DB Multiverse

Home Fumetto Minicomic Fan Art Autori FAQ Canali RSS Bonus Eventi Promo Siti Affiliati Tabellone del Torneo Lista degli Universi
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               

Dragon Ball Multiverse: Il Romanzo

Scritto da Loïc Solaris

Traduzione e adattamento di Transporter, ValentDs, BK-81, Crix

Riscopri la storia di DBM con più dettagli! Questo romanzo è verificato da Salagir e contiene anche aggiunte di suo pugno mai raccontate sul manga. Ciò rende questa storia un vero e proprio allegato al fumetto!

La prossima pagina verrà rilasciata tra: un giorno, 22 ore

Intro

Parte 0 :0
Parte 1 :12345

Round 1-1

Parte 2 :678910
Parte 3 :1112131415
Parte 4 :1617181920
Parte 5 :2122232425
Parte 6 :2627282930

Lunch

Parte 7 :3132333435

Round 1-2

Parte 8 :3637383940
Parte 9 :4142434445
Parte 10 :4647484950
Parte 11 :5152535455
Parte 12 :5657585960
Parte 13 :6162636465
Parte 14 :6667686970

Night 1

Parte 15 :7172737475
Parte 16 :7677787980
Parte 17 :8182838485
Parte 18 :8687888990

Round 2-1

Parte 19 :9192939495
Parte 20 :96979899100

Round 2-2

Parte 21 :101102103104105
Parte 22 :106107108109110
Parte 23 :111112113114115

Night 2

Parte 24 :116117118119120

Round 3

Parte 25 :121122123124125
Parte 26 :126127128129130
Parte 27 :131132133134135
Parte 28 :136137138139140
Parte 29 :141142143
[Chapter Cover]
Parte 13, Capitolo 63.

PARTE TREDICI - RIVELAZIONE! FORME E PERSONAGGI NASCOSTI!

Capitolo 63

La spada era rotta. Videl aveva perso l'arma più potente dell'universo, l'unica cosa che poteva distruggere il suo avversario in un colpo solo, e l'unica cosa che poteva permetterle di sconfiggere un nemico più forte di lei.

Perché questo era ciò che era Cold: più forte di quanto lei avrebbe mai potuto essere.

Approfittando della sua sorpresa, il re fece partire un attacco veloce e potente con la coda, facendola atterrare sul viso del suo avversario. Videl volò a diversi metri, incapace di difendersi e di recuperare in maniera tanto veloce. Cadde a terra, lasciando cadere il manico della sua spada distrutta. Reagì finalmente quando Cold caricò di nuovo. Evitò un calcio alla testa che le avrebbe schiacciato il cranio, effettuando diverse manovre atletiche per allontanarsi e recuperare una posizione difensiva.

Senza la sua spada, la sua strategia aveva bisogno di un'ampia revisione... Cold si precipitò nuovamente verso il suo avversario, ridendo. Non aveva ancora notato che, a pochi metri di distanza, qualcuno era improvvisamente apparso sul ring.

Era vecchio, terribilmente vecchio. Anche di lui non si poteva dire con precisione quanti anni avesse. Il suo corpo era rugoso, col viso un po' distorto, risultato di una fusione tra un dio nolente e una brutta strega dagli straordinari poteri magici. Indossava lo stesso vestito dei Kaioshin dell'Universo 1. Era stato un degli dei, e coloro che avevano organizzato il torneo non mancarono a notarlo.

"Un Kaioshin!" esclamò il più grande dei cinque dei.

"Da dove è arrivato?" disse il più giovane, il Kaioshin dell'Est.

"Viene dall'Universo 9? Riuscirà ad aiutare la giovane combattente?".

Mentre gli dei si chiedevano ciò, Videl e Cold continuarono nella loro mischia. Videl schivava tutto. Senza la Spada-Z era un po' più veloce, e di tanto in tanto riusciva a reagire più velocemente rispetto al demone. Il suo livello di potenza era ancora più basso del suo, però, e lei era più piccola e meno resistente. Cercò invano di trovare un modo per prendere il controllo della lotta.

Dall'altra parte del ring, l'ex Grande Kaioshin gioì.

"Finalmente... hanno trovato il tempo per liberarmi! Essere bloccato per milioni di anni in una roccia è già abbastanza, ma tanti anni nelle mani di quegli idioti, incapaci di comprendere la necessità di rompere la spada piuttosto che utilizzarla...! E' stato un incubo. Ho visto tutto, sentito tutto e speravo che qualcuno commettesse l'errore di rompere la spada per sbaglio...".

Fece qualche passo per osservare la lotta con i propri occhi. Sembrava essere preso totalmente nel combattimento...

"Nessuno mi presta attenzione..." pensò.

Fissò lo spazio 1. Erano tutti lì. Quattro Kaioshin più il Grande Kaioshin.

Improvvisamente Cold riuscì a buttare giù Videl a pochi centimetri dal dio che era sorto dalla spada. Gli tirò un pugno mentre era ancora sulla schiena, e lei fece appena in tempo a bloccarlo con entrambe le mani. Lo shock era incredibile, e lei affondò nel ring a causa dell'impatto. Utilizzando ancora una volta la sua flessibilità e la sua reattività, balzò in piedi lanciando una sfera di energia alla testa del demone sorridente. Dopo che il fumo si era diradato, egli aveva ancora il sorriso sul suo volto, mentre Videl era sempre più ferita e affaticata. Esausta, si rilassò dal suo Kaioken.

"Sei testarda, signorina... e questa lotta comincia ad annoiarmi...".

"E' praticamente intatto, e non ancora al massimo... non ho nessuna possibilità...".

Improvvisamente, Videl notò il vecchio Kaioshin che si era chinato su di lei, o meglio, sul suo petto. Non aveva tempo per preoccuparsi di questo.

"... e lei da dove viene?".

"Finalmente!" disse il vecchio Kaioshin, alzando gli occhi verso il viso della ragazza. "Dalla spada, naturalmente!".

Oh, sì, era così ovvio!

I Varga nel centro di controllo erano occupati. Avevano individuato il Kaioshin in precedenza, e stavano cercando di capire da dove fosse venuto. Inizialmente, pensarono fosse qualcuno del suo universo, arrivato per aiutare il combattente, imbrogliando.

"Confermo, arriva dalla spada spezzata" svelò un Varga, dopo aver analizzato attentamente alcuni dati, scannerizzando il ring per trovare il punto d'origine.

"Bene. In questo modo potrà partecipare da alleato per il combattente dell'Universo 9".

Cold era stanco di stare sul ring. La lotta era durata abbastanza a lungo, e lui aveva già avuto il suo divertimento. Ora, doveva combattere un uomo molto vecchio, e per giunta arrivato dal nulla. Questo era sufficiente. Un'aura malefica lo circondò.

"Non avrei dovuto perdere tempo con una trasformazione intermedia! Ti finirò nella mia forma originale!".

Gli altri combattenti dell'Universo 8 sembravano storditi!

"Non ho mai visto papà nella sua forma originale, se non in foto!" dichiarò Freezer, non credendo che ciò a cui stava per assistere fosse reale.

"Si è trasformato quando ti portava in grembo" informò Cooler. "Aveva così poco controllo di sé stesso, che l'intero pianeta è stato distrutto quando sei nato!".

"Cosa?".

Freezer non poteva crederci. Lui era molto controllato nella sua forma originale... ma se suo padre non riusciva a controllarsi, al punto di distruggere pianeti, cosa sarebbe successo? Perché trasformarsi? Avrebbe potuto mettere l'intera arena in pericolo...

"Sono fregata!" disse Videl, irritata. "Aveva una piccola possibilità di sconfiggerlo in questa forma, ma se si trasforma nuovamente sarà praticamente impossibile...".

"Per niente, signorina! Posso aumentare il tuo potere. Diventerai molto più forte del tuo ridicolo avversario...".

"Ridicolo avversario?" pensò Videl, prima di dire:

"Davvero? Puoi farlo?".

"Certo! Ma solo se accetti di..." esordì il vecchio con un sorriso perverso. Aveva una strana idea in mente!

"Accetto!" gridò immediatamente Videl, che avrebbe fatto di tutto per sconfiggere il suo avversario, senza nemmeno misurare la portata delle sue parole.

"Bene, allora non muoverti. La prima parte è molto importante".

Si fermò davanti a lui, mentre l'ex Kaioshin cominciò a ballare intorno a Videl...

"Che cosa? Una danza?" pensò Videl, incredula. Ma restò immobile: era la sua unica possibilità!

Cold iniziò la sua trasformazione. Un'aura viola lo circondò, e il suo corpo cominciò a brillare. Presto, cominciò a cambiare la sua altezza e la sua forma.

Nell'Universo 1, il Kaioshin del Nord, il più anziano tra loro, intrecciò le mani. Capì tutto. Questo Kaioshin dall'aspetto anziano, dagli insoliti poteri...

"Certo! Egli è il grande Kaioshin di molto tempo fa! E' scomparso più o meno quando è comparsa la Spada-Z... combacia tutto! Dobbiamo rompere la nostra spada per liberarlo nel nostro universo!".

"Romperla?" disse il Kaioshin dell'Est. "Ma non siamo in grado di rimuoverla. Riusciremo a trovare qualcuno dal basso per ottenerla? Hai detto che...".

"No, romperla sarà molto facile" disse il Kaioshin del Sud. "La forza utilizzata da Cold per rompere la spada non si avvicina neanche lontanamente alla mia. Avevo già sollevato la spada prima che ti unissi a noi".

"Hai rimosso la spada?" rispose sorpreso il Kaioshin dell'Est. "Non ne avevo idea!".

"Non l'ho rimossa, l'ho sollevata. Ho provato, così come gli altri, ma mentre tiravo ho notato che tutta la montagna mi seguiva... così mi sono fermato, pensando che la spada non mi avrebbe accettato. Come affermato dal nostro Kaioshin del Nord, la spada, probabilmente, ha una sorta di protezione anti-Kaioshin su di essa, in modo da richiamare un eroe proveniente dal regno inferiore".

"Ecco perché la spada è in cima a una colonna di pietra" disse la Kaioshin dell'Ovest. "Se la rimuovessimo, distruggeremmo il paesaggio completamente!".

"Comunque, tutto questo per dire che la leggenda è stata distorta nel tempo, ovviamente. Il segreto della spada è che possiede l'antico Kaioshin intrappolato al suo interno".

Accanto a lui, gli altri Kaioshin annuirono. Nel frattempo, Cold stava per terminare la sua trasformazione, e la sua aura esplose. Erano rimasti pochi secondi.

"Quanto durerà ancora? Cold sarà pronto a breve!".

"Oh, per il tuo potenziale, direi una decina d'ore".

"Dieci... ore?" disse Videl con voce scoraggiata.

Il fumo intorno a Cold si diradò per rivelare il suo nuovo corpo originale. Era un corpo che non aveva 'indossato' per anni. Sembrava molto più umano, ora. L'ingombro della sua precedente trasformazione era sparito. Le uniche differenze tra lui e i suoi figli, erano alcune corna presenti sul polso e sulle protezioni per le caviglie. Le piastre sulle spalle erano scomparse, ed insieme a loro le corna presenti sulla sua schiena. Le spalle riflettevano la luce come cristalli. Il suo viso era riconoscibile, molto più simile alla sua seconda forma. Aveva recuperato il suo naso, e anche se non era così orrenda come la trasformazione precedente, incuteva molto timore.

Era chiaro che non voleva più giocare!

"Venite. Attaccatemi tutti e due insieme...".

Videl esitò... Trunks abbassò lo sguardo, sperando che lei rinunciasse. Tutti sapevano che non poteva fargli alcun male adesso.

I Gohan degli universi 16 e 18 ricordarono la lotta delle loro rispettive moglie contro Spopovitch... avevano quasi perso il loro controllo, infuriati per ciò che aveva fatto a Videl. E questa volta era ancora più pericoloso... dovevano essere pronti ad intervenire.

Il vecchio Kaioshin continuò la sua danza attorno a Videl, come se nulla fosse successo, mentre lei cercava di effettuare un ultimo, disperato sforzo.

"Ho qualcosa per te" disse al demonio. "Vediamo se riesci a prenderla!". Sperava di poter schernire il demone, non facendogli schivare l'attacco.

Cold non aveva paura di nulla, era del tutto sicuro della sua vittoria. Era pronto e in attesa. Videl modificò la sua posizione. Con la gamba destra in avanti e le ginocchia piegate, portò la mano destra vicino a quella sinistra, affiancandole entrambe al suo fianco sinistro. La sua aura rossa in versione Kaioken esplose più che mai.

"Che cosa sta facendo?" chiese Trunks nello spazio dell'Universo 9.

"Sta usando tutta la sua forza... è pericoloso" commentò Ten.

Videl era pronto. Poteva usare il Kaioken al massimo solo per qualche secondo, il che era appena sufficiente per lanciare il suo attacco. I suoi muscoli si infittirono, il che, di solito, la faceva sentire meno femminile, ma in questo momento non le importava. Fece un respiro profondo, poi gridò:

"Ka...".

"Questa è ..." entrambi i Gohan rimasero sorpresi.

"Me...".

"Mamma, conosci questa tecnica?" chiese Pan alla sua vera madre, che scosse la testa in segno di risposta.

"Ha...".

Una luce apparve tra i palmi delle mani di Videl. Cold si preparò per l'attacco energetico.

"Me...".

"Smettila di muoverti, o non funzionerà mai!" disse il vecchio Kaioshin.

Questa era la fine. L'attacco finale. Uno spettacolo incredibile per le migliaia e migliaia di persone presenti sugli spalti. Videl era orgogliosa di sé stessa, e felice di essere stata in grado di combattere un simile mostro. Sorrise, concentrando l'ultimo pezzo di energia, poi portò i palmi verso il suo avversario.

"Ha!".

La Kamehameha volò rapidamente verso Cold, che incrociò entrambe le braccia per contrastare il raggio blu, avvolto da un'aura rossastra. L'impatto lo spinse indietro di diversi metri, lasciando un segno sul ring, poi ci fu una violenta esplosione.

Videl cadde in ginocchio, esausta. Respirò profondamente, mentre il dio le si avvicinò.

Quando il fumo cominciò a schiarirsi, si alzò in piedi.

Cold apparve completamente illeso.

"E' stato proprio inutile..." pensò l'umana, prima di dichiarare:

"Ci arrendiamo".

"Cosa? Perché?" gli chiese il vecchio Kaioshin. "Ti assicurò che potrai batterlo! La sua nuova, ultima forma è davvero potente... ma col tuo nuovo potere, potrai sconfiggerlo!".

"Hai appena detto che ci vorrebbero ore e ore!" esclamò Videl.

"Devi solo essere paziente!".

Cold guardò l'uomo per alcuni secondi, poi se ne andò nel suo spazio. Prima di volare via, guardò la sua mano. Non era ferito, ma gli formicolava. Sapeva che lei non avrebbe mai potuto sconfiggerlo, ma era sorpreso che fosse in grado di fargli formicolare la mano. Questa lotta era stata davvero interessante.

Nello spazio dell'Universo 18, Gohan e Piccolo parlavano, pur continuando a guardare Videl che era rimasta sul ring a parlare col dio.

"Se la mia memoria non mi inganna... né il Trunks dal futuro, né Goku sarebbero stati in grado di batterlo se avesse avuto questa forma sulla Terra".

"È molto più forte dei suoi figli ora..." concluse Gohan.

"E di gran lunga. Mi sembra che sia forte quanto C-17 e C-18. O forse quanto C-16".

Nello spazio dell'Universo 8, Cold era tornato e stava in piedi di fronte ai suoi due figli. Era almeno un piede più alto di Cooler... e quest'ultimo era almeno 30 centimetri più alto di Freezer. Quest'ultimo sapeva che la sua forma originale lo rendeva più basso rispetto alla sua seconda forma!

"Papà... riesci a controllarti in questa forma?" chiese Cooler.

"Sorpreso? Anche voi due ci riuscite".

I due giovani Demoni del Freddo erano in uno stato di torpore per quanto riguardava loro padre. Era molto più forte di loro, di gran lunga il più potente del loro universo. Cooler si era allenato nell'arte del combattimento e nel controllo del suo corpo per decenni. Era stato necessario per superare gli altri due membri della sua famiglia.

Il lavoro aveva pagato: Cooler era rimasto nella sua forma originale giorno e notte, senza ancora riuscire a battere, però, la potenza di Freezer.

Era, tuttavia, più forte della forma di riduzione di suo padre. Ma Cooler sapeva che suo padre poteva ancora raggiungerlo, avendo centinaia di anni in più di lui.

Poi, un giorno, Cooler inventò una nuova forma. Fu il primo della sua specie a raggiungerla, in quanto né suo padre, né suo fratello l'avevano mai vista. Era una forma di aumento di potere.

Ciò significava che, se avesse tradito suo padre prima che potesse controllare la sua forma originale, l'avrebbe ucciso.

Dopo che suo fratello aveva avuto problemi con il sacro Sayan o qualcosa del genere, aveva avuto un cambiamento nel suo comportamento. Freezer aveva cercato di controllare la sua forma originale, e ci era riuscito. Ma Cooler non se ne preoccupava, in quanto la pigrizia di suo fratello non gli avrebbe mai permesso di raggiungere la forma potenziata. Era solo una questione di tempo, prima che potesse diventare il più forte della sua famiglia.

Ma ora che Cold, suo padre, controllava la sua forma originale? Cattive notizie! Non era stato in grado di resistere in questa forma per migliaia di anni, senza che distruggesse tutto intorno a lui. Di ciò, solo Cooler ne aveva testimonianza. Quando Cold aveva Freezer nello stomaco, ridusse il vuoto pianeta scelto per la nascita ad un banco di prova militare. Crateri, nuovi vulcani e insenature venivano creati ogni giorno.

E ora era in questa forma come se niente fosse! Si era allenato in segreto per arrivarci. Che demonio!

Videl finalmente raccolse i pezzi della sua spada, aiutando il Kaioshin a giungere nel loro spazio. Era un tipo strano, ma era pur sempre un dio.

"Bene, bene... ho un ospite. Si era offerto di aumentare la mia forza per battere Cold, ma ci sarebbero voluto ore...".

Ten salutò rispettosamente, giungendo le mani e inchinandosi leggermente.

"Benvenuto, maestro Kaioshin".

"Heilà, nonno" disse Yamcha.

Crilin non disse nulla, ma annuì quando i loro occhi si incontrarono, facendosi avanti per congratularsi con la sua allieva.

"Sei stata perfetta. E' un peccato che tu l'abbia incrociato al primo turno".

"Non dire così, mi ha fatto piacere combattere contro di lui! Mi sono divertita, anche se sono stanca!".

"Brava Videl!" si congratulò Trunks con lei, in piedi accanto al nano barbuto. "Hai dimostrato ancora una volta di essere più forte di me!".

Videl sorrise e si sedette su una panchina. Improvvisamente, sentiva le ripercussioni di utilizzare il Kaioken ad un livello talmente estremo. Trunks la aiutò, massaggiandole i muscoli doloranti. Anche Bulma non si limitò a starsene senza far niente.

"Vieni dentro, ci prenderemo cura di te. Ti preparerò qualcosa da bere".

"Grazie Bulma" rispose Videl, mentre veniva scortata da Trunks all'interno degli appartamenti.

Dietro di loro, Crilin, Ten e Yamcha si ritrovarono da soli col vecchio Kaioshin. Volevano parlare con lui... avevano così tante domande! Avrebbero parlato dopo di Cold, perché sapeva che era più potente di chiunque avessero incontrato nel loro mondo, e questo gli faceva un po' paura.

"Per quanto tempo sei rimasto bloccato nella spada?" chiese Ten.

"Ho smesso di contare gli anni... di sicuro qualche milione".

"Chi ti ha imprigionato?" chiese Yamcha. "C'era un'entità più grande di te?".

"No, un vecchio nemico mi ha imprigionato mentre stavamo combattendo. E' stata una terribile maledizione. C'era solo un modo per sfuggirvi, ovvero la rottura della spada. Ho aspettato più di quanto tu possa sapere".

"Non lo sapevo..." intervenne Crilin. "... ma tu potevi... vedere?".

"Si. Quando qualcuno afferra la spada, posso vedere ciò che accade intorno. Quindi non c'è bisogno di parlarmi di questo torneo, so già quello che vale la pena conoscere. Ora devo andare a parlare con i membri dell'Universo 1".

"Videl ha detto che avresti potuto aumentargli la forza..." lo interruppe Yamcha. "Come?".

"E' un segreto. E' una tecnica che solo io conosco. Posso rivelare il potenziale nascosto di un guerriero, e andare anche oltre".

"Videl avrebbe potuto sconfiggere Cold con questo potenziale nascosto?" continuò Yamcha, molto interessato.

"Non ne sono certo, ma credo di sì. In ogni caso, sarebbe stata forte come quando si utilizza il Kaioken. Senza affaticarsi, sarebbe stata veramente formidabile. Ma non lo faccio gratis".

"Che cosa dobbiamo fare?" chiese Crilin.

Il vecchio Kaioshin sorrise stupidamente. A cosa stava pensando? Videl aveva accettato senza sapere nemmeno cosa fosse. Se l'avesse saputo, probabilmente avrebbe preferito che il suo potenziale non venisse mai rivelato...

Commenti sulla Pagina:

Caricamento dei Commenti in corso...
[it]
EnglishFrançais日本語中文EspañolItalianoPortuguêsDeutschPolskiNederlandsTurcPortuguês Brasileiro
MagyarGalegoCatalàNorskРусскийRomâniaCroatianEuskeraLietuviškaiKoreanБългарскиעִבְרִית
SvenskaΕλληνικάSuomeksiEspañol Latinoاللغة العربيةFilipinoLatineDanskCorsu