DB Multiverse

Home Fumetto Minicomic Fan Art Autori FAQ Canali RSS Bonus Eventi Promo Siti Affiliati Tabellone del Torneo Lista degli Universi
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               

DBM Universi 12-14 e "Mirai" world : Twin Pain

Scritto da Foenidis

Traduzione e adattamento di kibasennin, Prosavio, ValentDs, SonGoku94

In questo mondo alternativo "del futuro" da cui è venuto Mirai Trunks a bordo di una macchina del tempo, tutti i nostri eroi furono uccisi dai cyborg... Questa storia ne racconta i dettagli, con una parte narrativa comune per gli universi 12 e 14.

La prossima pagina verrà rilasciata tra: 3 giorni, 14 ore

1234567891011121314151617181920212223242526272829303132333435363738394041424344454647484950515253545556575859606162
[Chapter Cover]

Traduzione di kibasennin, adattamento di Prosavio

Approfittando di questa piccola pausa, Vegeta alza lo sguardo verso il combattimento aereo.

Il cyborg insolente stava resistendo sorprendentemente bene al cannone energetico di Gohan... Però che potenza...! Pochi anni fa, se non avesse mai visto la piena potenza di Freezer con i suoi stessi occhi, non sarebbe neanche riuscito ad immaginare tali livelli d’energia.

Eppure, ecco che il figlio di Kakaroth, un moccioso, che riesce a raggiungerli con una naturalezza sconcertante... ma questi due volgari ammassi di ferraglia si sono rivelati capaci di contrastare la loro forza di Super Saiyan, o persino superarla... eppure non sono l’élite dei guerrieri?

Uno strano sentimento invade il corpo del Principe mentre guarda la sagoma dorata del giovane guerriero... si è attaccato più di quanto non avrebbe voluto a questo ragazzo... e poi, sebbene mezzo-sangue, non è forse tutto ciò che rimane del suo popolo...?

Brontola interiormente... adesso rischia di pagare cara la sua mancanza di tempo passato ad allenarsi invece di allenare quel marmocchio...!

Il suo sguardo si gira verso la ragazza che aspetta, strafottente, che il Principe abbia ripreso fiato... scaccia con irritazione quella voce interiore che cerca di scoraggiarlo... la sconfiggerà! Perché non ha scelta... perché è il Principe dei Saiyan, e deve giustificare il suo regale statuto... un’altra sconfitta da parte sua sarebbe inaccettabile!

Stringe i pugni, fissando l’essere bionico con determinazione... l’energia circola in lui... facendo scomparire il dubbio... la fatica... il dolore... i suoi muscoli riottengono la tensione necessaria per ripristinare la rabbia per affrontare quest’ultimo combattimento... riaccende finalmente la sua aura, con una smorfia, che sottolinea il leggero sforzo che gli causa.

Si lancia sulla giovane donna, troppo sicura di sé, che si apprestava a sparare un’altra delle sue volgari frasi....

Deciso a finire questo combattimento rapidamente, le colpisce violentemente la testa con i due pugni che ha posizionato davanti a sé mentre volava... e subito dietro di lei, si rialza con una folgorante ginocchiata sulla schiena della cyborg, prima di acchiapparle il suo braccio, che torce con forza... lo sa che in potenza è lei che domina il combattimento, ma in un combattimento la forza non è tutto! Il suo velocissimo attacco è stato calcolato minuziosamente... la sua efficacia è chiara... C-18 è di nuovo in una posizione svantaggiata.

Solo che questa volta... mentre la mantiene a terra... s’inginocchia per sferrare un tiro concentrato sul collo gracile sul quale ha posato la mano... ma invano... ricomincia con irritazione... ancora e ancora mentre la vittima sprofonda sempre di più nel suolo dalle multiple esplosioni...

Crilin osserva i combattimenti con uno sguardo spento... non pensa più... girando e rigirando il telecomando nella sua mano sinistra, sa che sarebbe più ragionevole allontanarsi dal campo di battaglia... ma dopotutto... che differenza fa? I due Saiyan combattono con coraggio... ma se ci fosse un possibilità di vittoria, allora sarebbe accaduta molto tempo fa... La speranza si allontana mentre la loro energia diminuisce senza sosta...

L’energia, appunto! Vegeta si rende conto che la sta sprecando inutilmente... ma in fondo ognuno ha un punto debole... e lui finirà per trovare quello di questo volgare ammasso di ferraglia!

Rinunciando a provare a decapitare l’indistruttibile macchina... si rialza per aggrappare le sue caviglie... schiacciandole la nuca col piede... tira le gambe della ragazza verso l’avanti in un modo estremo... se resiste agli attacchi energetici, e non si strappa... si può sicuramente rompere!

Ma il Principe guerriero non ha pensato che schiacciare la nuca di un essere che non ha più oramai un sistema nervoso biologico non avrebbe lo stesso effetto che su un combattente normale.

Inconsapevole del pericolo, non fa caso alla mano che si rialza tranquillamente tra i suoi due stivali.

Il dolore è enorme ed estremo... e fa mollare presa al Saiyan, che con un insulto brontolato cade a terra e i suoi capelli ripristinano il loro colore scuro.

Con gli occhi pieni di lacrime che stenta a contenere... Vegeta si tiene le parti intime in una postura che dimostra una chiara e profonda sofferenza... fischia tra i denti stretti con una voce più acuta del normale:

“Putt***...!”

C-18 si rialza, spolverando quel che resta dei suoi vestiti, e non perde l’occasione per umiliare ulteriormente il povero principe:

“Non lagnarti... ho moderato il mio colpo... combattere contro un eunuco schifoso non m’interessa!”

Vegeta protesta, col fiatone:

“È sleale... ggghhhh...! Non si fa...!”

C-18 si avvicina all’uomo ormai inginocchiato con la fronte per terra per continuare a prenderlo in giro, mentre questo colpisce il suolo con un pugno come per uccidere il dolore.

“No-no-no... qualunque colpo è permesso... per di più sono una femmina, dunque ho il diritto...”

Si siede tranquillamente su un masso, in mezzo alle macerie:

“Il problema è che adesso mi toccherà aspettare di nuovo...”

Con un tono ingenuo continua:

“Ma fa davvero così male...?”

Vegeta la vuole uccidere più che mai...! Ma il dolore lo paralizza... fa uno sforzo per rialzare la testa e guardare oltre il velo acquoso che gli ricopre gli occhi e vedere il combattimento aereo che si svolge più lontano...

C-17 incrementa visibilmente la potenza dei suoi raggi fotonici... Gohan, invece, comincia a mostrare segni di fatica... le sue braccia bruciano tanto quanto un vulcano incandescente, il dolore lo tortura... utilizza tutto il suo spirito per resistere... ma comincia a capire, guardando il suo avversario, che questo duello è già perso.

Non serve a niente sprecare quel che gli resta della sua energia.

Cessando il suo tiro, si sposta per un pelo dalla traiettoria dell’attacco del cyborg...

Il potente raggio lo sfiora, emettendo un rombo, prima di perdersi nel cielo sotto gli occhi del suo avversario...

Gohan scuote le mani dolorosamente mentre riporta il suo sguardo verso il cyborg che lo osserva... per poi guardare oltre, al suolo... che ne è stato di Vegeta?

Ahi..! È a terra... e Crilin...?! Cosa ci fa ancora qui?!

Per fortuna, per il momento C-18 non sembra ostile...

Il suo sguardo si riporta su C-17.

È ora di ritirarsi da questo scontro... non porta a niente, e i cyborg non faticano, contrariamente a Vegeta e a lui...

Commenti sulla Pagina:

Caricamento dei Commenti in corso...
[it]
EnglishFrançais日本語中文EspañolItalianoPortuguêsDeutschPolskiNederlandsTurcPortuguês Brasileiro
MagyarGalegoCatalàNorskРусскийRomâniaCroatianEuskeraLietuviškaiKoreanБългарскиעִבְרִית
SvenskaΕλληνικάSuomeksiEspañol Latinoاللغة العربيةFilipinoLatineDanskCorsu