DB Multiverse

Dragon Ball Multiverse: Il Romanzo

Scritto da Loïc Solaris & Arctika

Traduzione e adattamento di Transporter, ValentDs, BK-81, Crix, PGV 2

Riscopri la storia di DBM con più dettagli! Questo romanzo è verificato da Salagir e contiene anche aggiunte di suo pugno mai raccontate sul manga. Ciò rende questa storia un vero e proprio allegato al fumetto!

La prossima pagina verrà rilasciata tra: 7 ora, 54min

Intro

Parte 0 :0
Parte 1 :12345

Round 1-1

Parte 2 :678910
Parte 3 :1112131415
Parte 4 :1617181920
Parte 5 :2122232425
Parte 6 :2627282930

Lunch

Parte 7 :3132333435

Round 1-2

Parte 8 :3637383940
Parte 9 :4142434445
Parte 10 :4647484950
Parte 11 :5152535455
Parte 12 :5657585960
Parte 13 :6162636465
Parte 14 :6667686970

Night 1

Parte 15 :7172737475
Parte 16 :7677787980
Parte 17 :8182838485
Parte 18 :8687888990

Round 2-1

Parte 19 :9192939495
Parte 20 :96979899100

Round 2-2

Parte 21 :101102103104105
Parte 22 :106107108109110
Parte 23 :111112113114115

Night 2

Parte 24 :116117118119120

Round 3

Parte 25 :121122123124125
Parte 26 :126127128129130
Parte 27 :131132133134135
Parte 28 :136137138139140
Parte 29 :141142143144145
Parte 30 :146147148149150
[Chapter Cover]
Parte 14, Capitolo 66.

PARTE QUATTORDICI - SAYAN, NAMECCIANI E ALTRI DEMONI

Capitolo 66

"Chiamiamo ora sul ring Akira Toriyama dell'Universo 2 e Raichi dell'Universo 3!" gridò il presentatore Varga nel microfono.

"Ah" disse Raichi lentamente.

Infine, era arrivato il suo turno. Sperava di combattere contro i Sayan, ma il ritiro dell'Universo 10 l'aveva deluso. Fortunatamente, solo il peggio aveva dovuto combattere. Ora che avevano abbandonato, avrebbe potuto eliminarli lui stesso! Aveva ancora quattro incontri. Dopo la sua vittoria, avrebbe affrontato il vincitore del prossimo combattimento. Dopo ciò, il torneo sarebbe giunto alle final four. Teoricamente, avrebbe potuto affrontare Bardack dopo tre vittorie. E se Bardack non ce l'avesse fatta, Cold non sarebbe stato affatto male. Dopo di lui, Raichi si sarebbe trovato di fronte uno dei ragazzi dell'Universo 19 (di cui aveva dimenticato il nome) oppure un'altra femmina Sayan, ovviamente dall'Universo 16.

Seduto su una strana sfera blu corvina, Raichi levitò verso il ring. Il suo avversario non era ancora arrivato. Guardando dietro di lui, il vecchio Tsufuru lo vide comparire, uscendo da un corridoio dell'Universo 2. Era piuttosto piccolo. Il combattente, Akira Toriyama, sembrava essere alto non più di 70 centimetri. Indossava una maschera. Forse l'aria gli faceva male? Raichi l'avrebbe scoperto gettandolo fuori dal ring... era un modo per vincere, come tutti gli altri. A parte questo, egli indossava un vestito. Strano abbigliamento da usare in battaglia...

"E' il mio turno..." disse Akira.

Prese di sorpresa un altro uomo piccolo (anche se più alto di Toriyama), che stava da qualche minuto davanti all'ingresso. Sembrava più aggressivo, vestito con pantaloni a righe e una giacca semplice. Quest'uomo riconobbe immediatamente il combattente che aveva fatto la sua comparsa: quel nome gli aveva acceso qualcosa...

"Ma... tu non sei l'autore?" chiese Senbei Norimaki, alias Dr. Slump, cercando conferma.

"Esatto! Ho il pieno controllo su tutti i miei personaggi! Sono sicuro di vincere!" proclamò, alzando il pungo (o meglio... il suo artiglio meccanico) in segno di vittoria.

"Ma... questo è barare..." osservò il dottore, che aveva un bel paio di baffi.

"Vuoi che ti faccia ballare il tip tap?" lo minacciò il signor Toriyama, con gli occhi della sua maschera che sembravano tirar fuori un'aura minacciosa.

Senbei scosse la testa così in fretta che sembrò avere più di una faccia.

"Ma questo tipo... Raichi... è davvero uno dei tuoi personaggi?" chiese Belzebubù, restando ad una certa distanza da lui (era sicuro come l'inferno che non gli sarebbe piaciuto ballare il tip tap!).

Toriyama tirò fuori diversi file e diverse cartelle da una borsa che aveva portato con sé. All'interno vi erano un sacco di immagini di personaggi, con le informazioni su di loro.

"Ovviamente sono io che... aspetta...".

Toriyama aveva appena guardato tutte le immagini dei personaggi, ma ancora non riusciva a trovare ciò che stava cercando. Eppure il nome era sicuramente un gioco di parole. Il suo avversario si chiamava in realtà 'Lychee', come la frutta esotica. Controllò tramite il "character design" ... no, niente... Dragon Quest, Tobal, Chrono Trigger...

"Beh, vedi, si trovava in un manga fatto dai fan di Dragon Ball, e i personaggi che hanno combattuto sinora provengono tutti da lì, in un modo o nell'altro, ad eccezione dell'Universo 2. Ma Raichi viene dall'Universo 3...".

"Non so chi siano gli idioti che hanno scritto questo manga, ma il personaggio proviene da me, ne sono sicuro! Deve essere stato aggiunta alla versione animata. Aspetta...".

Tra i suoi fogli, ne tirò fuori alcuni rilegati in plastica trasparente, provenienti dalla Toei Animation, che aveva immortalato il suo lavoro, aggiungendo colore, suono, movimento e qualche ritardo... ecco... l'elenco dei cattivi dei film. Tarles, Broly, Janemba, C-13... aha, ecco anche Bardack... ma non riusciva a trovare Raichi. Vediamo un po'... i prodotti che ne sono derivati! Una pubblicità per collirio... niente. Documentari per bambini... nemmeno. Neanche in un game show sui viaggi nel tempo. Il crossover con One Piece... era divertente... ma non lo trovò nemmeno in quello. Nemmeno in Dragon Ball GT!

Si soffermò su uno Tsufuru di nome Baby, senza sapere il perché. Il maestro Toriyama non aveva idea del fatto che anche Raichi fosse uno Tsufuru, come l'ultimo superstite del massacro Sayan, e che voleva vendicare la sua razza.

Improvvisamente, si imbatté in una serie di immagini dal titolo 'Videogames'. Ma tutte seguivano il suo lavoro con precisione... aspetta... cos'era questa cosa? Ozotto? Sembrava una versione fallita di Cell. Chi l'aveva progettato? Hmm, probabilmente doveva essere ubriaco... ah, AHA! Qui c'era, Raichi, un personaggio dei videogiochi! Dannazione... non l'aveva mai nemmeno toccato...

"Oh, no... questo non l'ho inventato io..." ammise Akira Toriyama, guardando il suo avversario che lo attendeva pazientemente.

Pensò per tre secondi, strofinando una delle sue pinze meccaniche sulla schiena.

Di fronte a questa decisione, la metà dell'Universo 2 ne fu stupita.

"Bene, mi arrendo. Sono troppo vecchio per queste stronzate".

"Raichi è il vincitore. Può lasciare il ring" dichiarò il presentatore Varga.

"Davvero?".

"Beh, suppongo non fosse così male" pensò lo Tsufuru, mentre tornava lentamente nella sua ala.

Mentre Akira Toriyama si dirigeva lungo il corridoio, due persone gli impedirono di andare avanti. Erano incredibilmente felici, e tenevano tra le mani quelli che sembravano un quaderno ed una penna.

"Toriyama-sensei-sama" disse l'uomo sulla sinistra, Salagir, un biondo con una coda simile ad un marsupiale. Aveva evidentemente imparato il giapponese con la lettura (da sinistra a destra) dei cartoni animati giapponesi. In questo caso, era meglio ignorarli.

"Possiamo avere un autografo?" chiese il ragazzo con capelli lunghi castano scuro, Gogeta jr.

Gli porse un oggetto sottile e rettangolare, delle dimensioni di un piatto per torta.

"Che cos'è?" chiese Akira.

"Eh... una tavoletta grafica" rispose il giovane con i capelli scuri, porgendogli una stilografica.

"Non puoi utilizzare la carta come tutti quanti?".

"Usare cosa?" chiesero i due uomini, mentre un attonito Toriyama firmava i loro touchpad.

Poi se ne andò senza voltarsi. Questi strani personaggi gli davano un sapore sgradevole di déjà vu. Si sentiva come se li avesse già incontrati in un'altra vita, o in un altro manga... uno più piccolo... un mini-comic...

"Questo vuol dire 'Toriyama'?" disse l'uomo dai capelli scuri, osservando lo schermo del suo tablet.

"Non lo so, è tutto kanji!" rispose il suo amico, anch'egli perplesso.

Un po' più avanti, Toriyama fu fermato da un altro personaggio. Piccola, con i capelli castano chiaro e gli occhi azzurri, gli diede un libro e gli chiese: "La prego, può firmarlo?".

"Cos'è?" chiese Akira, prendendolo tra le mani.

"Un romanzo!".

"Ma è illeggibile!".

"Uh...".

"E in più, la copertina è alla fine!".

"Questo perché si legge da sinistra verso destra...".

"Oh, bene, questo mondo è capovolto. Tutto è così, a quanto pare".

Dopo aver scarabocchiato diversi simboli come parole, se ne andò, lasciando questo strano personaggio col suo illeggibile (a testa in giù) libro.

Avanzò con passo fermo, le mani in tasca, con un piccolo ed onnisciente sorriso sull'angolo della bocca. Un uomo con indosso un turbante simile a quello di Piccolo, un mantello e tre spade si avvicinò a Toriyama. Una volta vicino, parlò con buon umore.

"Hey, finisci con me!".

Poi, improvvisamente, assunse un tono serio, mostrando il pugno e agitandolo trionfalmente di fronte a lui.

"Quando perdo la mia tempra e la rabbia mi assale, mi trasformo in guerriero leggendario! Io sono... io sono...".

"Jackie Chan?".

Senza nemmeno fermarsi, Toriyama passò di fianco all'uomo, la cui mascella rimase aperta.

Quest'ultimo, poi, mormorò con voce acuta. "Son Goku. Il Super Sayan...".

"Che cosa voleva quel tizio?" chiese il talentuoso mangaka, alzando un sopracciglio e continuando a non comprendere il problema. Sembrava decisamente superficiale...

Un Varga, un po' più in là, chiese a Toriyama di procedere lentamente. Infatti, il pavimento era stato appena lucidato, e per motivi di sicurezza sarebbe stato meglio per lui camminare con cautela, per evitare una scivolata che l'avrebbe portato direttamente alla stanza di DB-Mergenza.

Un giovane uomo con gli occhiali, dotato di un'armatura Sayan, corse da lui.

"Maestro, maestro...".

"Conosco questo tipo! Ho sempre voluto incontrarlo!".

"Maestro, mi piacerebbe essere lei, per avere il suo talento!".

"Eureka! Utilizzerò la tecnica del Capitano Ginew, così diventerò Toriyama!".

Poi gridò: "Body Change", mentre si trafiggeva il petto col pugno destro. Un raggio d'energia fluiva dal suo corpo verso quello di Toriyama. Ma lui scivolò... era imbarazzante. Il raggio d'energia andrò dritto verso un Varga, scontrandosi con esso. Le due menti furono scambiate da un corpo all'altro.

"L'ho fatto? Sono diventato Tori il ciarlatano?".

Il giovane fece una pausa, o meglio, il Varga. Vide il mangaka a terra.

"In che corpo sono?".

Dopo un controllo super veloce di sé stesso, ruggì: "Noooooooooooooo.. quack!".

Toriyama si alzò in qualche modo, e mormorò, vedendo il Varga gridare: "Che strano uccello...".

Era sicuramente noto come una celebrità: una giovane donna più avanti lo aspettava. Aveva i capelli castano chiaro, un nastro bianco intorno alla testa e uno scouter sull'occhio sinistro... era inconfondibile. Toriyama notò che indossava i vestiti di un noto porcospino blu, mentre ella gli porgeva un libro.

"Ancora? Cos'è questo?".

"Maestro, questa è l'origine dei Sayan, insieme a quella Tsufuru!".

"Oh, davvero?".

Parlando rapidamente, l'artista spiegò la trama del suo lavoro in breve. Dopo aver terminato in meno di un minuto, attese una risposta dal maestro.

"Non c'è Gotenks?" chiese Toriyama. "Mi piace".

"Uh... no".

Toriyama la lasciò, senza dire una parola, pensando tra sé e sé: "Non mi sarei mai immaginato l'origine dei Sayan da me. Non è poi così importante... e poi gli Tsufuru... non sono nemmeno mie creazioni...".

Sperava di non avere più incontri casuali come quelli, ma non era così. Un'altra persona lo fermò.

"Ciao, maestro" disse. "Sono così felice che tu sia qui! Mi è venuta in mente una grande cosa, cercando di imitarti, lo sai?".

Gli porse una lunga serie di fogli, ben bloccati.

"No, grazie. Sono sicuro che sei grande. I contratti non mi interessano, signora. Mi dispiace, ma devo andare. Uh... il mio scooter... è parcheggiato in doppia fila!".

"Non lo è affatto" disse. "Questo è un nuovo scenario! Questo è il sequel di Dragon Ball!".

"Che cosa? DB GT?".

"Nono, è ambientato dopo DB GT. Sai, ci è rimasto molto da fare dopo l'anime. Che piaccia o no, fa parte del lavoro di molte persone...".

"E allora? E' un altro DB AF?".

"Non proprio... non c'è un Super Sayan 5...".

"Non c'è qualcosa di stupido come questo su internet? Con un multiverso di pianeti, o roba del genere?".

"No, il mio scenario è molto meglio".

"Bene, sono felice per te. Arrivederci!".

"Aspetta. E' necessario progettarlo!".

"Cosa?".

Toriyama scappò, mentre una donna col suo maledetto copione lo inseguiva. Molto rapidamente, altri lo seguirono, con documenti e varie domande:

"Maestro, maestro! Vogliamo sapere... ma il Leggendario Super Sayan, è Broly o Goku?".

"Tori! Cosa ne pensi di Super Sonic? Hanno il diritto di farlo?".

"Ehi, signore, io ho disegnato una parodia di Dragon Ball con Mario. Non ti da fastidio?".

"Ditemi, Toriyama-san. Ho una domanda circa la traduzione di un nome! Sembra che si utilizzi il kana di 'ma', ma forse si tratta di un gioco di parole sulla parola, come credo che sia. Quindi la sillaba non è allungata?".

"A proposito, buon compleanno, maestro! Grazie di tutto!".

"Signor AT, perché ha permesso che Dragon Ball Evolution fosse creato? Io sono responsabile della vostra morte! Tornate qui!".

"Akira, sposami!".

"Lasciatemi in pace" concluse l'uomo perseguitato, con un pianto disperato. "Non ho nemmeno voglia di Dragon Ball! Ho solo bisogno di storie umoristiche!".

Dopo aver lasciato la zona, dopo un lungo periodo di tempo, il maestro scomparve a tutta velocità dietro una montagna. Lì, invocò la fine del capitolo, e scomparve tra le due pagine.

Non molto lontano, ai margini dello spazio dell'Universo 2, alcuni partecipanti e spettatori continuavano a porsi domande.

"Davvero... ci ha creati?" chiese il giovane Shu.

"In ogni caso, aveva un sacco di file su ciascuno di noi" rispose Otto, senza rispondere alla domanda.

"Te lo dico io! Era l'autore!" ripeté ancora una volta l'uomo chiamato Dr. Slump.

"L'autore di cosa?" chiese innocentemente il gatto blu.

"Sembrava essere in grado di controllare tutti noi" intervenne Belzebubù.

"Nessuno può controllarmi" replicò qualcuno con le orecchie a punta, dai lunghi capelli d'argento e con un manto rosso.

"E se davvero era il nostro dio, o qualcosa del genere..." aggiunse Sun Wukong, che era rimasto indietro "... avrebbe dovuto avere qualche potere... e anche tu, Magnus: non saresti stato in grado di affrontarlo e batterlo".

"In ogni modo, non si può mai dire finché non si tenta".

"No, ma non possiamo combattere contro gli dei" intervenne Narub dell'Universo 19, che si trovava in giro ed aveva sentito tutto. "Non siamo i Cavalieri dello Zodiaco!".

"E' stato lui a dire che..." pensò Supaman, senza dirlo.

"Mi scusi, ma io mangio dei a colazione" disse Sun Wukong. "Non sono così male".

Tagliando corto qualsiasi discussione che non avrebbe portato a niente, perché era oramai impossibile verificare qualsiasi cosa sul maestro Toriyama, l'annunciatore Varga dichiarò il prossimo scontro:

"Nuovo incontro! Syd dell'Universo 6 contro Vegeta dell'Universo 13!".

Caricamento dei Commenti in corso...
Lingua Home Fumetto Minicomic Autori Canali RSS Fan Art FAQ Tabellone del Torneo Lista degli Universi Bonus Eventi Promo Siti Affiliati
EnglishFrançais日本語中文EspañolItalianoPortuguêsDeutschPolskiNederlandsTurcPortuguês BrasileiroMagyarGalegoCatalàNorskРусскийRomâniaCroatianEuskeraLietuviškaiKoreanБългарскиעִבְרִיתSvenskaΕλληνικάSuomeksiEspañol Latinoاللغة العربيةFilipinoLatineDanskCorsu