DB Multiverse

Home Fumetto Minicomic Fan Art Autori FAQ Canali RSS Bonus Eventi Promo Siti Affiliati Tabellone del Torneo Lista degli Universi
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               

DBM Universi 12-14 e "Mirai" world : Twin Pain

Scritto da Foenidis

Traduzione e adattamento di kibasennin, Prosavio, ValentDs, SonGoku94

In questo mondo alternativo "del futuro" da cui è venuto Mirai Trunks a bordo di una macchina del tempo, tutti i nostri eroi furono uccisi dai cyborg... Questa storia ne racconta i dettagli, con una parte narrativa comune per gli universi 12 e 14.

La prossima pagina verrà rilasciata tra: 3 giorni, 3 ore

1234567891011121314151617181920212223242526272829303132333435363738394041424344454647484950515253545556575859606162
[Chapter Cover]

Traduzione di kibasennin, adattamento di Prosavio

Una voce forte e infantile fa sobbalzare il boia e la sua vittima:

“Non hai il diritto di farlo!”

Interrompendo il suo gesto per la sorpresa, C-18 rialza la testa per notare Son Gohan che atterra a pochi metri da loro... si gira per guardare suo fratello che si accontenta di aprire le mani rivolte al cielo e di alzare le spalle...

I capelli scuri scivolano tra le dita della giovane donna, e Vegeta posa una mano a terra per non cadere di lato... facendo smorfie per il dolore, si forza a respirare correttamente, sebbene con difficoltà... prova a raddrizzarsi... ma senza riuscirci.

I due cyborg sono da prima sorpresi dalla comparsa del giovane ragazzo, C-18 fa due passi nella sua direzione, come per confermare la sua presenza:

“Tu! Sei vivo!”

C-17, intanto, si alza:

“Guarda, guarda... un fantasma...”

Guardandosi intorno, aggiunge:

“E il piccolo tappo calvo non è con te?”

Ma Gohan prosegue il suo cammino, puntando verso Vegeta, che ora cerca dolorosamente di riprendere a respirare:

“Sono venuto da solo! E non avete il diritto di ucciderlo adesso!”

C-18 risponde all’esclamazione del piccolo insolente con un’aria contrariata:

“Non abbiamo il diritto...?! E come sarebbe a dire?! Di quale diritto stai parlando?!”

Gohan continua, senza smontassero il suo ragionamento:

“Del vostro!”

Come previsto, l’assassina è sbalordita dal commento:

“Il nostro...?! Ma che stai a dire?!”

Al momento, non le importa più di Vegeta, e Gohan esulta interiormente, perché lo scopo di questo dialogo sta riuscendo... sperando che il seguito sia ugualmente facile... continua dunque con decisione:

“Giusto... voi avete detto ‘uno al giorno’... eppure oggi ne avete uccisi sei, dei nostri!”

Un sorriso ironico colora l’espressione della donna cyborg:

“Se seguissimo sempre le regole, ci annoieremmo a morte...!”

Poi guarda con disgusto e disdegno il Saiyan che si accascia sempre di più ai suoi piedi:

“Ad ogni modo, è sul punto di morte...”

La visione del suo amico agonizzante fa passare un velo di dolore davanti agli occhi di Gohan... allora il bambino riprende, con la voce marcata dall’emozione:

“Allora lascia che gli parli...”

Abbassa la testa, e aggiunge a voce bassa:

“Un’ultima volta...”

Adesso le sue lacrime scendono giù, rigando le sue guance, mentre la voce gli rimane in gola:

“Ti prego... solo qualche parola...”

C-18 guarda di nuovo il guerriero sconfitto che, rannicchiato, graffia la terra con la mano sinistra sotto una respirazione che gli causa troppo dolore per essere necessaria alla sua sopravvivenza... poi guarda suo fratello di nuovo... quest’ultimo non si muove... le lascia la responsabilità della scelta...

Il cuore di Gohan batte con forza... se lei non si sbriga, sarà troppo tardi...! Il giovane guerriero si controlla, misurando la sua angoscia... se rivela la sua impazienza, potrebbe far fallire tutto il piano...

È con un immenso sollievo che la vede spostarsi di lato, con un gesto della mano:

“Va’ pure... sarà il mio regalo per te...”

Alzando il dito, aggiunge:

“Ma solo perché l’hai chiesto molto educatamente...”

Crilin aveva ragione... ha funzionato! Senza perdere un secondo, in un istante che Gohan s’inginocchia vicino all’agonizzante Saiyan... lo prende per le spalle per raddrizzarlo dolcemente, facendo in modo che non sia rivolto verso i due assassini bionici... Vegeta non riesce a trattenere alcuni ruggiti di dolore... il giovane guerriero gli parla dolcemente:

“Mi dispiace... non sono riuscito a venire prima...”

Il bambino gli prende la mano ormai semi-chiusa dal dolore dal petto... forzando per portarla giù... gli apre le dita... Vegeta si sforza gli occhi per mettere a fuoco il gesto di Gohan, reagendo con sorpresa... quest’ultimo gli ha appena passato un oggetto piccolo nella sua mano sofferente...

“Bulma mi ha dato il medaglione che le avevi regalato...”

Il bambino abbassa la testa con una profonda tristezza, richiudendo le dita di Vegeta intorno al regalo:

“Per portarti fortuna...”

Si rialza...

“Attento, ora mi rialzo... non preoccuparti, ti aiuto a sederti...”

Continuando il suo gesto, non lascia le spalle del ferito fino a quando non l’ha sentito appoggiarsi... sentendo i singhiozzi che emette il corpo del principe... adesso si mette davanti a C-18 e diventando bruscamente un Super Saiyan, dice:

“Non lascerò che gli diate il colpo di grazia!”

Commenti sulla Pagina:

Caricamento dei Commenti in corso...
[it]
EnglishFrançais日本語EspañolItaliano中文DeutschPortuguêsPolskiNederlandsTurc
Português BrasileiroMagyarGalegoRomâniaРусскийNorskCatalàLietuviškaiCroatianEuskeraSuomeksi
KoreanSvenskaБългарскиGreekעִבְרִיתEspañol Latinoاللغة العربيةFilipinoLatineDansk