DB Multiverse

Home Fumetto Minicomic Fan Art Autori FAQ Canali RSS Bonus Eventi Promo Siti Affiliati Tabellone del Torneo Lista degli Universi
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               

Dragon Ball Multiverse: Il Romanzo

Scritto da Loïc Solaris & Arctika

Traduzione e adattamento di Transporter, ValentDs, BK-81, Crix, PGV 2

Riscopri la storia di DBM con più dettagli! Questo romanzo è verificato da Salagir e contiene anche aggiunte di suo pugno mai raccontate sul manga. Ciò rende questa storia un vero e proprio allegato al fumetto!

La prossima pagina verrà rilasciata tra: 2 ore, 21 min

Intro

Parte 0 :0
Parte 1 :12345

Round 1-1

Parte 2 :678910
Parte 3 :1112131415
Parte 4 :1617181920
Parte 5 :2122232425
Parte 6 :2627282930

Lunch

Parte 7 :3132333435

Round 1-2

Parte 8 :3637383940
Parte 9 :4142434445
Parte 10 :4647484950
Parte 11 :5152535455
Parte 12 :5657585960
Parte 13 :6162636465
Parte 14 :6667686970

Night 1

Parte 15 :7172737475
Parte 16 :7677787980
Parte 17 :8182838485
Parte 18 :8687888990

Round 2-1

Parte 19 :9192939495
Parte 20 :96979899100

Round 2-2

Parte 21 :101102103104105
Parte 22 :106107108109110
Parte 23 :111112113114115

Night 2

Parte 24 :116117118119120

Round 3

Parte 25 :121122123124125
Parte 26 :126127128129130
Parte 27 :131132133134135
Parte 28 :136137138139140
Parte 29 :141142143144145
Parte 30 :146147148149150
[Chapter Cover]
Parte 15, Capitolo 71.

PARTE QUINDICI - LA FINE DEL PRIMO GIORNO

Capitolo 71

L'annunciatore Varga, armato di microfono, era accompagnato da uno dei tanti Namecciani su una piccola piattaforma levitante circolare. Gli spettatori erano in attesa.

"Questa è la fine del primo turno! Congratulazioni a tutti i partecipanti! Ora, vi comunicherò rapidamente la lista degli incontri a cui assisteremo nel prossimo round!".

In tribuna, la folla applaudì con entusiasmo alla notizia.

"In primo luogo, avremo Nappa dell'Universo 13, che ha facilmente sconfitto il suo avversario, contro Freezer dell'Universo 8".

Mentre la folla applaudiva, Nappa e Freezer si guardarono l'un l'altro, in maniera sprezzante.

"Successivamente, Goku dell'Universo 18, che ha anch'egli vinto facilmente il suo primo incontro, sfiderà C-17 dell'Universo 14".

Goku guardò al mondo dei cyborg, sorridente. Il suo avversario sorrise.

"Poi abbiamo il rappresentante dell'universo degli organizzatori, il Kaioshin del Sud, contro Majin Bu dell'Universo 11".

Il Kaioshin alzò il braccio, sorridendo. Majin Bu applause a sé stesso, con allegria.

"La lotta successiva avrebbe dovuto vedere Ub dell'Universo 18 contro Nail dell'Universo 10, ma a causa del forfait di quest'ultimo, Ub passerà il turno senza combattere. Complimenti!".

Il pubblico applaudì, seguendo i successivi annunci del Varga.

"Trunks dell'Universo 12, che ha sconfitto Cooler dell'Universo 8, si troverà a sfidare Vegeta dell'Universo 18, vittorioso contro uno dei combattenti dell'Universo 10".

Gli spazi 12 e 18 erano un po' distanti l'uno dall'altro, ma padre e figlio si guardarono l'un l'altro. Era un incontro che aspettavano con trepidante attesa.

"Pan dell'Universo 18 combatterà contro Kakaroth dell'Universo 13! I nostri informatori ci fanno sapere che questa è in realtà una controparte di suo nonno! Prospettiva interessante, direi".

Pan sorrise a quest'annuncio. Non disse nulla, mantenendo le preoccupazioni che aveva dentro. Kakaroth, però, sorrise sadicamente. Un guerriero o un adolescente, poco gli importava. Lui avrebbe combattuto sempre allo stesso modo!

"Cell dell'Universo 17, che ci ha offerto una grande lotta contro Darbula dell'Universo 11, combatterà con Bojack dell'Universo 6! Come tutti ricordate, quest'ultimo ha sconfitto e ucciso la giovane Pan dell'Universo 16! Riuscirà a far fuori anche il suo prossimo avversario?".

"Senza dubbio" pensò il diretto interessato.

"Quindi Tapion dell'Universo 3, che non ha ancora combattuto, troverà di fronte a sé Crilin dell'Universo 9, che ci ha mostrato che, nonostante l'età, può dare ancora filo da torcere ai suoi avversari!".

"Ha ha! Vecchio!" sorrise Yamcha.

"Vegeth dell'Universo 16, che ha fermato il terribile Broly dell'Universo 20, si confronterà col misterioso XXI, proveniente dall'Universo 5, che non è stato ancora visto! Poi sarà il turno di C-18, qualificata dopo il forfait di Yamcha, che ha dominato l'incontro. Il suo avversario sarà Arale, che ha battuto la bella Mary Sue dell'Universo 2!".

"N'cha!".

"Gotenks dell'Universo 18, che ha sconfitto il suo doppio dell'Universo 16, affronterà NekoMajin dell'Universo 2, che non ha combattuto!".

"No! Non andare! Non si tratta del tuo turno, ma solo di un promemoria!" gridò Sun Wukong al gatto blu, sempre pronto a salire sul ring.

"Bu dell'Universo 4 affronterà Tenshinan dell'Universo 9!".

"Il problema sarà come rendere questa lotta super-facile un po' divertente" derise Bu. "La tecnologia dell'Universo 19 ha mostrato qualche sorpresa, ma ancora nulla di eccezionale".

"Bra dell'Universo 16 affronterà Eleim, dall'Universo 19! Successivamente, Re Cold dell'Universo 8, si scontrerà con Bardack dell'Universo 3. Sarà sicuramente un incontro emozionante!".

Cold guardò allo spazio dell'Universo 3, senza vedere Bardack. Si stava nascondendo?

"Gli incontri finali vedranno Raichi dell'Universo 3 sfidare Vegeta dell'Universo 13 e Gast Carcolh dell'Universo 7 contrapporsi al Grande Re Demone Piccolo, dell'Universo 3! Come finirà la lotta tra guerrieri Namecciani? Lo scopriremo domani! Speriamo che saranno tutti lì!".

Il pubblico sugli spalti sembrò esplodere di gioia, tra urla e fischi.

"Per i nostri combattenti: ci prenderemo una piccola pausa da mezzogiorno, potete dormire, mangiare e godervi il vostro spazio. Per quanto riguarda il pubblico, le nostre navette sono a vostra disposizione per portarvi nei grandi hotel di lusso del nostro universo!".

Il pubblico cominciò a disperdersi, mentre i Namecciani e i Varga si unirono ai Kaioshin nello spazio 1, per discutere del primo giorno del torneo.

Uno dei Varga aveva già cominciato a scrivere il suo rapporto, partendo da un elenco con i successi di tutti i mondi:


Tasso di successo dei vari mondi nel 1° turno:

Universo 1: 1 vittoria = 100%

Universo 2: 2 vittorie, 4 sconfitte = 33%

Universo 3: 4 vittorie = 100%

Universo 4: 1 vittoria = 100%

Universo 5: 1 vittoria = 100%

Universo 6: 1 vittoria, 4 sconfitte = 30%

Universo 7: 1 vittoria = 100%

Universo 8: 2 vittorie, 5 sconfitte = 28,6%

Universo 9: 2 vittorie, 2 sconfitte = 50%

Universo 10: 1 vittoria, 7 sconfitte = 12,5%

Universo 11: 1 vittoria, 1 sconfitta = 50%

Universo 12: 1 vittoria, 1 sconfitta = 50%

Universo 13: 3 vittorie, 1 sconfitta = 75%

Universo 14: 2 vittorie = 100%

Universo 15: 1 sconfitta = 0%

Universo 16: 2 vittorie, 2 sconfitte = 50%

Universo 17: 1 vittoria, 1 sconfitta = 50%

Universo 18: 5 vittorie = 100%

Universo 19: 1 vittoria, 2 sconfitte = 33%

Universo 20: 1 sconfitta = 0%


"Si tratta di esigenze di informazioni modificabili" proseguì il Varga color porpora. "Il 72% dei combattenti della Terra, ossia 13 su 18, hanno vinto i loro incontri. Essi sono divisi in sei mondi".

Il Varga fece una piccola pausa prima di continuare.

"Ci sono stati due incontri tra due combattenti dello stesso universo. Il primo tra due combattenti dell'Universo 8, Freezer e Jeeth, che ha abbandonato immediatamente. Il secondo tra due sfidanti dell'Universo 2: Mary Sue ed Arale. Quest'ultima ha battuto il suo avversario in un colpo solo. Stranamente, il destino ha voluto che ci fossero tre scontri da gli universi 10 e 18. I rappresentanti di quest'ultimo li hanno vinti tutti, a mani basse".

Il Kaioshin del Sud prese la parola:

"Quest'Universo 18... forse dovremmo essere cauti... hanno il maggior numero di vittorie..." concluse.

"Dei sei mondi con un solo partecipante" continuò il Varga. "Solo due non hanno passato il turno".

"Si tratta di I'K'L? Il figlio che sta per nascere? Così come il Leggendario Super Sayan?" chiese il Kaioshin dell'Est, per avere chiarimenti.

"Sì. Inoltre, l'Universo 10 è quello che ha fatto peggio in assoluto. Con una sola vittoria, sette sconfitte e tutti i partecipanti ritirati. Per non parlare dell'incidente con l'Universo 20. Abbiamo contato tre morti e diversi feriti".

"A parte questo, possiamo dire che il torneo è andato bene finora" intervenne la bellissima Kaioshin dell'Ovest.

"Infine, per i morti durante i combattimenti... Tidar dell'Universo 19, Pan dell'Universo 16, Sauzer dell'Universo 8, Zangya dell'Universo 6, Syd, anch'essa dell'Universo 6 e il Cell jr. dell'Universo 17. Fanno un totale di 6 persone, che sui 64 combattenti sono il 9,375%...".

"Probabilmente ce ne saranno ancora. Tutti risorgeranno alla fine del torneo, come previsto" commentò il Gran Kaioshin.

Il Varga continuò la sua relazione parlando di cucina, spettatori e tante altre cose, importanti e meno, sempre specificando le percentuali.

Il primo terzo del pubblico aveva già abbandonato l'arena. Pochi combattenti vagavano ancora in giro. Da quando qualcuno aveva avuto il coraggio di abbandonare la propria stanza per chiacchierare con qualcuno di qualche altro universo, tanti avevano seguito l'esempio.

Nei mondi 18 e 16, i Goten litigavano scherzosamente. Il primo era deluso dal fatto che il nonno fosse il più forte dell'Universo 10. Nonno Vegeta non era granché potente. Questo era un argomento che Goten aveva utilizzato spesso per infastidire il suo amico.

"E se andiamo a vedere il mio?" propose improvvisamente Goten.

"Se lo desideri" rispose semplicemente Trunks.

Goten si rivolse a suo padre, per porgli una domanda. "Ehi, papà, vuoi venire a vedere Bardack dell'Universo 3?".

Nell'Universo 16, Vegeth lo derise e rifiutò regalmente. Nell'Universo 18, Goku accettò di accompagnare suo figlio. Dopotutto, questo Bardack era sicuramente più interessante rispetto agli altri, anche se alla fine non cambiava nulla: Goku aveva soltanto un nonno, ed era un terrestre.

"Andiamo, Gohan?".

L'uomo con la camicia bianca guardò prima sua moglie, poi sua figlia. La prima non aveva fatto nulla di male, la seconda era abbastanza entusiasta dal poter vedere il suo bisnonno in maniera diversa da quello che aveva miseramente sconfitto. Era una vera e propria famiglia che si dirigeva verso lo spazio 3.

Quando Trunks e Goten dell'Universo 16 videro Gohan e Videl del diciottesimo gruppo, posero loro una domanda. Gohan non aveva risposto, ma lei lo fermò.

"Vorrei parlare di una cosa... detto tra noi...".

Gohan esitò un attimo, prima di guardare la moglie negli occhi. Era importante, lo vedeva. Lui lo sapeva. Poi declinò gentilmente l'invito di suo fratello minore e del suo amico, che partirono di corsa verso lo spazio 3, unendosi al resto del gruppo.

Bardack non c'era. Non era più ricomparso dopo la fine del combattimento. Raichi parlava con Tapion, mentre Piccolo era appoggiato al muro. Goku fece un gesto con la mano, ma il demone non rispose. Forse non lo conosceva?

"Lasciate questo posto" disse Raichi, mentre superarono il muro dello spazio dell'Universo 3. "Voi non siete i benvenuti. Il nostro mondo è già abbastanza inquinato senza la vostra razza. Non abbiamo bisogno di altri problemi".

"I Sayan ti hanno fatto qualcosa?" chiese Gohan.

"Signor... uhm, non so chi sei nel tuo universo" rispose il giovane Tapion, dalle orecchie a punta. "Ma i Sayan sono una razza di oppressori che hanno fatto grossi danni al nostro universo, e anche agli altri, a quanto sembra".

"I Sayan sono la razza peggiore che il mondo abbia mai conosciuto!" lo interruppe Raichi. "Barbari genocidi e senza legge alcuna, pronti ad uccidere intere popolazioni per il semplice piacere personale! Hanno eliminato la mia gente che aveva sempre offerto assistenza e aiuto agli altri! In seguito, hanno decimato numerosi pianeti!".

"Siamo tutti dispiaciuti per te, ma noi siamo diversi da loro. Diversi sia dall'Universo 10 che dal 13" rispose Gohan.

"Un Sayan rimane sempre un Sayan" osservò ostinatamente lo scienziato.

"Noi veniamo dalla Terra" intervenne Goku. "Ho vissuto lì fin da quando ero bambino. Goten e Gohan sono i miei figli" disse, mostrando loro la mano, in un gesto d'amicizia. "La loro madre è un essere umano".

"Io sono Videl. Anch'io sono umana" aggiunse a sua volta.

"I Sayan di cui parla sono tutti morti nel nostro universo, sessant'anni fa. Ci sono solo due sopravvissuti" specificò Gohan.

"Ne ho visti ben più di due" sottolineò Raichi.

"Siamo terrestri, signore" lo interruppe la giovane Pan. "Mia madre è umana, ed io sono andata a scuola sulla Terra. Non abbiamo nulla a che fare con i Sayan che hanno ucciso i tuoi amici!".

Per un momento, nessuno aggiunse una parola, fin quando la risata di Tapion ruppe l'atmosfera:

"Signore! Aha! Ti ha chiamato signore!".

Raichi fece una smorfia. Ma doveva ammettere che un Sayan non avrebbe mai pronunciato tali parole. Era troppo diplomatico e rispettoso. Doveva credere alla storia dell'Universo 18. Ma, in fondo, pensava sempre la stessa cosa: i Sayan, che siano ceppo puro, o altre razze radicate in essa, devono essere sradicati.

"Qual'è il tuo desiderio, in caso di vittoria?" chiese Trunks.

"Lo sterminio di tutti i Sayan" disse Raichi tra i denti, senza neanche guardarli.

"Anche noi?" aggiunse Goku.

"Senza la minima esitazione".

"Ehi!" disse Pan. "Non sono insetti, da sterminare semplicemente come se nulla fosse! I miei genitori hanno salvato il mondo! Il tuo desiderio è malvagio! Non abbiamo fatto nulla di male".

"Fatto nulla?" si interrogò Raichi, prima di voltarsi verso di lei. "Niente? Aspetta! Il principe Vegeta, che è con voi sin dal principio, è un tuo amico, non è vero? Non mentire, posso sentire la tua natura. Forse la gente che è qui non ha assassinato nessuno a sangue freddo, ma lui lo ha fatto".

"Lui... ha fatto ammenda" rispose Gohan debolmente, sapendo in fondo a sé che la sua risposta era ridicola.

"Sono sicuro che tutti i miliardi di famiglie uccise da lui saranno molto confortate" osservò seccamente Raichi.

Pan cominciò a tremare, e Gohan l'avvolse tra le sue braccia.

"Parliamo di qualcos'altro..." cercò di cambiare argomento Tapion, rispondendo a sua volta.

"Sono qui per far rivivere il mio fratellino! E' morto ingiustamente tanti anni fa, e mi manca molto. Il mio desiderio sarebbe quello di trovare un modo per farlo tornare in vita. E voi?".

"Hin hin" disse Goten dell'Universo 16 a bassa voce. "Non credo che tu possa avere molta speranza".

"Cosa, scusa?".

"Oh, uh, ho detto che è un po' difficile" continuò Goten, prima di rivolgersi all'Universo 18.

"Non ci abbiamo mai pensato" rispose Goku, ridendo.

"Siamo qui per il torneo, non abbiamo alcun desiderio" aggiunse Gohan.

"Oh, aspetta" interruppe improvvisamente Goku. "Sei il prossimo avversario di Crilin dell'Universo 9! E' indispensabile che gli parli!".

Goku salutò velocemente prima di decollare: l'incontro con suo padre Bardack sarebbe stato interessante, ma non poteva più aspettare.

"Crilin è un nostro vecchio amico del nostro universo" spiegò Gohan.

"Capisco" rispose Tapion, con calore. "Non preoccuparti, non sono il tipo che uccide gli avversari a sangue freddo".

"Nessun problema. Crilin sa come difendersi, e anche quando arrendersi, se è necessario. Per non parlare del fatto che gli abitanti dell'Universo 9 sembrano anche più forti di quelli che conosciamo. Non so quanto sei forte, ma non vedo l'ora di assistere a questa lotta, così come mio padre".

"Non sono un combattente. Io non combatto con la forza, ma con l'amore per il mio obiettivo. Spero di non deludervi e di offrirvi una lotta interessante" si chinò leggermente il giovane.

Con queste parole, il gruppo se ne andò. Gohan e la sua famiglia, seguirono suo padre, che aveva quasi raggiunto il bordo dell'Universo 9. Trunks e Goten, di entrambi gli universi 16 e 18, parlarono per un momento, prima di dirigersi verso lo spazio dell'Universo 2.

Commenti sulla Pagina:

Caricamento dei Commenti in corso...
[it]
EnglishFrançais日本語中文EspañolItalianoPortuguêsDeutschPolskiNederlandsTurcPortuguês Brasileiro
MagyarGalegoCatalàNorskРусскийRomâniaCroatianEuskeraLietuviškaiKoreanБългарскиעִבְרִית
SvenskaΕλληνικάSuomeksiEspañol Latinoاللغة العربيةFilipinoLatineDanskCorsu