DB Multiverse

Home Fumetto Minicomic Fan Art Autori FAQ Canali RSS Bonus Eventi Promo Siti Affiliati Tabellone del Torneo Lista degli Universi
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                               

DBM Universo 14 (dei Cyborg): One Way

Scritto da Foenidis

Traduzione e adattamento di Unochepassava

In seguito alla morte dei "Guerrieri Z", come raccontato in Twin Pain, gli Universi 12 e 14 hanno condiviso la loro storia per qualche anno, prima che tutto andasse a rotoli per quest'ultimo. Quali sono gli eventi che hanno portato alla vittoria di Trunks in uno e al trionfo degli androidi nell'altro?

La prossima pagina verrà rilasciata tra: 4 giorni, 5 ore


Parte 1 :123456789
Parte 2 :10111213141516
Parte 3 :1718
Parte 4 :192021222324252627282930313233343536
[Chapter Cover]
Parte 4, Capitolo 24.

Mentre l'incredibile esplosione scuoteva il paesaggio, lasciando per un attimo una traccia della propria potenza in ogni cellula dei presenti, il lampo abbagliante che la accompagnava non lasciava dubbi sulla sua origine.

Il viola del volto di Re Cold sembrò sbiadire per un momento.

Tutti, eccetto Son Goku, sapevano cosa c'era sotto l'epicentro di quell’esplosione... e tutti, eccetto il padre di Freezer, avevano riconosciuto l'energia dell'autore della distruzione della nave aliena. Che fosse sussurrato o gridato a voce alta per la sorpresa, lo stesso nome fu pronunciato da tutti ad una sola voce: "Vegeta!"

Son Goku fu il primo a riprendersi dalla sorpresa assumendo un’espressione contenta.

— "È qui! Mi stavo giusto chiedendo che fine avesse fatto dopo essere stato mandato sulla Terra! "

Tenshinhan brontolò con una voce segnata dal dolore nonostante i suoi sforzi per non darlo a vedere:

— "Grazie per il regalo! Ti rendi conto di tutti i problemi che avrebbe potuto causarci?"

Il suo amico rispose con quel sorriso benevolo di cui avevano tanto sentito la mancanza:

— È me che vuole, voi non avete nulla da temere... e poi c'era Piccolo se ce ne fosse stato bisogno."

Crilin borbottò sottovoce:

— "Nulla da temere, nulla da temere... chi può sapere cosa passa nel cervello di quello squilibrato... se non ci fosse stato Bulma a rabbonirlo..."

Nessuno sembrava prestare più attenzione a Cold finché non si riprese dallo stupore. Mentre digrignava i denti e gli artigli delle sue dita affondavano gli affondavano nei palmi, il tiranno cominciò a tremare sotto l'effetto di una profonda rabbia.

— "Vegeta! Quel verme disertore è ancora vivo ed è qui!"

I suoi occhi passarono in rassegna tutti i terrestri presenti.

— "Non lo ripeterò, datemi le Sfere del Drago!"

Con uno sibilo, Son Goku si ritrovò di fronte a lui. Dopo un breve momento di concentrazione, scintillava di nuovo dietro un'intimidatoria aura dorata.

— "Non succederà! Puoi ancora andartene, resta ancora la navicella con cui sono arrivato."

Una risata demoniaca scosse l'aria prima che Cold rispondesse, riprendendo improvvisamente un'aria minacciosa:

— "Hai forse dimenticato chi sono? Pensi davvero che Re Cold si rannicchierà con le ginocchia in bocca per entrare in uno di quei ridicoli gusci? Non ne ho bisogno! Il suo trasmettitore sarà sufficiente a per richiedere di venire a prenderci."

Crilin notò immediatamente la sfumatura alla fine della frase.

— "PrenderCI?"

Goku diede subito una risposta indiretta alla sua domanda rivolgendosi al gigante che lo guardava dall’alto della sua statura:

— "Non sprecare la possibilità di andartene ancora vivo, non otterrai mai le Sfere del Drago, e non potrai andartene con Freezer, puoi starne sicuro!"

Un sorriso malizioso fece brillare gli occhi del sovrano.

— "Non so che farmene di quell’incapace! Diventa mio figlio al suo posto! Insieme potremo espandere il nostro regno più di quanto tu possa immaginare. Per cominciare, portami quello scimmione traditore, ma non ucciderlo. Ho in serbo per lui una fine particolare, così che tutti vedano che esiste qualcosa di peggio della morte per coloro che osano fare l’oltraggio di tradirci! Freezer era troppo permissivo, gliel’ho sempre detto."

Il volto del Sayan si fece improvvisamente scuro.

— "Puoi scordartelo! Fa parte degli abitanti di questo pianeta ora. Tra lui e te, ci sono io! Te lo ripeto, non otterrai nient'altro da qui che avere salva la vita, non sprecare questa occasione. "

Un pesante silenzio calò sul paesaggio devastato del campo di battaglia. Ognuno trattenne il fiato in attesa della decisione del gigante dalle grandi corna, anche se la sua resa sembrava improbabile. Tutti si chiedevano se Son Goku fosse davvero in grado di sopraffare rapidamente l’extraterrestre. In fondo, era pur vero che aveva sconfitto Freezer, certo, ma dopo una dura lotta, che era costata la distruzione del pianeta che gli aveva fatto da ring. Come avrebbe potuto riuscirci il Saiyan senza devastare la sua cara Terra, popolata da miliardi di anime innocenti?

Sarebbe stato senza dubbio meglio se avesse ucciso Cold senza preavviso. Ma il leale Son Goku non lo avrebbe mai fatto. Peccato che tutti gli altri non la pensassero a quel modo.

Un urlo improvviso risuonò con l'energia di un elettroshock:

— "Cosa stai aspettando Kakaroth?! Dimostrargli che sei un vero guerriero, mostrargli cos’è un vero Saiyan: uccidilo!"

Vegeta era lì, nel cielo, con le braccia incrociate e lo sguardo severo, tenendosi al di sopra di tutti i combattenti presenti.

Tenshinhan non riuscì ad esprimere tutta la rabbia che gli montò dentro appena lo vide, solo un "Brutto..." riuscì a varcare la soglia delle sue labbra.

Piccolo non riuscì a contenersi oltre:

— "Vigliacco! Ti fai vedere adesso... quando la lotta è finita!"

— "Non è colpa mia se i terrestri sono esseri stupidi! Era chiaro che non avevate alcuna possibilità senza Kakaroth. Perché avrei dovuto unirmi a voi? Non ho intenzione di morire senza aver visto e sconfitto il Super Saiyan!"

Un lampo di malizia illuminò lo sguardo di Goku.

— "Pensi davvero di essere in grado di raggiungere il mio livello?"

La voce con cui Vegeta rispose manifestò che il suo orgoglio era stato toccato nel vivo:

— "Non prendermi in giro, sono io il guerriero d'elite qui! Non c'è nulla che un Saiyan di classe inferiore possa fare che sia impossibile a me!"

Un ruggito interruppe la conversazione, e lo spostamento d’aria di un gigantesco rilascio di energia spazzò via la polvere con forza:

— "Stupide scimmie, voi siete quello che decido io! È tempo di rimettervi al vostro posto, vermi!"

Cold riportò il suo sguardo pieno di odio sulla figura dai capelli d'oro:

— "Ti pentirai della tua vanità! Prima ti farò a pezzi, ma senza ucciderti... ti lascerò solo la forza sufficiente perché tu possa vedere morire uno ad uno i tuoi compagni che mi supplicheranno di prendere le vostre care Sfere del Drago. Potrai sentire quel cane bastardo implorarmi di ucciderlo prima di trascinare il suo cadavere sulla mia nave. E finalmente, lascerò che ti goda lo spettacolo delle tue sfere magiche che si allontanano in un cielo che brucerà l’istante dopo insieme a te... "

Il primo colpo partì ancora prima che il suono delle sue ultime parole si spegnesse, così veloce che solo i più esperti poterono vederlo. Ma altrettanto velocemente, Goku ebbe il tempo di schivarlo inclinandosi si lato. Sebbene si potesse rilevare un momento di sorpresa negli occhi del tiranno, questi non perse nemmeno un istante, scagliandosi ancora contro il suo bersaglio mobile.

Tutti i testimoni rimasero paralizzati osservando l'inizio di questa lotta. La velocità dei colpi, il sibilo dell'aria che arrivava loro addosso, non lasciavano dubbi sulla potenza degli attacchi. Goku riusciva a schivarli, ma era davvero in controllo della situazione? Forse non tanto quanto tutti avrebbero voluto credere dato il terreno che stava perdendo passo dopo passo.

Il più attento tra gli spettatori era senza dubbio Vegeta.

Finalmente! Finalmente avrebbe potuto vedere con i suoi occhi il leggendario Saiyan in azione. Non si aspettava si trattasse di una trasformazione fisica, per non parlare del fatto che questo stato non fosse permanente. Ne dedusse che questa condizione fosse come una sorta di livello superiore di energia. Non era una mutazione nel senso stretto del termine come si aspettava... e se davvero si trattava solo di una questione di livello di combattimento, non c'era motivo perché lui, il Principe Vegeta, l'élite dell'élite, non potesse riuscirci! Rimaneva solo da sapere fino a dove avrebbe dovuto spingere i propri limiti. Dall'inizio dell'offensiva si Cold, il ki di Kakaroth era salito vertiginosamente... ma era ancora lontano dal suo livello massimo, non c'era dubbio. Non sarebbe mai stato in grado di battere Freezer nella forma finale con un livello così basso, anche se la cifra che tendeva ad attribuirgli per abitudine secondo il suo sentimento superava di gran lunga qualsiasi cosa potesse immaginare fino a poco più di un anno prima.

Ma perché quell’imbecille si lascia mettere sotto in questo modo? Oh, era ora!

A terra, Son Goku aveva finalmente bloccato il pugno destro dell'avversario con il proprio invece di schivare... Cold colpì immediatamente col sinistro, che subì lo stesso destino. Senza demoralizzarsi per così poco, il gigante attaccò di nuovo semplicemente cambiando l'angolazione dei propri colpi, e ognuno di essi si scontrò sistematicamente con i pugni del suo avversario. Peggio ancora, a causa del contraccolpo di ciascuna risposta del Saiyan, era lui ora ad indietreggiare.

Il re interplanetario stava ribollendo dall'interno. Sapeva molto bene che questo scambio di colpi era solo un antipasto, un modo per valutare il proprio avversario prima di cominciare a fare sul serio, se necessario. Sarebbe stato più facile disintegrarlo fin dall’inizio... perché diamine gli aveva detto che non l’avrebbe ucciso subito!? Naturalmente, nulla lo costringeva a mantenere la parola... ma aveva troppa voglia di calpestare l'arroganza di queste scimmie. Ucciderli direttamente, dopo gli oltraggi di cui si erano entrambi macchiati, sarebbe stato troppo poco! L'equipaggio della nave che verrà a prenderlo sarà testimone del prezzo che si paga a sfidare la sua autorità, poi l'intera galassia assisterà alla tortura e alla lenta, molto, molto lenta agonia dell'ultimo principe di questa razza di nullità.

Freezer non si era mostrato abbastanza severo, questa è la causa di tutto! Ma avrebbe mostrato a tutti questi vassalli che l'era della clemenza era finita. La paura non era abbastanza... il terrore! Quello era l’unico mezzo per regnare in modo efficace e senza preoccupazioni.

Cold avrebbe fatto meglio a concentrarsi sulla sua lotta piuttosto che lasciarsi prendere dalle considerazioni del suo risentimento. Un gancio e un montante ben assestato più tardi, il sovrano supremo si ritrovò brutalmente seduto nella polvere, un rivolo viola scendeva lentamente dall'angolo della smorfia di rabbia che distorceva le sue labbra.

Lo scimmione aveva avuto il primo sangue! Al diavolo la punizione esemplare! Se non riuscirà a controllarsi e a trattenersi dall’ucciderlo, così sia.

Prima che chiunque avesse il tempo di percepire qualcosa, il mostro che era a terra fu improvvisamente di nuovo in piedi accanto al Saiyan! In un batter d'occhio, ruotò su se stesso e Goku, sorpreso dalla natura dell'attacco, non poté evitare la pesante coda che lo centrò con incredibile forza. Proiettato ad alta velocità, non ebbe il tempo di toccare terra, perché un altro magistrale colpo di coda lo intercettò sul suo cammino! Ancora una volta, il sibilo caratteristico della super velocità segnò la fine del movimento dell'enorme alieno. Ma il Saiyan non gli concesse l’occasione di colpirlo di nuovo... con un colpo di reni, alzò le gambe verso l'alto per eseguire un salto carpiato e poté così sfruttare il potente flagello destinato a colpirlo come punto di appoggio. Con una spinta vigorosa, sfruttò il proprio moto per proiettarsi verso l'alto e oltrepassare il suo avversario. Un prodigioso calcio rotante concluse questo contrattacco acrobatico.

Cold non si lasciò distrarre dall'abilità del gesto. Non aveva l’abitudine di fare due volte lo stesso errore! Al contrario, mostrò una straordinaria prontezza e afferrò la caviglia di Goku bloccata per un momento contro il suo robusto collo taurino!

Bloccato, il Saiyan cercò di rifilargli un calcio in testa per liberarsi. Ma il gigante aveva già allungato il braccio per portarsi fuori portata. Per un momento, tenne il suo avversario appeso a testa in giù, con un piccolo sorriso pieno di soddisfazione e crudeltà.

Sollevando un sopracciglio, già felice della sua vittoria, alzò l'altra mano, con il dito teso. Goku capì che non aveva più intenzione di giocare!

Il guerriero dai capelli d'oro tese quindi prontamente entrambe le mani in avanti per sparare un colpo.

Ma il tiranno non attese che quell’attacco a bruciapelo lo colpisse. Appena una frazione di secondo prima che l'energia lasciasse le mani del microbo che aveva in mano, portò rapidamente il proprio braccio verso lìesterno. Il raggio di energia che era destinato a lui esplose più lontano contro uno dei rilievi del paesaggio e Crilin dovette ringraziare i riflessi di Piccolo per essere ancora tutto intero.

L’impatto col terreno dell'amato pianeta di Goku fu duro, ma per un guerriero del suo calibro era necessario ben altro. Non aspettò che il gigante facesse un altro gesto, con entrambe le mani a terra, si scagliò brutalmente all'indietro sparando un colpo da entrambi entrambi i palmi. Come aveva previsto, Cold, perso l’equilibrio, cadde pesantemente all'indietro.

Ora in posizione dominante, il Saiyan mise a segno col piede ancora libero una terribile serie di calci al volto del gigante ora a terra.

La forza dei colpi e la loro precisione fecero mollare quasi immediatamente la presa all’extraterrestre. Ma non si lasciò deconcentrare per più di un breve istante. Stringendo i denti sotto la terribile valanga di colpi che Goku gli stava ora infliggendo con ambo i piedi, riuscì a sparare un colpo con entrambe le mani contro la schiena del suo avversario.

Goku ebbe solo una frazione di secondo per scomparire con la super velocità.

Un attimo dopo, Cold era già in piedi, con la faccia insanguinata, deformata da una profonda rabbia, inseguì l'impudente con una pioggia di energia concentrata.

Le scie mortali volavano a ritmo sostenuto in ogni dove, diretti verso i vari punti di apparizione del Saiyan, ma non solo verso di lui. Si udirono delle urla e ognuno cercava di mettersi al riparo meglio che poteva.

La voce di Goku improvvisamente suonò nonostante il diluvio mortale che non gli lasciava tregua:

— "Andate via da qui, tutti quanti!"

Commenti sulla Pagina:

Caricamento dei Commenti in corso...
[it]
EnglishFrançais日本語中文EspañolItalianoPortuguêsDeutschPolskiNederlandsTurcPortuguês Brasileiro
MagyarGalegoCatalàNorskРусскийRomâniaCroatianEuskeraLietuviškaiKoreanБългарскиעִבְרִית
SvenskaΕλληνικάSuomeksiEspañol Latinoاللغة العربيةFilipinoLatineDanskCorsu