DB Multiverse

Home Fumetto Minicomic Fan Art Autori FAQ Canali RSS Bonus Eventi Promo Siti Affiliati Tabellone del Torneo Lista degli Universi
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               

Dragon Ball Multiverse: Il Romanzo

Scritto da Loïc Solaris

Traduzione e adattamento di Transporter, ValentDs, BK-81, Crix

Riscopri la storia di DBM con più dettagli! Questo romanzo è verificato da Salagir e contiene anche aggiunte di suo pugno mai raccontate sul manga. Ciò rende questa storia un vero e proprio allegato al fumetto!

La prossima pagina verrà rilasciata tra: 2 giorni, 5 ore

Intro

Parte 0 :0
Parte 1 :12345

Round 1-1

Parte 2 :678910
Parte 3 :1112131415
Parte 4 :1617181920
Parte 5 :2122232425
Parte 6 :2627282930

Lunch

Parte 7 :3132333435

Round 1-2

Parte 8 :3637383940
Parte 9 :4142434445
Parte 10 :4647484950
Parte 11 :5152535455
Parte 12 :5657585960
Parte 13 :6162636465
Parte 14 :6667686970

Night 1

Parte 15 :7172737475
Parte 16 :7677787980
Parte 17 :8182838485
Parte 18 :8687888990

Round 2-1

Parte 19 :9192939495
Parte 20 :96979899100

Round 2-2

Parte 21 :101102103104105
Parte 22 :106107108109110
Parte 23 :111112113114115

Night 2

Parte 24 :116117118119120

Round 3

Parte 25 :121122123124125
Parte 26 :126127128129130
Parte 27 :131132133134135
Parte 28 :136137138
[Chapter Cover]
Parte 13, Capitolo 62.

PARTE TREDICI - RIVELAZIONE! FORME E PERSONAGGI NASCOSTI!

Capitolo 62

La potenza di Cold aumentava visibilmente. I muscoli delle braccia e delle gambe crebbero. Ma questo era solo l'inizio della sua trasformazione. Le sue labbra cominciarono ad ingrandirsi, mentre il viso si allungava in avanti. La sua testa si allungò, mentre le sue corna si mossero, cambiando colore. Il suo mantello volava nell'aria turbolenta che circondava il re dei Demoni del Freddo. La sua armatura, che aveva cominciato a rompersi, iniziò a cadere a pezzi. Fu trafitta da quattro corna enormi: le più grandi, due, erano sulle scapole e spingevano verso l'alto, mentre le altre due erano appena sotto e spingevano verso il basso. Altre corna sporgevano dalle spalliere di Re Cold e dalle protezioni sui suoi avambracci. Il naso scomparve, fondendosi con il labbro superiore.

L'espansione addominale del re mandò in frantumi l'armatura, che cadde a terra in pezzi, mentre l'aura che lo circondava si placava lentamente. Infine, il ring smise di tremare.

Cold aprì gli occhi e sorrise. Si mise a ridere. Era finita. Prima, Videl era un avversario del tutto nuovo, forte e veloce. Avrebbe dovuto fare attenzione.

"Bene, così va meglio" la sua voce era cambiata.

"Alla fine, papà ha deciso di togliere la sua forma limitata" pensò Cooler. "Sono passati anni dall'ultima volta in cui aveva raggiunto il terzo stadio... se lui e Freezer dovessero seguire il mio esempio, non sarà un bene per me... con la mia trasformazione ulteriore ero il più forte, ma potrebbe non essere più così!".

Nello spazio 12, Trunks stava parlando con C-16.

"Se avessi lasciato che si trasformasse, allora, la lotta non sarebbe stata così semplice!".

"L... lui è molto più forte di prima!?" disse Freezer scioccato, in piedi accanto a suo fratello.

"E' impossibile. Anche nella sua prima forma di restrizione, mi è superiore" aggiunse Cooler per la sorpresa.

"Ora diventerà molto più dura" disse Gohan, agitando i pugni. Sperava che Videl avrebbe vinto, e velocemente.

Videl attaccò per prima, utilizzando il suo Kaioken. Tese il braccio sinistro, e aprì il palmo della mano verso il suo avversario, sparando diverse raffiche di sfere d'energia incandescenti, che si schiantarono contro il demone. Quelle che non lo avevano colpito, esplosero sul ring intorno a lui. Approfittando della polvere che si era alzata, entrambi i combattenti attaccarono. Videl cercò di colpire con la spada il suo avversario con una forza sovrumana, ma Cold la evitò saltando, per pura fortuna: voleva cercare di sorprendere Videl volando, per poi attaccare dall'alto.

La spada lo colse di sorpresa, e, sentendo lo shock di un'arma affilata abbattersi sul terreno, e il suo primo impulso fu quella di evitarla piegandosi a terra. Videl era pronta a schivare l'attacco del demone e a lanciare nuove sfere d'energia. Fissò la nuvola di polvere senza battere ciglio. Infine, vide la parte superiore del cranio del mostro emergere dal fumo bianco. Sferrò diversi fendenti verso di lui, per poi volare, guadagnando altezza. Ma Cold era rimasto al suo posto, schivando tutti gli attacchi. Poi, improvvisamente, Videl si gettò dietro Cold, lanciando numerosi attacchi energetici. Il demone era intatto, e girò il suo pugno per colpire con un attacco frantumante il suo avversario.

La terrestre tese entrambe le mani in avanti per parare il suo pugno, che da solo aveva le dimensioni di entrambe le sue braccia messe insieme. Sfruttando l'effetto cinetico, fece scivolare le gambe di fronte a lei, mettendo il piede sul ring. Poi afferrò la spada rapidamente. Stringendo i denti, attaccò Cold dal basso, mentre lui non aveva ancora colto l'inganno degli attacchi.

La tempistica doveva essere precisa. Se lei avesse attaccato troppo tardi, lui avrebbe contrattaccato. Se invece avesse attacco troppo presto, nella migliore delle ipotesi l'avrebbe graffiato, e non sarebbe stato il massimo. Un dettaglio che aveva dimenticato, era l'anello di fumo causato dall'esplosione degli attacchi. Girando con la spada, si trovò con la polvere negli occhi, rendendo la sua mossa ancora più incerta. Girò la spada in orizzontale, e sentì di aver colpito qualcosa.

Non si fermò a valutare i danni: era meglio ottenere una certa distanza per riprendere una buona visione della panoramica. Quando riuscì a vedere nuovamente, Cold era in piedi, in un unico pezzo e in perfette condizioni.

"Sei intelligente... devo ammettere che non mi aspettavo una tale flessibilità. Avrei dovuto diffidare dalla tua spada" disse il demone, avvicinandosi alla giovane donna. "Devo congratularmi con te, sei la prima ad avermi graffiato dopo un tempo molto lungo. D'altra parte, tagliare il dito del mio piede, non ti sarà molto utile, o sbaglio?".

"Non è preoccupato di me, ma almeno ho confermato la mia ipotesi: posso tagliarlo con la spada!".

Questo pensiero confortò la combattente, che era già pronta ad un nuovo assalto.

"Basta giocare. Ora meriti una lezione" disse Cold.

Questa volta, Cold caricò, urlando. Cercò di colpire la donna con un pugno con la mano destra, ma essa saltò in alto, iniziando una corsa in verticale per tagliare Cold a metà con la sua spada. Almeno era quello che voleva fargli credere! Cold, da grande combattente qual'era, capì il trucco quando notò Videl cambiare sottilmente la presa alla spada. Si chinò subito, evitando un improvviso attacco orizzontale! Se avesse sbagliato, sarebbe stato tagliato in due!

Trascorrendo qualche tempo per ulteriori riflessioni, Cold attaccò nuovamente con un veloce pugno destro, che Videl evitò per un pelo facendo qualche passo indietro di qualche centimetro. Ma il pugno sinistro di Cold impattò con la sua faccia.

La fragile donna sembrò volare con la stessa facilità con la quale una palla da calcio vola, colpita da un piede. Il suono dell'impatto rimbombò per due secondi, e quando Videl riprese conoscenza, si lanciò in alto, riguadagnando altezza.

"Accidenti, che colpo! Non posso durare a lungo con questo potere! Sarà una corsa contro il tempo!".

Sentì nuovamente urlare Cold: aveva saltato dal ring verso di lei. Videl arrestò la sua caduta, afferrando la spada con la mano sinistra. Si concentrò e gridò:

"Kaioken! Livello successivo!".

Cold rise quando si trovò vicino alla combattente dell'Universo 9. Col suo nuovo potere, grazie al quale era più veloce e più versatile, lei girò la spada, cercando nuovamente di tagliare il suo avversario. Ma lui era riuscito a fermarla proprio di fronte a lui! Era veloce! Davvero forte. Era un tattico: sapeva che la spada era pesante, e con la forza che lei gli aveva impresso sapeva come respingerla! Attaccò col pugno. Il suo volto era vicino!

Cold ebbe il tempo per vedere la fredda determinazione del suo avversario. Lei non aveva intenzione di riconoscere la sconfitta. Approfittò del peso della spada per farsi trascinare all'indietro, evitando il colpo e affondando entrambi i piedi nello stomaco del demone in una sola volta. Era molto più potente di quanto Cold immaginasse. I primi scontri non erano stati indicativi per il suo vero potere.

Cold perse un po' di terreno, facendosi sfuggire un sospiro di sorpresa. Videl attaccò, senza un solo istante di riposo: cercò di tagliarlo, facendo oscillare violentemente la spada, ogni volta un po' più vicina alla meta. Era forte e veloce, e Cold non poteva correre il rischio di parare la lama col braccio.

Nell'Universo 1, gli dei commentavano.

"Sembra che ora stia combattendo con la sua massima potenza" disse il Kaioshin dell'Est.

"Più la lotta si prolunga, più è a corto di fiato" aggiunse il Kaioshin del Sud, prima di notare. "Lei è più debole di un Kaioshin, eppure è in grado di rimuovere la spada".

"Noi tutti abbiamo provato a rimuoverla, ma invano" sottolineò il Kaioshin del Nord.

"Ho sempre teorizzata che la Spada-Z sia protetta contro i Kaioshin. Forse per trovare un eroe dai regni inferiori".

"E chi sarebbe questo eroe?" chiese il Kaioshin dell'Ovest. "Sarà necessario parlare con lei. E' essenziale".

Non lontano dagli dei, nello spazio dell'Universo 3, il guerriero Tapion aveva sentito tutto. Aveva notato che questa spada emanava un'aura speciale, un'aura eroica. Era coerente col bilancio effettuato dagli dei. Disse questo al suo vecchio amico, il Dr. Raichi. Conosceva un sacco di cose, ma non sembrava preoccuparsi di questa spada. Fece lo stesso con il combattente dalle orecchie a punta, che non aveva ancora fatto un passo verso la luce del giorno. Sembrava appena interessato al torneo. Tapion non sapeva nemmeno il suo nome.

Non gli importava. Non gli interessava combattere contro di lui. Raichi potrebbe incontrarlo nel prossimo match. Inoltre, aspettava con pazienza il suo combattimento!

La lotta, intanto, continuava sul ring: Cold aveva preso il toro per le corna, e cominciava ad attaccare. Videl riusciva a mantenere una certa distanza, aiutata soprattutto dalla spada.

Nello spazio dell'Universo 16, Videl era assorta in pensieri profondi. Non era mai stata in grado di essere forte come gli altri combattenti. E in quel momento se ne pentì. Se fosse stata più forte, forse avrebbe avuto il coraggio di intervenire e salvare sua figlia... se fosse stata seria, seguendo gli stessi allenamenti di sua figlia... forse sarebbe stato diverso? Se quel giorno, quando, per una volta, aveva seguito Vegeth e Bra, fosse stata più seria forse sarebbe stato diverso. Se solo avesse volato con tutto il cuore quando Vegeth aveva detto alla figlia di compiere il giro del mondo. Se solo...

Una lacrima rotolò lungo la guancia di una madre che aveva perso la sua figlia, che si accusava di non essere abbastanza forte. Gohan le mise una mano sulla spalla per confortarla, pur continuando a seguire la lotta di sua moglie dell'universo alternativo.

"Ottima resistenza!" disse Crilin dell'Universo 9. "Non è ancora migliorata? Non sarebbe dovuta essere in grado di resistere a lungo contro Re Cold, o a mantenere per lungo tempo il Kaioken. Tiene il demone a distanza nonostante il peso della spada".

"Questa è la nostra piccola Videl" disse Yamcha, sorridente e orgoglioso del suo progresso. Era una sorta di tesoro della nuova generazione, il più promettente.

"La spada non dovrebbe pesare più del tuo scudo, Maestro Crilin" intervenne Trunks per difendere la sua fidanzata. "Se alla tua età sei in grado di portare un certo carico, è logico che lei deve fare altrettanto bene".

"Vedi, mio ex-studente, sono veramente colpito. Non ero sicuro che ci avrebbe messo così poco tempo".

"Come al solito, la sottovaluta" rispose Trunks.

Crilin sorrise e si fermò a quello. Quello che contava adesso era la lotta di Videl.

Stava apparentemente tenendo sotto scacco il demone, facendo oscillare la sua spada! Una movimento rapido e preciso, che... mancò l'obiettivo! La spada si conficcò sul ring. Cold aveva architettato tutto: aveva schivato il colpo, restando vicino. Videl aveva visto bene, ma non poteva fare nulla: se avesse lasciato andare la spada per schivare il colpo, Cold non gli avrebbe mai permesso di recuperarla successivamente. Peggio ancora, avrebbe potuto prenderla lui! Videl preferì subire il colpo, mantenendo la spada.

Ma ciò non accadde. Cold aveva un piano diverso. La spada lo infastidiva per due motivi: in primo luogo era la difesa del suo avversario. Era difficile avvicinarsi. La lama, come seconda cosa, era un pericolo potenziale, siccome era riuscita a graffiarlo nella sua prima forma. La conclusione era che doveva liberarsi della spada. E non c'era modo migliore che romperla!

La colpì con un pugno, con tutta la sua forza. Con grande sorpresa, non solo per Videl e l'Universo 9, ma anche per gli dei dell'Universo 1, la spada si ruppe. Un lungo pezzo volò solo Dio sa dove, mentre l'altro rimase in mano ad una scioccata Videl. Nello spazio 18, Goku non poteva fare a meno di sorridere. Sapeva cosa stava per succedere. Anche Vegeth, nello spazio 16, lo sapeva. Per il combattente dell'Universo 9, l'incontro avrebbe preso una piega davvero difficile.

Commenti sulla Pagina:

Caricamento dei Commenti in corso...
[it]
EnglishFrançais日本語中文EspañolItalianoPortuguêsDeutschPolskiNederlandsTurcPortuguês Brasileiro
MagyarGalegoCatalàNorskРусскийRomâniaCroatianEuskeraLietuviškaiKoreanБългарскиעִבְרִית
SvenskaΕλληνικάSuomeksiEspañol Latinoاللغة العربيةFilipinoLatineDanskCorsu