo.

"Ma..." Un Varga si chiedeva stupito. "Dove ha preso il libro?"

Appoggiato sul muro dello spazio dell'universo 7 come sempre, Gast stava analizzando la scena con attenzione. Non c'era più nessun dubbio nella sua mente, nonostante gli fosse difficile ammetterlo: in termini di pura potenza, quei due erano decisivamente al di sopra rispetto a lui. Si chiedeva quanti altri in quel torneo lo avessero superato. Ma il Super Namecciano non era arrivato fin là per perdere, Gast era determinato a trovare un mondo per avere il suo desiderio, in un modo o nell'altro.

Bu fece un largo sogghigno, alquanto soddisfatto di se stesso, come sempre. Ovviamente era tutto uno scherzo. Aveva pensato tutto come uno stupido stratagemma, ma voleva con tutta serietà avere un reale combattimento. Rialzandosi in piedi rispose a Gotenks.

"Va bene allora! Vuoi che ti affronti? Perfetto, ecco una delle mie ultime novità!"

Abbassando la guardia, chiuse gli occhi e si concentrò. Pochi secondi dopo, un'armatura splendente emerse dal suo corpo, la quale senza dubbio ricordava quella di Xeniloum.

"Come è possibile?" Esclamò Eleim facendo un passo indietro.

"È l'armatura Ultra!" Si preoccupò Xeniloum.

"No, non può essere!" Si disperò Naurb. "Ci ha ridato l'armatura che aveva rubato, non dovrebbe averla più!"

"Ehh" ringhiò Bu, sentendo gli Helioriani di sfuggita.

"È vero, ma ve l'ho ridata solo perché non mi serviva più. Avevo finito la mia analisi e ora posso riprodurla quando voglio."

Dire che gli Helioriani erano paralizzati dalla paura sarebbe stato un eufemismo. Bu era una creatura capace di cose che non avrebbero mai immaginato, forte in ogni campo. A questo punto sembrava intoccabile, senza contare il fatto che ora aveva accesso all'armatura...

"Carbonite", sussurrò Xeniloum senza fiato, sembrando disperato. "Bu adesso è la minaccia numero uno qui!"

"Calmati" fece Eleim in modo calmo, cercando di rassicurare gli altri. "Per usarla, avrebbe bisogno delle tue onde celebrali. Senza queste, non riuscirebbe ad attivarla."

"Oh, questo non è un problema!" Il Djinn altezzoso fece una risatina, dando voce al Vegeta interiore.

Gradualmente il suo viso si trasformò in qualcuno che gli Helioriani conoscevano bene. Non per niente aveva assorbito il guerriero dell'universo 19. Le onde celebrali in questione erano state copiate in una piccola porzione della sua mente, capace di essere utilizzata quando ne aveva bisogno. Infatti, aveva la facoltà di prendere le sembianze di ogni essere che avesse mai assorbito.

Xeniloum cadde al suolo scioccato. La faccia di Bu sembrava in quel momento uno specchio per lui. Il Djinn scoppiò in una risata vedendo la reazione che aveva generato. La sua risata si placò quando si rigirò verso Gotenks, che invece sembrava per nulla impressionato. Era consapevole della potenziale pericolosità mortale dell'attacco, ma era preoccupato giusto per il pubblico più che per se stesso.

"Un viso o l'altro, Bu, ricordati che ti polverizzerò la faccia! Prendi questo, Big Bang.... Attack!"

Imitando la posa di Vegeta, lanciò una sfera energetica estremamente potente. Pigramente, Zen Bu oscillò la sua cresta colpendo la sfera e respingendola verso il mittente. Il guerriero fuso, avendo molto tempo, reagì con calma rinviandola nello spazio desolato con un calcio.

"Allora è il mio turno! Ultra Waver Ball!"

Generata dalla sua armatura, un'altra sfera energetica emerse dal braccio piegato di Bu, e avanzò lentamente contro il nemico che stava diventando impaziente. Gotenks sogghignò mentre la sfera si avvicinava e quasi lo raggiungeva.

"Spero tu stia scherzando! I tuoi stessi attacchi sono ben più forti di questo!"

Con il dorso della mano, scagliò la sfera verso il terreno facendola esplodere. Il suo istinto poi, gli fece formare un'altra sfera sopra la testa.

"Quindi stiamo giocando a chi fa la sfera più grande, eh?" Rise Gotenks. "Ecco, assaggia l'Ultra Gotenks Ball!"

Bu spalancò gli occhi, l'attacco gli si avvicinò ad una velocità inaspettata. Ebbe a malapena il tempo di sogghignare quando fu colpito a piena potenza con un'esplosione molto più grande e impressionante di quella precedente. Il ring fu completamente vaporizzato e si formò un cratere di notevole profondità. Persino Gotenks dovette proteggersi dal suo stesso attacco. Anche se gli spettatori si erano riparati gli occhi, ancora sentivano il calore e la luce dell'attacco sui loro volti. Lo scudo che proteggeva le gradinate aveva retto rassicurando tutti tranne i Varga. In base a come andavano le cose, la barriera energetica poteva cedere da un momento all'altro.

La voce di Gotenks squillò improvvisamente trionfante in tutta l'arena, parzialmente celata solo dalla spessa nube di fumo.

"Ahahah! Bu è sconfitto, sono il migliore!"

Fu interrotto quasi istantaneamente. "Io? Sconfitto? Che risate!"

Un'improvvisa folata di vento pulì il fumo intorno, rivelando Bu circondato da una barriera sferica e un ghigno sbeffeggiante che andava da guancia a guancia. "Scusa se ti ho lasciato fare, stavo solo testando lo scudo energetico," spiegò il Djinn disattivandolo.

"Sono sicuro capirai il perché. Posso finalmente confermare che è di gran lunga meglio del tuo Super Saiyan 3, una vergogna per la tua sbruffonaggine, Gotenks. Superato dalla mera scienza."

"Cosa hai detto?" Replicò Gotenks, furioso. "Ora vedrai..."

"Prendi questo, piuttosto!" Tagliò corto Bu, raggiungendolo con un colpo tagliente.

Un sottile raggio tagliente, più preciso di qualsiasi strumento chirurgico, spuntò fuori dal suo avambraccio. Gotenks lo guardò con orrore e la fronte grondante di sudore. Ma non era il momento di prendere fiato perché un colpo gli passò vicino alla guancia.

Schivare uno strumento di così alta precisione era quasi impossibile. Anticiparlo grazie all'istinto era tutto ciò che poteva fare, ma il costante schivare lo lasciò senza fiato. Come aveva fatto Bra a lottare contro quei colpi? Non sembrava nemmeno avere le stesse difficoltà. Forse Bu aveva molto più controllo sull'armatura e le sue abilità. Gli Helioriani si chiesero la stessa cosa, Eleim in particolare. Non era riuscito a sfiorare la Saiyan nemmeno una volta quando aveva usato lo stesso attacco, mentre ora Bu riusciva a colpire con precisione quasi millimetrica. Era irritante essere superati con così poco sforzo.

Per il Djinn era come cercare di raggiungere il punteggio più alto in un videogioco. Prendendo le abilità da tutti gli artisti e i musicisti assorbiti, controllò i suoi attacchi in modo che il Saiyan dovesse inavvertitamente danzare in modo buffo, mentre nello stesso momento Bu stava scolpendo un'opera d'arte alle sue spalle nel bel mezzo dello stadio. Sapeva che la loro fusione non sarebbe durata a lungo, infatti ne poteva contare i secondi e sapeva bene come la tecnica funzionasse, sperava solo di riuscire a finire in tempo la statua. Parte di lui aveva sperato che Gotenks fosse maturato come combattente negli ultimi vent'anni, ma sembrava non fosse quello il caso, come poteva constatare con delusione.

Dietro Gotenks, il grosso pezzo di roccia si frantumò e tutti i materiali in eccesso andarono in frantumi. Al di sotto di questo strato emerse un capolavoro, una statua di Bu con muscoli esagerati e una fiera postura. Gli spettatori erano stupefatti.

"Wow è magnifico!"

"Favoloso! Fantastica maestria! Squisito gusto artistico!"

"È un genio! Così elegante e decorata!"

Gotenks si agitò al sentire la folla esaltata. Sembrava che nonostante gli avvenimenti del precedente round, il pubblico nutriva ancora grande apprezzamento per Bu, forse addirittura una strana ammirazione! Perché non si concentravano su di lui invece? Era l'eroe, nonostante tutto ciò che potesse fare al momento era schivare. In un angolo della sua testa, sapeva che la sua fusione sarebbe presto terminata e non dubitava del fatto che Bu non gli avrebbe permesso di riutilizzare la danza metamor.

Dallo spazio dell'universo 19, Eleim analizzava la situazione. "Bu sta usando l'armatura con noncuranza." Disse a bassa voce. "Se la sua armatura è uguale alla nostra, sarà presto senza energia!"

In quello stesso momento, gli attacchi di Bu si fermarono istantaneamente, stupendo lo stesso Djinn. Gotenks gioì, vedendo finalmente l'opportunità di riprendere l'offensiva. Spostandosi istantaneamente davanti all'avversario, il guerriero fuso investì l'avversario con una scarica di centinaia di colpi con tutte le proprie forze, che Bu non ebbe tempo di schivare.

"È finita, Bu!" Esclamò. "Assaggia la furia dei miei Hundred Thousand Vengeful Fists!"

Il Majin sentì la piena potenza dei colpi di Gotenks, ma ancora non era nulla per lui. Aveva sofferto più per il Kikoho di Tenshinhan nel precedente round, se ancora il dolore poteva avere un significato per lui. Era il punto più alto dell'avanzamento biologico, il climax ascendente dell'evoluzione, la vetta dell'universo. Niente gli si avvicinava in termini di potenza, l'unica abilità che gli mancava di padroneggiare era la magia. A tal proposito, XXI costituiva una legittima minaccia nei suoi confronti, mentre Gotenks invece, gli era totalmente inferiore. Si lasciò colpire, poi il suo corpo si distorse sotto la furia degli attacchi. L'ultimo colpo lo scaraventò indietro, ma non avrebbe fatto andare via Gotenks impunito.

"Eheheh... Un regalo per te!" rise.

"Uh?! Cosa?!"

Gotenks si terrorizzò completamente e all'improvviso. Una sostanza nera si stava diffondendo pian piano sul suo pugno destro, e capì immediatamente di cosa si trattava. Ciò non presagiva nulla di buono.

"Carbonite!" Urlò Nedwook.

"Com'è riuscito a ricreare persino quella?" Chiese Phipsil tremante. "È un incubo!"

"Deve essere distrutto immediatamente!" Esclamò Eleim. "Ogni molecola disintegrata all'istante!!"

"Stai scherzando!?" Replicò Gotenks urlando. "E il mio braccio?!"

"È già troppo tardi!" Rispose fermamente Eleim. "Sbrigati prima di perdere ben più di quello!"

Un Varga dallo spazio dell'universo 19 interruppe. "Signore, deve smetterla di dare consigli..."

"NON ORA!" L'Helioriano urlò al Varga che lo stava rimproverando. "Siamo tutti in grandissimo pericolo, anche tu! Dobbiamo distruggerlo mentre è ancora contenibile!"

Gotenks stava per svenire. La sostanza stava guadagnando terreno, ricoprendo il polso e parte dell'avambraccio. Nel frattempo, Bu aveva rigenerato il suo corpo, rilassandosi e divertendosi davanti allo show.

"Ahahahah!" Lo prese in giro. "Se solo potessi vederti ora! Devo ricordarmi questa faccia terrorizzata, è uno spasso!"

Per aggiungere il danno alla beffa, Bu si ricordò che non mangiava da un po' e trasformò un pezzo del ring in una pila di dolcetti che cominciò ad ingurgitare con piacere. Il suono dei dolciumi masticati dalla sua mascella era appena udibile poiché coperto dalle urla di terrore di Gotenks. Quest'ultimo, rassegnato al suo destino, respirò profondamente e preparò una lama energetica nell'altra mano avvicinandola al braccio ormai quasi completamente ricoperto. Entrambe le Pan si coprirono gli occhi, mentre Ub fece una smorfia, di disgusto e compassione.

Immediatamente, Gotenks scomparve separandosi in Trunks e Goten, entrambi ancora nella forma di Super Saiyan. La carbonite era scomparsa insieme alla fusione senza lasciare traccia. La mente analitica di entrambi i Gohan era alquanto scettica al riguardo, ma la conoscenza della fisica da parte di Bu gli era addirittura superiore. Non solo la carbonite era sparita insieme a Gotenks, ma anche l'energia combattiva dei due Saiyan stava per fare altrettanto. I due ragazzi erano entusiasti di essere sopravvissuti miracolosamente, quindi non si resero conto dell'attacco che stavano per ricevere. Bu allungò le braccia e li colpì sulla mascella, entrambi vennero scaraventati all'indietro perdendo qualche dente. Fortunatamente, i loro corpi erano in grado di sopportare la gravità anche mentre erano incoscienti. Tapion non sarebbe stato altrettanto fortunato. Lì vicino, Bra dell'universo 16 si indignava mentre Piccolo e Gohan dell'universo 18 si avvicinarono per aiutarli. Arrivato sul posto, Gohan lanciò verso Bu uno sguardo di rabbia.

Bu si imbronciò. "Non ti preoccupare Gohan, non li avrei uccisi." Spiegò. "Non c'è alcun motivo per combatterli separatamente, sono di gran lunga troppo deboli. In quanto a Gotenks, manca ancora dell'abilità di prendere il combattimento sul serio, quindi ho solo abbreviato il match. Staranno bene, i Namecciani si prenderanno cura di loro."

"Allora immagino che dovrei ringraziarti per aver loro risparmiato la vita." Disse Gohan, prendendo in braccio Goten. "Ti teniamo d'occhio Bu. Lo sappiamo tutti che non sei cambiato."

Bu fece un sorrisetto come risposta, mentre Gohan e Piccolo ritornavano nel loro spazio insieme ai ragazzi. In seguito, Bu si mosse istintivamente verso lo spazio dell'universo 4 per poi essere immediatamente contattato dalla coscienza del Grande Kaiohshin. L'altro Kaiohshin stava per seguirlo, quando poi Bu si convinse a continuare a fingere di stare alle loro regole...

Il Djinn emise un grido di terrore mentre il suo corpo veniva gradualmente risucchiato nel palmo del Grande Kaiohshin. Gli altri dei lo circondarono, pronti ad agire al minimo segno di sospetto. Di nuovo nella sfera, Bu appariva esasperato e stanco, ma comunque non aveva ingannato il capo dei Kaiohshin.

"Che performance!" Disse quest'ultimo telepaticamente. "Sembra che veramente tu stia usando con criterio tutti quegli attori che hai assorbito!"

"Per favore, non mi prendere in giro." Fece Bu , disilluso.

Goten e Trunks, completamente guariti, si risvegliarono confusi e inizialmente inconsapevoli della loro sconfitta. Ub aveva commentato il loro incontro compassionevolmente, Vegeta come al solito aveva un'espressione indifferente e indignata, Pan li aveva supportati mentre Piccolo, Gohan e Goku li avevano elogiati. Alla fine arrivò Bra, con il sogghigno più minaccioso di tutti.

"Quindi per quanto riguarda la nostra scommessa... Adesso siete miei schiavi! Inginocchiatevi davanti a me!"

"I due Saiyan esclamarono all'unisono: "Tutto ma non..."

"Pausa pranzo!" La voce del Grande Kaiohshin risuonò in tutta l'arena. "Fate spazio ai Varga che installerano i tavoli!"

"Hmmm" Disse Bra riflettendo. "Oh, aspetti signor Varga, non si scomodi. Questi due metteranno i tavoli e serviranno anche il pasto a tutti!"

"Eheh, bene." Ridacchiò Vegeta girandosi. "Una vergognosa sconfitta merita un lavoro ingrato. Serviteci e magari imparerete una buona lezione. Prendete i vostri combattimenti più seriamente, o almeno provate a comportarvi come se meritaste tutto quel potere."

"Ma... per favore non questo..." Fecero i due giovani Saiyan.

Commenti sulla Pagina:

Caricamento dei Commenti in corso...
[it]
EnglishFrançais日本語中文EspañolItalianoPortuguêsDeutschPolskiNederlandsTurcPortuguês Brasileiro
MagyarGalegoCatalàNorskРусскийRomâniaCroatianEuskeraLietuviškaiKoreanБългарскиעִבְרִית
SvenskaΕλληνικάSuomeksiEspañol Latinoاللغة العربيةFilipinoLatineDanskCorsu