DB Multiverse

Home Fumetto Minicomic Fan Art Autori FAQ Canali RSS Bonus Eventi Promo Siti Affiliati Tabellone del Torneo Lista degli Universi
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               

Dragon Ball Multiverse: Il Romanzo

Scritto da Loïc Solaris

Traduzione e adattamento di Transporter, ValentDs, BK-81, Crix

Riscopri la storia di DBM con più dettagli! Questo romanzo è verificato da Salagir e contiene anche aggiunte di suo pugno mai raccontate sul manga. Ciò rende questa storia un vero e proprio allegato al fumetto!

La prossima pagina verrà rilasciata tra: 2 giorni, 12 ore

Intro

Parte 0 :0
Parte 1 :12345

Round 1-1

Parte 2 :678910
Parte 3 :1112131415
Parte 4 :1617181920
Parte 5 :2122232425
Parte 6 :2627282930

Lunch

Parte 7 :3132333435

Round 1-2

Parte 8 :3637383940
Parte 9 :4142434445
Parte 10 :4647484950
Parte 11 :5152535455
Parte 12 :5657585960
Parte 13 :6162636465
Parte 14 :6667686970

Night 1

Parte 15 :7172737475
Parte 16 :7677787980
Parte 17 :8182838485
Parte 18 :8687888990

Round 2-1

Parte 19 :9192939495
Parte 20 :96979899100

Round 2-2

Parte 21 :101102103104105
Parte 22 :106107108109110
Parte 23 :111112113114115

Night 2

Parte 24 :116117118119120

Round 3

Parte 25 :121122123124125
Parte 26 :126127128129130
Parte 27 :131132133134135
Parte 28 :136137138139
[Chapter Cover]
Parte 2, Capitolo 10.

PARTE DUE - VECCHIE CONOSCENZE

Capitolo 10

"Che noia...".

Bra non sapeva come passare il tempo. Pensava che venire ad un evento del genere sarebbe stato divertente ... che errore. Il primo paio di battaglie erano state dolorosamente noiose. Il pubblico era d'accordo, ed i fischi si sentivano da ogni angolazione. Non aveva neanche aiutato il fatto che l'ultimo match fosse stato lento nell'essere annunciato. Gli organizzatori dovevano aver confutato tra di loro...

Persa nei suoi pensieri, Bra notò appena Pan, che cercava di confortarla.

"Quando lotteranno tuo padre e tuo fratello dovrebbe essere più interessante per te, giusto?".

"Non lo so" rispose semplicemente la ragazza dai capelli porpora.

Bra non era mai stata un'amica stretta di Pan. In realtà si vedevano di rado, solo in occasioni come questa o riunioni alla Capsule Corporation. Avevano giocato molto insieme in un certo punto della loro vita, ma presto i loro interessi si erano divisi; una preferiva combattere, mentre l'altra si dedicava alla moda.

Per questo motivo, Bra trovava il comportamento di Pan e il suo modo di pensare immaturo. Aveva scoperto che anche le loro differenze fisiche influenzavano il loro modo di pensare. Bra aveva solo due anni in più di Pan, ma era piuttosto grande e ben formata, mentre Pan aveva le dimensioni di un bambino di dieci anni al massimo (secondo Bulma).

Inoltre, lei considerava il fatto di non essere 'piatta' come scusa e che 'la lotta non era compatibile col femminismo'. Inoltre, quando si guardava a sua madre, Videl...

"Ehi, mi stai ascoltando?".

"Si, si, sto ascoltando, Pan" rispose Bra "Ero solo persa nei miei pensieri".

"Quindi non mi stavi ascoltando!".

"Umm...".

Bra si alzò. Erano passati venti minuti da quando era iniziata quella conversazione poco interessante. Era abbastanza!

"Vado a dare un'occhiata in giro ... tu vieni?" chiese Bra, più per cortesia che per il desiderio di essere accompagnata dalla ragazzina.

"No" rispose la bambina saltando giù dalla panchina "I combattimenti potrebbero riprendere da un momento all'altro. Vado dalla mia mamma".

Raramente, Videl si recava a fare visita alla famiglia Brief. Le ragazze erano quasi costrette a parlare tra di loro, più che avere una vera conversazione. Bisogna confessare che Videl e sua figlia erano molto meglio nel combattimento che nello spettegolare!

Per fortuna, Gohan fece ritorno con suo fratello e suo padre. Videl era andata a trovare suo marito, che si fermò ad attendere i restanti due membri della sua famiglia per unirsi al resto del gruppo.

"Come trent'anni fa" disse Gohan "Non sono sicuro di aver imparato qualcosa".

"Ma tu sei più forte di lui, giusto?" chiese Pan, che si era appena unita ai suoi genitori.

"Naturalmente, non ci preoccupa" la rassicurò il padre con una gentile carezza sulla testa.

Nelle vicinanze, Goku stava ripetendo la conversazione con Cell parola per parola a Vegeta e Piccolo, mentre Goten si era allontanato dalla zona con Trunks.

"Credo che ci stia prendendo in giro" disse il principe dei Sayan non appena il suo rivale ebbe terminato, con le braccia incrociate.

"Infatti" rispose Piccolo "Questo è un caso difficile, non dimenticarlo. Tutto quello che dice potrebbe essere una bugia".

"Mi sarebbe piaciuto saperne di più su di lui" si lamentò Goku.

"La presenza di Broly non è abbastanza per te?" osservò il Namecciano, anch'esso con le braccia incrociate.

"Può solo restare congelato..." rispose Vegeta con poca convinzione.

"Conoscendo il soggetto" disse Piccolo, ignorando le lamentele del suo ex nemico "Voglio andare a parlare con gli organizzatori per quanto gli riguarda. Mi preoccupa...".

"Credi di poter fare qualcosa al riguardo? Tu?" rispose Vegeta, sorpreso, con lieve disprezzo nella voce.

"Staremo a vedere".

Senza aggiungere altro, Piccolo sorvolò lo spazio dell'Universo 20, dove alcuni Varga e Namecciani soggiornavano davanti al blocco di ghiaccio contenente Broly.

Gohan si avvicinò al padre e a Vegeta senza Pan e Videl, che stavano parlando tra di loro (Pan stava raccontando a Videl di come avrebbe vinto il suo incontro).

"Dov'è Piccolo?" chiese il figlio di Goku.

"E' andato a parlare coi Varga di Broly" rispose suo padre con un semplice sguardo.

"Oh ... allora cosa ne pensi di questi Varga?" chiese Gohan.

"Io ancora non mi fido" disse in fretta Vegeta.

"A me piacciono" rispose Goku "E' grazie a loro se possiamo partecipare a quest'incredibile torneo!".

"Non mi piace la raccolta di così tanti mostri" affermò Gohan, concordando con Vegeta per una volta "I Varga, sicuramente, hanno avuto una cattiva idea".

"Sei troppo paranoico, Gohan" disse il padre verso di lui "Non ti piace affatto. C'è davvero qualcuno qui che potrebbe rappresentare una minaccia per noi? L'Universo 16 sembra essere identico a noi... se succedesse qualcosa di brutto, sono sicuro che a prevalere saranno i buoni".

"Lo spero" disse semplicemente Gohan, voltando la testa verso Pan.

Goku poggiò la mano sulla spalla del figlio. "Non devi preoccuparti. Se lo sei troppo, puoi sempre partecipare..." Goku cercò nuovamente di convincere il figlio.

"Oh, per favore, smettila papà!".

"Sto scherzando, sto scherzando!" rise Goku facendo qualche passo indietro. "Ehi, dov'è Ub?".

Cercandolo con gli occhi, il suo maestro lo vide fare jogging dalle parti dello spazio dell'Universo 15.

"Beh... almeno l'ha presa sul serio" commentò Goku.

"Sei sorpreso?" chiese Gohan "E' un tuo allievo".

"Devo essere un buon insegnante!" scherzò Goku "Hmm... Universo 15. E' l'universo di quell 'icicle', giusto?".

"Il suo nome è I'K'L, Kakaroth. I'K'L" sospirò Vegeta con una punta di fastidio.

"Ma sì" continuò il principe dei Sayan "Un neonato in un torneo di arti marziali" lo derise girando la testa verso lo spazio dell'Universo 15.

"Questo torneo è molto strano" disse Gohan.

"Potrebbe essere forte fin dalla nascita!" sperò Goku.

"Mah, impossibile!" lo derise Vegeta "Sai bene che anche Broly aveva una forza di soli 10.000 alla nascita!".

"Oh" disse Goku leggermente deluso dall'osservazione del suo rivale "Non ce l'avevi mai detto...".

"Vuoi andare a parlare con lui? Ehm... lei? Voglio dire..." propose Gohan.

"Non male come idea" replicò Goku.

"Va bene, vado" disse Gohan, girandosi per camminare.

Mentre Gohan lasciava il suo spazio, udì suo padre e Vegeta discutere su cosa desiderassero nel caso vincessero il torneo. Avrebbe voluto ascoltare la loro conversazione ancora un po', ma Videl lo fermò per chiedergli dove stesse andando.

"Voglio andare a parlare con I'K'L. Voglio dire, la madre di I'K'L".

"Posso venire con te?".

"Certo".

Insieme, Gohan e sua moglie si diressero verso la parete che definiva la loro zona, dove Trunks e Goten si trovavano in piedi a parlare, discutendo sui vari universi e dando delle proprie opinioni su ciascuno di essi.

"Cosa fate, ragazzi?" chiese Gohan, non appena ebbe saltato il muretto.

"Stiamo fornendo delle ipotesi" rispose il fratello "Cerchiamo di classificare tutti i combattenti".

Gohan era sorpreso dal fatto che il fratello sapesse cosa significasse la parola 'ipotesi'.

"Allora, qual'è la tua conclusione finora?" chiese, mentre aiutava gentilmente la moglie ad oltrepassare il muretto.

"Gotenks batterà tutti, naturalmente!" dissero in coro i due guerrieri.

"Quale desiderio esprimerete, allora?" chiese Videl, ancora aggrappata al braccio del marito.

"Hmm. Questa è una buona domanda" rispose Trunks "Goten, hai qualche idea?".

"Non proprio..." rispose il suo migliore amico "Non ci ho pensato...".

"Vi lasciamo qui a pensarci, allora!".

Gohan e Videl continuarono il loro cammino, lasciando Trunks e Goten sovrappensiero, così come Vegeta e Goku.

"Vogliamo continuare il nostro giro?" chiese la moglie di Gohan.

"Si, certo".

Tenendosi per mano, Gohan e sua moglie si avvicinarono lentamente al loro obiettivo. Discuterono durante il loro cammino su ogni universo che incontrarono, a partire dal 19. Superarono Ub lungo la strada, mentre attraversava lo spazio dell'Universo 2, di cui tutti i combattenti erano assenti. Ub si inchinò senza fermarsi, e i due coniugi gli fecero un gesto di incoraggiamento. Negli Universi 3, 4, 5, 9 e 12 tutto sembrava troppo vuoto...

Gohan diede le sue opinioni su ogni universo che gli sembrava familiare. Superando l'Universo 14, incrociarono Bra, che sembrava annoiata e camminava nella direzione opposta. Non si dissero molto, ma tutti notarono il timido sorriso che Ub lanciò a Bra, mentre faceva jogging.

Dopo il passaggio di Ub, Videl notò un sorriso sul volto di Bra, un grande sorriso. La figlia di Vegeta distolse lo sguardo e proseguì. Mentre Gohan e Videl erano finalmente giunti allo spazio dell'Universo 15, Videl si stava chiedendo se non ci fosse una sorta di infatuazione tra Ub e Bra.

"Sono giovani..." esordì Gohan "Bra è abbastanza carina, non mi sorprenderebbe".

"Ma Bra si dedica più alla moda... e Ub al combattimento".

"Forse sta cercando un forte combattente? E credo che sarebbe difficile trovare uno più forte di lui".

Stringendo difficilmente il braccio di suo marito, Videl si strinse a lui "Questo mi ricorda... vent'anni fa...".

Gohan e Videl si fermarono appena fuori allo spazio dell'Universo 15. Mentre la madre di I'K'L li guardò, Gohan prese Videl tra le sue braccia. I loro occhi si incontravano, e sembravano comunicare... infine le loro labbra si sfiorarono in un bacio, un bacio con la stessa passione ardente di vent'anni prima. Dopo pochi istanti, quando oltre a loro due non sembrava esserci più nessuno nell'universo, Videl si sentì improvvisamente imbarazzata "Ci sta osservando...".

Le labbra di suo marito la lasciarono in modo che lui potesse girare la testa e osservare. Girò la testa e vide la donna dell'Universo 15.

"Ciao!" disse Gohan, alzando la mano per salutarla.

La donna non rispose, né si mosse, ma i suoi occhi si indurirono.

"Non sai parlare?" tentò ancora Gohan, cercando di stabilire una comunicazione.

"Certo, so come parlare!" rispose seccamente la donna.

La donna sembrava turbata. "Se il mio I'K'L fosse nato" continuò "allora non avreste parlato con me! Avreste compreso la forza del mio bambino e sareste tremati dalla paura!".

"Hm ... un bambino non può essere così forte" avanzò Videl, ragionando.

"Non posso tollerare queste sciocchezze da una donna dal seno piatto" rispose la donna.

"Io, piatta!?" disse Videl furiosamente, con le braccia distese lungo il corpo, i pugni chiusi e la testa piegata leggermente in avanti. "Almeno il mio petto non si blocca davanti al mio stomaco" rispose lei.

"Tu non sai nulla della vera bellezza" rispose semplicemente la donna.

Videl tentò di attraversare il suo spazio, ma Gohan la fermò afferrandole in fretta la spalla.

"No. Lasciala perdere, Videl".

"Ma, Gohan! Non sto...".

"Chi se ne importa di quello che pensa?" tagliò corto Gohan "E' solo il parere di una persona. Lei non vuole essere amichevole, e noi non abbiamo il diritto di cercare litigi con altri concorrenti ... lasciala perdere e andiamo".

"Si... hai ragione" rispose Videl, calmandosi.

"Peccato... un altro universo da cui non abbiamo imparato nulla" disse Gohan pensieroso, quando i due furono a metà strada dal loro spazio.

"Mi dispiace, Gohan. Mi sono lasciata andare".

"Non preoccuparti" rispose lui "Se tu non avessi detto nulla, l'avrei fatto sicuramente io".

Videl arrossì "Oh, Gohan...".

Arrivarono ancora una volta al loro spazio insieme a Ub, che continuava col suo riscaldamento. Gohan e Videl notarono Vegeta e Goku discutere su quale fosse il miglior desiderio possibile.

"Una bignè alla crema gigante!" gridò Goku.

"Un'auto sportiva!" rispose Vegeta, sudando.

"Uh... il mio bignè è molto più creativo della tua auto. Vinco io!" disse Goku con un senso di trionfo.

Vegeta ringhiò... anche se questo gioco era stupido, voleva soltanto perdere. Era bello in un certo senso, e gli conveniva. Avrebbe dimostrato che non gli sarebbe dispiaciuto perdere tanto quanto il suo rivale.

"Su cosa state discutendo?" chiese Videl.

"Discutevamo su ciò che desideravamo, e Vegeta mi ha detto che il mio desiderio era stupido. Gli ho risposto che non era vero e che il suo desiderio fosse peggio, dando un esempio".

"Mi ha provocato" replicò Vegeta "dicendo che non avrei mai trovato un desiderio peggiore. Ma dopo qualche riflessione, credo di aver trovato un desiderio peggiore!".

"Vedo..." disse Gohan "Ma, tutto questo non è un po' ... infantile?".

"Dillo un'altra volta!" urlò Vegeta, senza vera rabbia.

Un presentatore gridò improvvisamente nei quattro microfoni che teneva nelle sue quattro braccia. La sua voce fece eco. "Il torneo prosegue, signore e signori! Ora chiamiamo sul ring Majin Bu dall'Universo 11 e Bujin dall'Universo 6!".

Commenti sulla Pagina:

Caricamento dei Commenti in corso...
[it]
EnglishFrançais日本語中文EspañolItalianoPortuguêsDeutschPolskiNederlandsTurcPortuguês Brasileiro
MagyarGalegoCatalàNorskРусскийRomâniaCroatianEuskeraLietuviškaiKoreanБългарскиעִבְרִית
SvenskaΕλληνικάSuomeksiEspañol Latinoاللغة العربيةFilipinoLatineDanskCorsu