DB Multiverse

Home Fumetto Minicomic Fan Art Autori FAQ Canali RSS Bonus Eventi Promo Siti Affiliati Tabellone del Torneo Lista degli Universi
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               

DBM Universi 12-14 e "Mirai" world : Twin Pain

Scritto da Foenidis

Traduzione e adattamento di kibasennin, Prosavio, ValentDs, SonGoku94

In questo mondo alternativo "del futuro" da cui è venuto Mirai Trunks a bordo di una macchina del tempo, tutti i nostri eroi furono uccisi dai cyborg... Questa storia ne racconta i dettagli, con una parte narrativa comune per gli universi 12 e 14.

La prossima pagina verrà rilasciata tra: 4 giorni, 13 ore

1234567891011121314151617181920212223242526272829303132333435363738394041424344454647484950515253545556575859606162
[Chapter Cover]

Traduzione di kibasennin, adattamento di Prosavio

Lo sguardo del piccolo guerriero si dirige spontaneamente verso la sagoma del suo giovane amico nel cielo… quest’ultimo dimostra la sua impazienza con un piccolo movimento con la testa che riporta Crilin alla realtà.

Continuando i suoi sforzi, l’amico di Goku fa una smorfia, mentre si contorce il più discretamente possibile senza perdere di vista i cyborg e Vegeta... il suo povero cuore batte ancora più forte quando un pezzo di stoffa che si strappa sembra fare un rumore tremendamente esagerato...

Subito dopo... si rende conto di ciò che sta facendo... ha la strana impressione di essere stato spostato in una diversa dimensione, considerando il fatto che ormai non sente nient’altro che i battiti del suo polso che producono un’eco simile a un tamburo di guerra... non deve tremare... non deve cedere alla paura... non deve pensare... deve solo chiudere gli occhi per concentrarsi meglio...

A un tratto... i tre combattenti che si affrontavano interrompono subito la loro conversazione per guardarsi attorno, sorpresi... una moltitudine di fischi e rumori elettrici risuonano nell’intero perimetro che li circonda.

Crilin, con la mano sinistra sparita nel buco che si è fatto sulla sua tunica, in corrispondenza della schiena, spinge sul bottone a piena forza... il telecomando comincia a flettersi un po’ per la pressione... i fischi elettrici si alleviano prima di finire completamente...

Il piccolo guerriero rialza allora lo sguardo, lentamente... con la speranza battente di essere infine sbarazzatosi di quei mostri... e di poter finalmente svegliarsi da questo incubo...

Ed è qui... che l’Universo intero perde senso per lui, perché ciò che vede è incredibile, seppure orrendo.

I due cyborg sono sempre là! E apparentemente non hanno subito alcuna influenza dal telecomando!

Non è possibile!

Spinge quindi di nuovo sul marchingegno, ancora più forte, bruciandosi il dito... ma non succede più niente!

È così deluso che lascia ricadere le mani a terra, senza neanche più provare a nascondere la piccola scatoletta, con lo sguardo ormai vuoto riportatosi sulle due macchine ancora in piedi...

C-18 fa qualche passo fuori dal cerchio carbonizzato che li circonda per raccogliere una scheggia che aveva emanato quello strano fischio, osservandola incuriosita... la passa poi a suo fratello, che si sorprende dapprima, prima di cominciare a ridere leggermente...

Poi la sua risata diventa molto più forte e provocatrice... si ferma un momento, soddisfatto, per lanciare il pezzo rotto a Vegeta. Quest’ultimo acchiappa il pezzo al volo, e si gira verso Crilin dopo aver esaminato il pezzo di plastica...

È un pezzo di un composito elettronico... la rete di fili di rame si è visibilmente fusa... Vegeta cammina con calma, quasi ritenuta, verso Crilin... si abbassa per raccogliere il telecomando dalla mano del piccolo uomo, pietrificata dal terrore e dal fallimento.

Il Saiyan alza la mano tenendo la scatoletta, prima di lentamente spezzarla, frantumandola in mille pezzi con un ruggito... lascia cadere i pezzi al suolo, penetrando con lo sguardo il guerriero a terra...

“Bulma, eh...?”

Crilin balbetta:

“Non... non.. non capisco...”

C-18 appare subito vicino a Vegeta, che sobbalza dinanzi a tale sicurezza... lei si piega verso Crilin, che resta pietrificato, come d’abitudine:

“Eppure la risposta è semplice, mio caro... il tuo piccolo telecomando era stato creato per distruggere i compositi di rame nei circuiti, vero...?”

Vegeta ringhia:

“Ma certo! Che stupida...! I vostri erano previsti per resistere al calore dei combattimenti!”

Dietro di loro, C-17 completa:

“Ovvio... la ceramica ad alta densità non si scioglie!”

Il povero Crilin non sa se il suo cuore si è fermato o se sta battendo così forte da poter esplodere... guarda i tre guerrieri che lo circondano... da un lato, un Principe dei Saiyan, bellicoso, crudele e impulsivo, che sa che lui gli ha mentito deliberatamente... da un altro lato, una macchina assassina dalla ferocia ineguagliabile che ha appena provato a distruggere... e poi... questi occhi di un blu così puro che lo guardano dolcemente...

Commenti sulla Pagina:

Caricamento dei Commenti in corso...
[it]
EnglishFrançais日本語EspañolItaliano中文DeutschPortuguêsPolskiNederlandsTurc
Português BrasileiroMagyarGalegoRomâniaРусскийNorskCatalàLietuviškaiCroatianEuskeraSuomeksi
KoreanSvenskaБългарскиGreekעִבְרִיתEspañol Latinoاللغة العربيةFilipinoLatineDansk