DB Multiverse

Home Fumetto Minicomic Fan Art Autori FAQ Canali RSS Bonus Eventi Promo Siti Affiliati Tabellone del Torneo Lista degli Universi
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               

DBM Universo 19

Scritto da Foenidis

Traduzione e adattamento di Grinch

Questi guerrieri che utilizzano potenti armature hanno combattuto accanto a Goku e ai suoi amici, ma da dove vengono in realtà? Qual è la loro storia?
Scopri come tecnologia e coraggio possano diventare gli ingredienti del cocktail della vittoria nell'insolito Universo Helioriano, il cui destino ha più volte rischiato di finire in tragedia.

La prossima pagina verrà rilasciata tra: 4 giorni, 8 ore

1234567891011121314151617181920212223242526
[Chapter Cover]

Immobile nel cielo a braccia conserte, come ad osservare una semplice sessione d’addestramento, Vegeta guardava la danza dei due Helioriani. Vista la situazione, il loro livello e lo stato dell’equipaggiamento, non c’erano molte tecniche che potevano usare, ma la loro scelta finale non era sbagliata, si sarebbe potuta rivelare utile. Indirizzò con sicumera lo sguardo sul vortice di esplosioni causato da Wigner, aiutato da Waals, che aveva attivato quelle incredibili lame energetiche. Bisognava vedere se sarebbe riuscito ad attraversare quell’inferno scatenato dal capitano e a raggiungere Zarbon, intrappolato al centro dell’incendio. Ma i due Ultra sembravano sapere quel che facevano, non erano dei principianti ed erano perfettamente consci di quel che potevano fare le loro armi… Almeno quando sapevano con chi avevano a che fare, rise tra sé e sé il Saiyan, ricordando la caduta dei loro scudi contro gli attacchi dei suoi uomini… Ma ora Waals avrebbe dovuto passare attraverso energia Helioriana per raggiungere l’alieno dalla lunga treccia e tagliarlo a pezzi, quindi sapeva a cosa andava incontro, anche se a Vegeta dispiaceva non poter eliminare il nuovo arrivato. All’improvviso l’illuminazione raggiunse il Saiyan: Cosa gli impediva di farlo?

Col volto illuminato di esaltazione bellica, Waals tentò di concentrarsi per uccidere il mostro intrappolato dal capitano. Un buon assassinio andava assaporato! Il magico momento dove l’eccitazione della battaglia raggiungeva il culmine, Il limite degli sforzi e delle tattiche sviluppatesi dall’inizio dello scontro, e contro in simile nemico, poi… Un sentimento di trionfo, onnipotenza, effimero e incomparabile, una tale beatitudine che svanisce in fretta ritornando a sensazioni più umane… Non andava sprecato.

"Per Helior." Pensò. Il suo sguardo pieno di odio venne accompagnato dal sollevamento delle sue braccia, per abbattere il verdetto finale.

Wgner era così stupefatto che fermò la scarica di colpi per qualche secondo. Perché, accidenti?! Era così vicino!

Nemmeno Waals aveva capito cos’era successo, tutto quel che sapeva era che invece di vedere lo schermo col suo bersaglio, ruotava tutto incessantemente.

Una volta eliminato l’Ultra con un gancio destro, Vegeta estese le braccia mentre i palmi si illuminarono di energia, in direzione della nuvola di esplosioni che circondavano il suo bersaglio principale. Con la coda dell’occhio non aveva perso di vista il leader Helioriano, ma quello stolto lo fissava come un pollo che guardava la volpe, Era conscio di non poter fare nulla. I suoi avambracci si riempirono di energia quando concentrò il potere nelle mani; con un grido liberatorio lo sparò col cuore colmo di una sensazione di onnipotenza.

Il flusso di energia raggiunse la nuvola incandescente, ma non appena aprì una breccia in quell’ammasso di fuoco il feroce sorriso sul volto del Saiyan scomparve.

Impossibile!

Eppure… In mezzo al fuoco, il suo colpo mortale sembrava aver colpito un muro.

Wigner fece una smorfia e si lasciò sfuggire un’imprecazione. Per un attimo, aveva creduto che Vegeta si fosse accorto di una possibile inefficacia del Fendente Divino e avesse scelto un attacco più utile… Ma il suo incredibile colpo era stato non solo fermato, ma contrattaccato, visto che ora una sfera elettrica era stata rispedita al mittente, segno che il mostro aveva risposto. Era così invulnerabile da avere ancora la forza di replicare agli attacchi dopo aver subito una scarica di Blast-Balls? Dopo una veloce controllata alle riserve energetiche, l’Helioriano gridò a Waals mentre ricominciava la scarica di colpi con esplosioni ancor più letali… Erano in tre, sarebbero riusciti a finire quella creatura infernale!

Zarbon non ricordava di essere mai andato così vicino alla fine in tutta la sua vita. Il suo Ki l’aveva protetto dalla forza distruttiva delle esplosioni Helioriane, ma c’era un caldo infernale ora. Anche la mancanza d’aria aveva soffocato l’allettante prospettiva di un’uscita trionfante rimanendo fresco come una farfalla dopo il potente attacco di quegli arroganti. Come se non bastasse, ora che si era occupato dello scimmione, lo scouter stava facendo un frastuono segnando due nuovi pericoli.

“Branco di vermi! Conoscerete il vero dolore!” Disse silenziosamente mentre un rivolo di saliva si fece strada nelle sue fauci.

Tornando all’attacco, Waals era furente. Quel maledetto dai capelli a forma di fuoco l’avrebbe pagata prima o poi! Ignorò i vari pensieri a riguardo per concentrarsi sullo scontro. Si consolò, pensando che la vendetta era meglio.

Il familiare sibilo dell’attivazione delle sue armi preferite gli rallegrò la giornata. Lontano dal suo bersaglio principale, con le braccia sotto sforzo e una smorfia per l’incredibile sforzo, il nano con l’armatura stava soffrendo contro la sfera energetica che si faceva strada attraverso il suo attacco. Un semplice comando mentale e un Fendente Divino avrebbe preso due piccioni con una fava, pensò l’impulsivo Ultra.

"WAALS!"

L’autoritario rimprovero del suo superiore pose fine alle fantasie del soldato… Wigner sembrava leggere nella mente! Un interessante argomento di indagini, pensò Waals, ma da compiere in seguito. Adesso era l’ora della portata principale!

La luce delle lame si spense lasciando il posto al doppio fischio di un’incandescente sfera di energia.

Zarbon sapeva che se non avesse reagito la sua fine sarebbe giunta. Non poteva vederli e la loro incapacità di generare energia degna di nota gli impediva di capire con lo scouter cosa stessero combinando quei due nativi, ma sapeva bene che non erano lì solo per tenere il punteggio. Nonostante tutto, la variazione nel livello di uno dei due, insignificante ma sufficiente, significava indubbiamente il principio di un attacco. Stava arrivando, ma non poteva fermare il suo contrattacco a Vegeta… Quell’idiota di un babbuino stava tentando di resistere!

Un’idea improvvisa lo ispirò… “Ottima soluzione, dovrebbe mettere d’accordo tutti quanti” il mostruoso guerriero rise tra sé e sé.

"Non è ancora finita!” Udirono i tre assalitori dal centro dell’esplosione, quando un attacco energetico sfiorò il petto di Waals.

"Shifloots!" si fece sfuggire Wigner. Waals non aveva il tempo di raggiungere il suo bersaglio ed era stato colpito nonostante un’evasione di incredibile velocità!

D’altra parte, un crudele ghigno accompagnato da un verso di soddisfazione aveva rimpiazzato l’espressione dolorosa di Vegeta, visto che lo scontro energetico tra Zarbon e lui era cessato, proseguendo in direzione dell’alieno dalla pelle blu a gran velocità.

Ma la vittoria durò poco. La prospettiva del trionfo cambiò di nuovo quando quel concentrato di energia mancò il bersaglio. La tregua durò solo un breve momento, il tempo necessario perché il braccio destro di Freezer sparasse un nuovo attacco contro l’Helioriano. Un rischio calcolato per un guerriero forte e veloce come lui.

Wigner si lamentò ad alta voce. Le sue riserve di energia erano già scarse, non sarebbe riuscito a tenere il mostro a bada ancora per molto. Colpito, Waals aveva volato per un centinaio di metri. Sapeva che una ferita superficiale non l’avrebbe fermato, al contrario! Gli istinti del capitano Helioriano, d’altro canto, gli gridarono che ogni secondo perso metteva a rischio le possibilità di successo della loro manovra. La creatura non mostrava danni seri dalla tempesta di Blast-Balls, i segnali termici erano cambiati a malapena, sempre che i visori intercraniali dell’Ultra fossero affidabili. Questo Zarbon resisteva all’enorme forza dello straniero e aveva provato di essere egualmente pericoloso. Un altro urlo lo preoccupò ancora di più. Intanto, Il punto di congiunzione tra le due manifestazioni energetiche dei due alieni brillava sempre più forte che ora era necessario strizzare gli occhi per riuscire a vedere… Il loro nuovo alleato sembrò spaventarsi.

“Waals! E che cazzo!” Esclamò Wigner con una voce tanto impaziente quando intrisa di panico.

Dinnanzi alla massa accecante della sfera energetica che segnava l’incontro tra la sua energia e quella di Zarbon, Vegeta chiuse gli occhi più che poteva per scampare al potere delle onde Bluetz. Dannato Zarbon! Non solo quella fighetta blu aveva padroneggiato una tecnica appartenete all’élite Saiyan, era anche riuscito nell’impresa di combinarla al suo attacco! Quel bastardo aveva assistito a migliaia di trasformazioni Saiyan, sapeva perfettamente che durante la metamorfosi gran parte della loro energia era indirizzata alla trasformazione, e in quei brevi istanti in cui non erano né umani né Oozaru essi non potevano combattere! Inoltre, se il Saiyan avesse continuato a tenere gli occhi chiusi, sarebbe stato impossibile tenere d’occhio la traiettoria del flusso… In ogni caso, Vegeta sarebbe stato costretto ad abbassare la guardia… Merda! Razza di scopettino con la coda di cavallo!

Vegeta non avrebbe ammesso la sconfitta tanto presto, “Un saiyan potrà sempre contare sulla vittoria finché possiederà anche solo un briciolo di energia" continuava a ripetersi. L’Helioriano chiacchierone si era fatto prendere dall’ultimo attacco, ma era rimasto ucciso?

No! L’energia vitale era quasi intatta, stava tornando a tutta velocità. Fanculo, doveva giocarsi tutto!

Vegeta aprì gli occhi all’improvviso, sfidando il suo nemico. Immediatamente il suo sguardo incrociò la luce accecante tra loro e il Saiyan poté sentire il suo cuore iniziare a battere così forte che avrebbe potuto rompergli la cassa toracica. Era però un dolore familiare e quasi rassicurante, oramai associato a una vittoria garantita. Si era propagato in ogni singola cellula del suo corpo, che ora aveva iniziato a crescere, raggiungendo e superando incredibili dimensioni. Abbeverato dall’enorme potere ricevuto e trascinato dagli istinti bestiali di questa forma, Vegeta lottò per mantenere il controllo. Con questa nuova forza combattiva aveva Zarbon in pugno… Ma non doveva dargli il tempo di agire. La stazza degli Oozaru era un vantaggio la maggior parte delle volte, ma poteva rivelarsi un ostacolo contro quei pochi nemici che possedevano una potenza di fuoco sufficiente per eliminarli con un colpo… E Zarbon apparteneva a questa categoria. Vegeta dunque doveva agire prima che la trasformazione lo costringesse ad abbandonare il duello. Ora che era più grande era anche più facile da colpire per quell’imbecille che era volato via prima. Il principe aveva già potuto assaporare il gusto tagliente di quelle lame Helioriane, non voleva soffrire le conseguenze di un colpo dalla dubbia traiettoria, specialmente ora che chi stava per lanciarla era stato ferito.

"Waals, porta il culo qui!" gridò più forte che poteva, con una voce già più grave a causa dei primi effetti della trasformazione.

Né Waals né Wigner compresero la tattica del mostro o cosa voleva lo straniero in trasformazione. Dalla sua reazione sembrava che non avesse iniziato la metamorfosi di sua iniziativa… Davvero una strana specie. Waals chiamò il suo superiore con un movimento della testa.

“Vai!” disse lui.

Deciso a unirsi alla creatura in piena mutazione, l’Ultra realizzò che le braccia di Vegeta tremavano e la suo raggio energetico si stava indebolendo. Si disse che l’attuale nemico aveva aumentato la luminosità del suo attacco, ma presto avrebbe cambiato tattica. Quello che gli disse la mezza bestia lo lasciò stupefatto… La voce di Wigner nei suoi impianti gli fece riacquistare la ragione, e coi propulsori a piena velocità, obbedì alla strana richiesta dell’invasore chiamato Vegeta. Nonostante il dolore bruciante al fianco, riuscì a tagliare di netto l’orrenda coda della creatura ora grande il doppio di lui.

Un grido bestiale si espanse nei cieli Helioriani e il mostruoso processo si invertì. L’enorme creatura abbandonò la sua forma grottesca per lasciare il posto a delle sembianze più umane. L’alieno sembrava aver sofferto immensamente, ma una rabbia animalesca ribolliva ancora nei suoi occhi. Rapidamente, il suo raggio energetico sembrò recuperare il suo vigore.

"Svelto!" ordinò Wigner nella testa di Waals. L’Ultra tornò in fretta all’altro obiettivo per combinare un attacco col suo capitano. Sparò delle Blast-Balls e immediatamente Wigner attivò le lame del Fendente Divino.

Accecata da un lampo di incredibile intensità, l’atmosfera Helioriana sembrò strapparsi lasciando il posto a una nuova dimensione, un mondo cieco e sordo. Un’esplosione di indicibile potenza spazzò via la tempesta di esplosioni e guerrieri come insetti da un parabrezza.

Nonostante ancora stordito dalla perdita del tratto più caratteristico dei Saiyan, Vegeta fu il primo a riprendersi… Appena in tempo per vedere l’orrendo mostro dal corpo fumante e dalla bocca piena di schiuma lanciarsi contro di lui. Due colpi consecutive sul volto dati a velocità formidabile gli fecero vedere le stelle. Riuscì solo a rialzare la testa prima di venire colpito in pieno da una scarica di colpi. Impossibile schivare, impossibile contrattaccare, impossibile resistere… L’armatura, la pelle, i muscoli del Saiyan si ruppero in vari punti mentre l’artefice di tutto ciò si avvicinava sempre più furioso.

Ricoperto da cenere, metallo e bruciature, assaporò qualche istante di calma prima di sentire la caviglia sinistra frantumarsi sotto una forza tremenda.

Commenti sulla Pagina:

Caricamento dei Commenti in corso...
[it]
EnglishFrançais日本語中文EspañolItalianoPortuguêsDeutschPolskiNederlandsTurcPortuguês Brasileiro
MagyarGalegoCatalàNorskРусскийRomâniaCroatianEuskeraLietuviškaiKoreanБългарскиעִבְרִית
SvenskaΕλληνικάSuomeksiEspañol Latinoاللغة العربيةFilipinoLatineDanskCorsu